Chiude definitivamente Nearby, il servizio di Google per connettervi a ciò che vi circonda

Roberto Artigiani

Nearby cesserà di essere attivo dal prossimo 6 dicembre, una decisione comunicata ieri da Google con un post sul blog Android Developers. Nearby era stato lanciato tre anni fa con l’obiettivo di connettere gli utenti a ciò che li circondava per scoprire app e contenuti basati all’ambiente circostante.

L’intenzione era di offrire informazioni in maniera proattiva e rilevante per il contesto in cui ci si trovava. Per fare qualche esempio Nearby viene usato per comunicare la presenza di una rete Wi-Fi gratuita nelle vicinanze, fornire indicazioni all’interno dei musei o gli orari delle fermate degli autobus più vicine.

LEGGI ANCHE: Indizi su Google Play Pass

Stando a quanto dichiarato da Google però nonostante le buonissime intenzioni il servizio nel tempo era diventato fonte di spam e notifiche irrilevanti. I tentativi di affinare il servizio e applicare filtri non hanno avuto i risultati sperati e questo ha portato alla decisione di chiudere definitivamente il servizio.

A partire dal 6 dicembre 2018 quindi gli utenti non riceveranno più notifiche da Nearby. Per quanto riguarda gli sviluppatori verranno dismessi sia Eddystone che il Physical Web Beacon per le notifiche. Rimarrà invece attiva la dashboard che permette di sfruttare i servizi Nearby all’interno della propria app (usando le API Proximity Beacon) così come continueranno ad essere attive le API che permettono di offrire servizi analoghi (Nearby Messages, Connections e Fast Pair).

Via: Android Developers