Il nuovo backup di Google One: foto in qualità originale, messaggi multimediali e dati personali non più in pericolo (foto)

Vincenzo Ronca

Google One è il servizio recentemente presentato da Google per gestire lo spazio cloud acquistato o meno dagli utenti di BigG. Ora il servizio riceve un’importante novità: un nuovo strumento di backup e ripristino.

Come potete vedere dagli esempi che abbiamo riportato nella galleria in basso, i protagonisti del nuovo strumento di backup di Google One sono le immagini in qualità originale (se presenti ancora fisicamente nel vostro storage interno), i contenuti multimediali correlati ai messaggi (come foto, video e file audio contenuti in messaggi MMS) ed i dati del vostro dispositivo. Alla pagina di assistenza relativa al backup di Google One viene spiegato che i backup verranno automaticamente rimossi se non si usa il dispositivo per almeno 57 giorni.

LEGGI ANCHE: Android 10, la nostra recensione

Ovviamente il nuovo strumento di backup viene accompagnato da quello di ripristino. Inoltre, è possibile anche gestire quali contenuti includere nel backup, se effettuare il backup sotto rete dati e quando effettuare il backup automatico. Questo è possibile gestirlo direttamente dalle impostazioni di sistema.

Dall’annuncio effettuato da Google intuiamo che la novità sia rivolta agli abbonati Google One, ovvero a coloro che hanno aderito ad un piano di archiviazione a pagamento. Non sappiamo se verrà anche estesa a coloro che non hanno sottoscritto piani a pagamento.