HTC pronta a cedere in licenza il proprio marchio per risollevarsi?

Roberto Artigiani

Stando a un report pubblicato dal sito indiano Economic Times, HTC sarebbe in trattativa per cedere in licenza il proprio marchio ad alcuni produttori del subcontinente. L’accordo porterebbe tre aziende manifatturiere (Micromax, Lava e Karbonn) a produrre smartphone a marchio HTC evitando così all’azienda taiwanese tutti i costi connessi con la filiera ordinaria ed ottenendo comunque dei guadagni.

I dettagli dell’accordo non sono noti, ma HTC dovrebbe mantenere un certo potere decisionale anche se c’è la possibilità che non abbia alcun diritto di veto su materiali e prezzi. Le attività si  concentrerebbero solamente in India con focus su dispositivi di fascia media e bassa, andando a confrontarsi con pesi massimi come Xiaomi, Samsung e Oppo tra gli altri.

LEGGI ANCHE: Ecco com’è fatto OnePlus 7

Per usare un eufemismo, la situazione di HTC non è delle migliori da diverso tempo a questa parte e accordi del genere hanno garantito la salvezza a BlackBerry nel recente passato. Di sicuro libererebbero la società da un pesante fardello, permettendo di concentrare le proprie attività sul settore della Realtà Virtuale, decisamente più redditizio.

Via: Phone ArenaFonte: Economic Times Brand Equity