Xiaomi Redmi Go ufficiale: l’anticamera del tramonto di Android Go? (foto)

Nicola Ligas -

Xiaomi ha presentato in India il suo primo smartphone Android Go, chiamato non a caso Redmi Go. Prima che vi prenda un colpo leggendone le specifiche, vi ricordiamo che tra i vincoli di Android Go ci sono 1 GB di RAM ed 8 GB di storage massimi. Ma a chi servono?

Xiaomi Redmi Go: Caratteristiche Tecniche

  • Schermo: 5” HD (720 x 1.280 pixel 16:9), luminosità 380 nit, contrasto 1000:1, 72% NTSC Color Gamut
  • CPU: Qualcomm Snapdragon 425 con GPU Adreno 308
  • RAM: 1 GB
  • Memoria interna: 8 GB espandibile (con microSD fino a 128 GB)
  • Fotocamera posteriore: 8 megapixel, f/2.0, 1,12 μm pixel size, registrazione video 1080p, LED flash
  • Fotocamera frontale: 5 megapixel, f/2.2, 1,12 μm pixel size, auto HDR
  • Connettività: dual SIM, LTE, Wi-Fi 802.11 b/g/n (2,4 GHz), Bluetooth 4.1, GPS, radio FM
  • Dimensioni: 140,4 x 70,1 x 8,35 mm
  • Peso: 137 grammi
  • Batteria: 3.000 mAh
  • OS: Android 8.1 Oreo Go Edition

Inutile commentare troppo le specifiche di un modello che ormai è meno che entry-level. Niente notch ovviamente e niente schermo con proporzioni strane, qui si torna ai canonici 16:9. Non aspettatevi nemmeno dual-camera né ricarica rapida: fate insomma un tuffo nel passato di qualche anno, e portate nel presente uno smartphone di allora, se potete.

Peccato solo che non ci sia un Android Pie Go Edition, annunciato la scorsa estate, ma uccel di bosco fin da allora. Che sia sintomo di uno dei tanti “ripensamenti” di Google? In effetti, con la stessa Xiaomi che ti propone un Redmi 7 a circa 90 euro, chi ha bisogno ormai di smartphone come questo Redmi Go? E se Google darà davvero l’assalto anche ai feature phone, il progetto Android Go potrebbe facilmente cadere nel dimenticatoio.

Uscita e Prezzo

Xiaomi Redmi Go sarà disponibile in India dal 22 marzo, nei colori nero e blu che vedete illustrati qui sotto. Lo smartphone costa 4.499 Rupie indiane (poco meno di 60 euro), con in più 2.200 rupie di cashback (circa 28 euro) sotto forma di voucher. L’eventuale lancio internazionale rimane un mistero, e non siamo del tutto convinti che un simile modello avrebbe tanto appeal sul nostro mercato, a meno che non costi davvero 50 euro o anche meno.

Immagini

Via: Fonearena