Il notch è morto o è Vivo? Potrebbe tornare dalla Cina in una nuova veste: doppio e ribaltato fuori della sagoma (foto)

Roberto Artigiani -

Si è fatto un gran parlare nella prima parte del 2018 del notch – ricordiamo il nostro articolo “notch: male necessario o necessariamente un male?” – tanto che già nella seconda metà e in questo inizio 2019 sono fioccate le soluzioni alternative. Notch minimalisti “a goccia”, fotocamere a scorrimento meccanico o motorizzato, fori nel display, sensori pop-up o a forbice e perfino un doppio schermo che renda superflua la selfie-camera. Ma in attesa del futuro (l’integrazione al di sotto dello schermo), Vivo sta pensando a una proposta inedita.

Per la verità quella di posizionare la fotocamera al di fuori della sagoma rettangolare dello smartphone è un’idea che proprio recentemente avevamo visto circolare in casa Xiaomi e Huawei. In ogni caso siamo ancora a livello di progetto, ma se tre grandi produttori cinesi iniziano a pensare a una stessa direzione, difficile non ipotizzare che potrebbe diventare presto una tendenza generale, già battezzata tra l’altro come “reversed notch“.

LEGGI ANCHE: OnePlus 7 e 7 Pro ufficiali

Oggi il WIPO ha pubblicato due brevetti registrati da Vivo che mostrano altrettante soluzioni per ospitare una doppia fotocamera frontale. La prima prevede un lunotto con tanto di speaker, mentre la seconda è decisamente più particolare e ricorda una rana stilizzata con due occhi sporgenti. E forse qualcuno tra i più maliziosi potrebbe anche vederci anche un paio di corna.

Vivo, che fa parte del conglomerato a cui appartengono anche Oppo e OnePlus, ha dimostrato negli ultimi anni di essere una delle aziende orientali più innovative tra quelle attive nel settore degli smartphone introducendo il primo telefono del mondo a tutto schermo privo di notch, Vivo Nex, e l’interessante esperimento di Vivo Nex Dual Display. Per ora si tratta solo di un brevetto (lo trovate qui), ma chissà. A voi piace questa soluzione?

Fonte: Let's Go Digital