Il primo scatto ufficiale a 64 megapixel da un misterioso Realme quad camera phone (aggiornato: sample originale)

Edoardo Carlo Ceretti -

Realme vuole fare le cose in grande e, dopo essere entrata a gamba tesa sul mercato di fascia media italiano con l’aggressivo Realme 3 Pro, ha tutte le intenzioni di bruciare sul tempo Xiaomi (e forse persino Samsung) e lanciare sul mercato il suo primo smartphone dotato di fotocamera da 64 megapixel.

E badate bene che non si tratta di rumor o indiscrezioni, bensì è stato il CEO di Realme in persona a postare su Twitter il primo scatto a 64 megapixel da un ancora misterioso smartphone, di cui si sa solo che sarà equipaggiato con il sensore ISOCELL Bright GW1 di Samsung.

LEGGI ANCHE: Realme vuole anche lanciare uno smartphone 5G entro la fine dell’anno

Lo scatto – che non è possibile apprezzare a piena risoluzione a causa della compressione attuata da Twitter – mostra un suggestivo paesaggio urbano e riporta in basso a sinistra un watermark che conferma la risoluzione di 64 megapixel e regala anche un indizio ulteriore sul dispositivo, che dovrebbe vantare ben 4 fotocamere posteriori.

Il CEO di Realme si è per ora limitato ad esaltare le qualità del nuovo sensore fotografico prodotto da Samsung, che non solo consentirà di scattare foto ultra definite in condizioni di illuminazione ottimale, ma sarà anche capace di unire 4 pixel in 1 e scattare foto eccellenti anche di sera, alla risoluzione di 16 megapixel. Per il momento, a parte una disponibilità di massima prevista per l’ultimo trimestre del 2019, non ci sono indizi sul resto delle specifiche, design e prezzo, ma probabilmente presto ne risentiremo parlare.

Aggiornamento24/06/2019 ore 19:05

Emergono maggiori dettagli sullo smartphone Realme dotato di sensore posteriore da 64 megapixel. Nonostante non abbia ancora un nome, il dispositivo appare decisamente interessante, grazie alla quadrupla fotocamera disposta verticalmente, mostrata nel primo render diffuso sempre dal CEO del marchio, anche se si è guardato bene dal svelare ulteriori dettagli sul design complessivo.

Inoltre, è disponibile anche un crop dell’immagine già allegata in galleria precedentemente, che dimostra i vantaggi nell’ottenere scatti a 64 megapixel. Grazie ad una definizione così alta, è infatti possibile ingrandire moltissimo l’immagine senza perdita di dettagli, ottenendo particolari che una fotocamera a risoluzione minore non potrebbe mai catturare in modo così definito. Ovviamente occorrerà testare sul campo questo dispositivo per soppesarne pro e contro, ma le premesse sono senz’altro buone.

Aggiornamento27/06/2019

Realme ha inviato un comunicato stampa in italiano, che abbiamo riportato qui sotto. Se voleste invece ammirare la foto a risoluzione originale (9.216 x 6.912 pixel), potete scaricarla da qui

Nuovi standard di qualità per la fotografia con smartphone: Realme ha scattato la prima foto da 64MP

27 giugno 2019, Cina — Realme, marchio emergente sul mercato mondiale dello smartphone, ha svelato la prima foto da 64MP mai scattata con uno smartphone ed ha annunciato ufficialmente l’intenzione di lanciare un nuovo device con fotocamera da 64MP. Dotato di un’inedita AI Quad-Camera (fotocamera quadrupla), che consentirà agli utilizzatori di esplorare nuovi terreni della fotografia tramite smartphone, il dispositivo verrà rilasciato nella seconda metà del 2019. Una scelta che dimostra il grande sforzo intrapreso da realme per adempiere all’impegno di portare un’esperienza Dare-to-Leap ai consumatori di tutto il mondo.

Con dimensioni più grandi e risoluzione più elevata, realme porta la qualità dell’immagine su un nuovo livello

Il sensore primario da 64MP, che realme utilizzerà per questo suo nuovo modello flagship, è conosciuto sotto il nome di ISOCELL Bright GW1, recentemente rivelato da Samsung. È tra i sensori con la più alta risoluzione ed è stato sviluppato per gli smartphone di fascia alta.

Grazie alla tecnologia ISOCELL Plus di Samsung, GW1 migliora significativamente la fedeltà cromatica e la sensibilità alla luce. Questa tecnologia dota inoltre i sensori di immagine con pixel da 0,8 μm, senza alcuna perdita in termini di qualità, il che la rende una soluzione ottimale per lo sviluppo della fotografia in super risoluzione. GW1 è disponibile anche nel formato da 1/1,72 pollici, punto di riferimento attuale nel settore, con conseguente maggiore sensibilità alla luce rispetto al formato da 1/2 pollice.

Grazie alla tecnologia Tetracell per la fusione dei pixel e allo specifico algoritmo, GW1 produce immagini da 16MP in ambienti poco illuminati e scatti da 64MP altamente dettagliati in ambienti più luminosi.

La combinazione 64MP e Quad-Camera espande lo spettro delle possibilità

La cattura di foto e video è diventata parte importante della nostra vita quotidiana ma le persone hanno esigenze sempre più diversificate. L’uso di una fotocamera di tipo Quad-Camera da 64MP consentirà uno maggiore spettro di possibilità per l’utilizzatore. La combinazione di una fotocamera quadrupla con l’IA soddisferà gli utenti in un’ampia varietà di scenari, consentendo loro di scattare a loro piacimento e vivere un’esperienza fotografica avanzata.

Oggi, le capacità fotografiche di uno smartphone sono diventate il fattore chiave nella decisione di acquisto e Realme si impegna a sviluppare capacità di storytelling del suo prodotto con un’esperienza fotografica Dare-to-Leap. Questa prima foto da 64MP scattata con uno smartphone mostra chiaramente l’impegno di realme nello sviluppo tecnologico e nell’innovazione. E nella seconda metà del 2019 le sorprese non sono certo finite!


Via: Gizchina.com (1), (2)