7.7

Recensione Samsung Galaxy Note 20: il prezzo è giusto? (foto e video)

Emanuele Cisotti -




Recensione Samsung Galaxy Note 20

Anche in questo 2020 Samsung ha proposto due dispositivi appartenenti alla serie Note. Oltre al Note 20 Ultra 5G infatti l’azienda ha immesso sul mercato anche Note 20, nella variante 4G e 5G. Oggi recensiamo la prima delle due versioni e cerchiamo di capire quanto cambi dal modello premium.

LEGGI ANCHE: Recensioni Samsung

Confezione

La confezione dello smartphone contiene la manualistica, un alimentatore da 25W, un cavo USB-C/USB-C e un paio di buone cuffie AKG con i gommini della varie misure.

7.0

Costruzione ed Ergonomia

Samsung Galaxy Note 20 (4G) è uno smartphone indubbiamente molto grande e non ci saremmo aspettati niente di diverso da un Galaxy Note, se non fosse che lo scorso anno l’azienda aveva invertito la tendenza con un Note 10 più compatto della media. L’azienda sembra essere tornata sui suoi passi ed aver puntato invece su altri fattori distintivi fra i due dispositivi. Galaxy Note 20 è comunque nel complesso maneggevole e per niente scivoloso, ma non è un prodotto da usare agilmente con una sola mano. Lo smartphone ha un frame metallico ma la cover posteriore è in plastica. La finitura è opaca lucida e ricorda molto quella del fratello maggiore. Questo però è vero alla vista, ma non al tocco, dove non si può rimanere ingannati sul materiale utilizzato. Non siamo dei detrattori della plastica a prescindere: ha i suoi indubbi vantaggi, fra tutti la resistenza. Lo smartphone però perde indubbiamente di fascino e quasi tutti cercano un riscontro anche “percettivo” quando spende la cifra richiesta per uno smartphone come questo.

8.5

Hardware

L’hardware di questo Note 20 è simile a quello della versione Ultra, ma non uguale. Il processore è un Exynos 990 octa core da 2,73 GHz. Avremmo preferito il corrispettivo Snapdragon (qui le ragioni), ma è comunque una buona CPU. Abbiamo poi il processore grafico Mali G77 MP11 e 8 GB di RAM. La memoria interna è da 256 GB in tecnologia UFS 3.1. Purtroppo questa memoria, per quanto rapida, non è espandibile, al contrario di Note 20 Ultra. La connettività può essere poi 4G o 5G in base alla variante da voi acquistata: noi abbiamo provato la prima delle due. Presente il Wi-Fi 6 e il Bluetooth 5.0. La porta USB-C è alla versione 3.1 e supporta l’uscita video tramite cavo. Potrete anche fare mirroring wireless dell’immagine con i TV/monitor compatibili e sempre wireless potrete sfruttare anche l’interfaccia DeX “desktop”. Presente il chip NFC, il supporto dual SIM (e anche eSIM), oltre che il lettore di impronte digitali ultrasonico sotto al display. Non è presente invece il jack audio e la radio FM. L’audio è stereo ed è leggermente superiore alla media.

Quello che non manca ovviamente il supporto alla S Pen, come in ogni Note che si rispetti. La penna è stata rinnovata e ora in accoppiata al display dello smartphone ha una latenza di soli 24ms, meno dei 42ms dello scorso anno ma più dei 9ms della variante Ultra. La penna è dotata di connettività Bluetooth e permette di eseguire delle gesture senza sfiorare lo schermo: comodo per un controllo totale. La penna si ricarica molto rapidamente inserendola nel suo alloggiamento.

SCHEDA: Samsung Galaxy Note 20

8.5

Fotocamera

Galaxy Note 20 ha un set di tre fotocamere da vero top di gamma, ma non sono le stesse di Ultra. Per essere precisi sono invece molto più simili a quelle che troviamo su S20 e S20+. Abbiamo un sensore principale da 12 megapixel ƒ/1.8 stabilizzato otticamente, una fotocamera da 64 megapixel ƒ/2.0 zoom 3x e una fotocamera grandangolare da 12 megapixel ƒ/2.2. Nonostante sulla carta non raggiungano le prestazioni del modello superiore i risultati sono eccezionali. Ad essere sinceri della scheda tecnica di Ultra abbiamo sentito più la mancanza dell’autofocus laser che del sensore da 108 megapixel. Le foto sono nitide, dettagliate e la luce è sempre ben bilanciata grazie ad un eccellente lavoro dell’HDR automatico. Anche con meno luce e al buio le foto appaiono sempre come le vorremmo: anche la modalità notturna fa bene il suo lavoro. Ci perdiamo lo zoom periscopico 5x, ma la fotocamera da 64 megapixel arriva comunque fino a 3x: un buon compromesso. Le modalità di scatto sono svariate e abbiamo ovviamente ancora lo scatto singolo (che scatta sfruttando tutte le fotocamere e tutte le modalità) e la modalità ritratto.

I video si registrano in 8K dal sensore zoom (quindi con un campo ristretto) o in 4K a 60fps dalla fotocamera principale. Dobbiamo “scendere” a 4K a 30fps se vogliamo usare la fotocamera zoom o grandangolare per registrare i video. Ancora una volta promossi comunque a pieni voti con una buona definizione e un a buona resa generale. Il sensore per i selfie è il “solito” 10 megapixel ƒ/2.2 più che discreto e che permette di fare video in 4K a 60fps.

8.0

Display

Lo schermo di questo smartphone Samsung è un largo 6,7 pollici con risoluzione FullHD+ (1080 x 2400 pixel) e realizzato in tecnologia SuperAMOLED. Supporta l’HDR10+ e in questo caso si tratta di uno schermo piatto, molto apprezzato da un ampia fetta di pubblico. Purtroppo lo schermo è bloccato sui 60Hz, non permettendo di godere di un refresh rate aumentato, che ormai è presente in tutti gli smartphone di fascia alta e in moltissimi smartphone di fascia media. Il display si lascia largamente (gioco di parole voluto) apprezzare, come tutti i pannelli Samsung, ma è difficile non pensare a come in questa fascia di prezzo avremmo voluto di più.

9.0

Software

Ovviamente anche su Note 20 di Samsung abbiamo Android 10, aggiornato in questo caso con le patch di settembre 2020 e personalizzato con l’interfaccia One UI 2.5. Anche in questo caso si tratta ovviamente di un’interfaccia estremamente completa, ormai matura da tempo e ricca di funzioni non solo divertenti ma anche utili. Abbiamo la modalità desktop DeX (sia via cavo che wireless), la nuova modalità di spatial awarness per inviare contenuti puntando il dispositivo verso un altro telefono compatibile, il menù laterale con le scorciatoie dello schermo curvo (anche se lo schermo non è curvo) e la modalità scura programmabile. Immancabile la possibilità di personalizzare l’interfaccia con dei temi e anche di massimizzare la prestazioni in gioco con il game launcher. Come negli ultimi dispositivi Samsung top di gamma anche qui abbiamo il collegamento Windows per utilizzare lo smartphone dentro il vostro PC. Immancabili i doppi account per i social e la messaggistica e le gesture di navigazione. Il sistema è nel complesso molto fluido e garantisce l’esperienza che ci aspetteremmo da un top di gamma.

Anche la S Pen si è evoluta ancora supportando ora non solo alcune azioni utilizzando la penna “in aria”, ma aggiungendone alcune anche per poterla sfruttare per navigare all’interno del sistema. Non sempre è un gesto spontaneo ma ci si può abituare rapidamente. In più abbiamo sempre il Bluetooth per usarla come comando remoto (per foto o presentazioni) e la sua precisione è stata ancora migliorata. Allo stesso tempo è stato migliorato anche il software S Note che ora permette di prendere appunti audio mentre scriviamo e averli “sincronizzati” e di raddrizzare il testo che è facile scrivere “storto” su uno schermo che non è certo grande come un classico foglio A4.

7.0

Autonomia

La batteria è una 4.300 mAh che garantisce una buona autonomia, nonostante un processore che abbiamo visto non essere certo parsimonioso dal punto di vista energetico. Questo è probabilmente in buona parte possibile, soprattutto confrontandolo con Note 20 Ultra, grazie al refresh “classico” a 60 Hz, al contrario della quasi totalità del top di gamma 2020. Significa arrivare a fine giornata con tranquillità e senza particolari precauzioni, anche con un utilizzo più intenso. Non si tratta comunque dello smartphone che si compra prima di tutto per la batteria. Supporta la ricarica rapida a 25W e la ricarica wireless a 11W. Presente anche la ricarica wireless inversa.

5.0

Prezzo

Samsung Galaxy Note 20 è presente sul mercato italiano nella variante 4G e 5G. La prima viene venduta a 979€ e la seconda a 1079€. Due prezzi decisamente troppo alti per quello che offre la concorrenza, anche interna a Samsung. Rispetto allo scorso anno chi compra un Note 20 dovrà fare troppe rinunce rispetto al modello top. Indubbiamente questo è uno smartphone che diventerà interessante con le offerte che le varie catene e siti web faranno nei prossimi mesi.

Galaxy Note 20 è già disponibile su ePRICE a 819€ nella versione 4G e a 909€ per quella 5G. Fate click sul box a seguire per controllare eventuali cali di prezzo, perché il prezzo non si aggiornerà in automatico.

Tutte le offerte per Note 20

Foto

Giudizio Finale

Samsung Galaxy Note 20

7.7

Samsung Galaxy Note 20

Samsung Galaxy Note 20 è un buon telefono. Ci sono però molte rinunce rispetto al modello della fascia superiore e fra tutte la scocca in plastica e lo schermo a 60Hz pesano più di altre. Non ci sarebbe niente di male se non fosse che il prezzo è però sproporzionato. Solo delle buone offerte potranno rendere Note 20 davvero interessante.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Buone fotocamere
  • Schermo ampio (e piatto)
  • Supporto S Pen
  • Software completo
Contro
  • Prezzo alto
  • Niente jack audio
  • Schermo a 60 Hz
  • Autonomia non da top
Samsung Galaxy Note 20

Samsung Galaxy Note 20

  • CPU
    octa 2.73 GHz
  • Display
    6,7" FHD+ / 1080 x 2400 px
  • RAM
    8 GB
  • Frontale
    10 Mpx ƒ/2.2
  • Fotocamera
    12 Mpx ƒ/1.8
  • Batteria
    4300 mAh

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina AndroidWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.