Come configurare Internet

Giorgio Palmieri

Chiunque sostenga che “Il telefono serve solo per telefonare” si sta perdendo un universo meraviglioso: per esplorare quell’universo, caro lettore o cara lettrice, serve Internet. È la chiave attraverso la quale sbloccherai la vera rivoluzione degli smartphone, fatta di app, messaggistica, video, navigatori e immancabili foto di gattini servite sui tuoi occhi a cadenza giornaliera. Perché, diciamocelo, a chi non piacciono i gatti? Sono troppo belli! Gattini bellissimi!

Indice:

Differenze di connessioni

Bando alle ciance, esistono sostanzialmente due modi per connettersi ad Internet con il proprio cellulare Android: 3G/4G e Wi-Fi. Per ora, ti basta sapere che il 3G/4G consente di navigare sulle pagine web in mobilità attraverso la scheda SIM, in accoppiata con un piano telefonico che prevede (spesso) un limite di scaricamento di dati, mentre Il Wi-Fi è la connessione per mezzo del Modem Router (la scatoletta con le luci che hai sul mobiletto di casa o in ufficio) e non contempla limiti di Gigabyte, a parte rare occasioni che dipendono dal contratto che hai stipulato.

Cosa sono i Gigabyte? Spesso nominati con la sigla GB, trattasi di un’unità di misura applicata in vari contesti nell’ambito informatico, composta da un miliardo di byte. Ora stiamo esagerando con i paroloni, quindi andiamo al nocciolo della questione: qualsiasi operazione tu faccia in Internet, consuma un numero di byte a seconda di diversi valori, riassunti con il termine generico “peso”. Degli esempi? Be’, una foto su WhatsApp? Pesa qualche chilobyte/kB (1000 byte), e che tu la invii o riceva non fa differenza, graverà comunque sul consumo dei dati. E una canzone sul cellulare? Qualche Megabyte/MB (un milione di byte). Gli operatori telefonici utilizzano dunque i GB per determinare la quantità di scaricamenti inclusi nel piano.

Da dove cominciare

Senza troppi giri di parole, devi conoscere sia 3G/4G che Wi-Fi e devi sapere come configurare entrambe le connessioni, a prescindere da quale userai inizialmente. Suona come una minaccia, ma fidati, non lo è. È un avvertimento: per poter vivere al massimo l’esperienza di Internet sullo smartphone, dovrai configurare entrambe le connessioni e sapere quando passare da una all’altra.

Ricapitolando: il 3G/4G lo userai in giro, mentre il Wi-Fi lo potrai usare a casa o in spazi al chiuso, laddove sia disponibile. Tutto questo ambaradan trova la sua base operativa nelle Impostazioni, nel menù Connessioni/Reti e Internet/Wireless e Reti (i nomi dei menù cambiano a seconda del dispositivo, ormai avrai imparato come funziona Android, no?).

Configurare il Wi-Fi

Il Wi-Fi ti consente di usufruire di una connessione ad Internet tramite il Modem di casa, dell’ufficio o di qualunque altro posto che ne disponga uno. Ti consigliamo di utilizzare questa rete per la prima configurazione dello smartphone e per scaricare/aggiornare le app.

Connettività 3G/4G

La rete 3G/4G ti permette di accedere ad Internet in mobilità, ed è inclusa nel piano telefonico dei vari operatori. Ti servirà per navigare nel web quando sei fuori casa.

Conclusioni e consigli

Prima di lasciarti alle tue cose, ti diamo delle informazioni sparse che possono sempre servire:

  • Nel caso te lo stesti chiedendo, con Rete mobile, Connessione Dati e Dati Mobili s’intende la connettività 3G/4G
  • Sappi che Android dà priorità in automatico al Wi-Fi quando si trova in prossimità di un Modem Router, anche se il 3G/4G è attivo
  • Puoi attivare e disattivare la rete 3G/4G e il Wi-Fi direttamente dal menù a tendina delle notifiche

Detto questo, sei pronto per la configurazione Wi-Fi o 3G/4G.

POTREBBERO INTERESSARTI