Turing Robotics Industries presenta istanza di fallimento in Finlandia, ma l’azienda non sembra volersi arrendere

Nicola Ligas

Secondo quanto riportato dai media locali, Turing Robotics Industries ha presentato istanza di fallimento in Finlandia. L’azienda, divenuta nota per l’omonimo Turing Phone prima, e per i suoi ritardi poi, aveva in programma di spostarne la produzione dagli USA alla Finlandia appunto, in una fabbrica precedentemente di Nokia.

I debiti contratti, che ammontano ad 1,9 milioni di euro, sarebbero in buona parte derivati proprio dall’affitto della fabbrica stessa (decine di migliaia di euro al mese) e da altri costi da essa derivati. Peccato che l’istanza di fallimento sia stata presentata prima ancora che la produzione iniziasse.

LEGGI ANCHE: Altro che Turing: ecco Galaxy S9!

L’azienda prova però a rassicurare gli utenti tramite Facebook, chiarendo che quanto accaduto in Finlandia non implica che Turing Robotics sia in bancarotta, e promettendo ulteriori dettagli nelle prossime settimane. Inutile dire che i commenti al post non sono invece di tono molto conciliante.

Dopo Turing Phone, la stessa azienda aveva presentato anche Appassionato, uno smartphone che all’epoca sembrava ancor più avveniristico, ma che poi non è mai arrivato alla fase commerciale, ed ancor più difficilmente lo farà ora che il destino di Turing sembra quantomeno incerto.

Via: NotebookCheck