Project Treble è già in azione sui Pixel 2, dove i driver grafici sono diventati un’app

Leonardo Banchi

Project Treble, il progetto di Google che punta a “modularizzare” Android per facilitare gli aggiornamenti, potrebbe essere uno dei cambiamenti più radicali nella recente storia del nostro sistema operativo. Se fino ad ora abbiamo assistito però soltanto a presentazioni ed annunci, con i Pixel 2 potremo finalmente cominciare a vederlo davvero in azione.

Un autore di XDA, curiosando nei nuovi smartphone Google, ha infatti scoperto un particolare decisamente interessante: i driver grafici dello smartphone sono infatti presenti al suo interno sotto forma di APK, proprio come qualunque altra app, cosa che fa pensare alla possibilità di aggiornarli semplicemente attraverso il Play Store.

LEGGI ANCHE: Google Pixel 2 XL è arrivato in Italia: disponibile sul Play Store in (quasi) pronta consegna

L’app in questione compare con il poco originale nome di “Pixel 2017 Graphics Driver”, mentre il nome del pacchetto è com.google.pixel.wahoogfxdrv. Risulta installata nella directory /vendor/app/wahoo_gfxdrv/wahoo_gfxdrv.apk, indizio che lascia immaginare che i suoi aggiornamenti saranno gestiti direttamente dal produttore (quindi Qualcomm) piuttosto che da Google.

Novità come queste fanno davvero sperare in un supporto ai dispositivi sempre più rapido ed esteso, dato che i produttori di smartphone non dovranno più aspettare i tempi di sviluppo di tutti i loro fornitori (e viceversa), ma potranno agire direttamente sulle parti di loro competenza. Non ci resta quindi che guardare con fiducia al futuro (e magari attendere il rilascio del primo aggiornamento), dato che Project Treble sarà supportato da tutti i dispositivi nati con Android Oreo, e da alcuni di quelli che saranno aggiornati con un OTA a questa versione di Android.

Fonte: XDA