Turing cancella Appassionato ma rilancia con Appassionato X e con un nuovo dispositivo venuto dal futuro (foto)

Vincenzo Ronca

Dopo l’istanza di fallimento presentata in Finlandia pochi giorni fa, Turing Robotics Inc., per bocca del suo CEO Syl Chao, ha confermato ad Android Authority di aver cancellato la realizzazione di Appassionato, perché ormai diventato obsoleto secondo gli standard attuali del mercato. Ma ecco di preciso quali sono state le sue parole in merito:

While I was in the US back in August doing a media tour, the market vastly changed with the intro of Infinity Display and the so called Full Screen Display. These new displays usually come with a ratio of 18.5:9 with 2K resolution. If Turing continues with the Appassionato we are liable for 300,000 units of Samsung AMOLED 2K screens at 5.5”, that was the bare minimum quantity order set forth by Samsung. Given the fact that Appassionato’s chipset was Snapdragon 821, a slightly outdated SoC, in considering both issues Turing made the decision to change the spec of Appassionato to be aligned with mainstream trends. It is indeed tough for companies of our size to survive in the game.

Sembra inoltre che la partnership con TCL sia già stata annullata mesi fa, intorno a settembre 2017. Nonostante questo, l’azienda cerca ancora di guardare avanti, o almeno di dare l’impressione di farlo. Il suo commento, su Facebook, all’articolo già citato di Android Authority è stato: “TRI continues the difficult challenge to the unknown and the impossible“.

Non siamo sicuri di quanto rassicurante possa suonare questa frase, ma a quanto pare Syl Chao ha parlato ancora adesso di nuovi smartphone, nonostante il fallimento in Finlandia, proprio in relazione a quella che doveva diventare la centrale produttiva degli smartphone Turing.

Ecco quindi Appassionato X, una versione riveduta e corretta del precedente modello, con Snapdragon 835/845 e schermo in 18:9, e Keplerian K2-XR, un dispositivo che dovrebbe combinare smartphone, laptop, videocamera, music player, console, e altro ancora. Le immagini qui sotto parlano da sole, e forse prima o poi qualcuno realizzerà davvero qualcosa del genere, ma probabilmente dovremo ancora aspettare diversi anni. E difficilmente ci sarà sopra il marchio di Turing.