9.0

LG G3, la recensione (foto e video)

video Emanuele Cisotti -




Recensione LG G3

Atteso, attesissimo, già da prima della sua presentazione. G2 è stato un netto punto di rottura rispetto al passato di LG, tanto da essere stato eletto (da voi lettori) come il miglior telefono di fascia alta del 2013. G3 ha tutte le carte in regola per “bissare” il successo e anche andare oltre. Vediamo insieme se ci è riuscita.

8.0

Confezione

La confezione di G3 è abbastanza elegante, ma quello che davvero conta è il suo contenuto. L’alimentatore è da 1,8A, abbiamo poi un cavo USB-microUSB e un paio di ottime cuffie in-ear (le stesse QuadBeat 2 del precedente modello).

7.5

Costruzione ed Ergonomia

LG G3 04

C’è una buona e una cattiva notizia. La cattiva notizia è che il telefono è grande. La buona è che questo spazio viene sfruttato benissimo. Non è un telefono che si usa bene con una mano sola, sopratutto a causa della sua larghezza, superiore alla concorrenza. Il telefono è comunque abbastanza sottile e la sua forma bombata ne aiuta la presa (come accade su HTC One (M8)). Tutti i tasti fisici sono stati spostati sul retro, una soluzione che noi non preferiamo rispetto ai tasti laterali più classici, ma che secondo noi non sono neanche scomodi. Rimane una scelta estetica particolare che potrebbe incontrare o meno il vostro gusto personale. La vera differenza rispetto allo scorso anno è la cover posteriore, che adesso è removibile senza però penalizzare la qualità costruttiva del telefono.

La scocca è in plastica ed ha la “metallic skin”, ovvero una sensazione che ricorda il metallo, sia dal punto di vista tattile che visiva. La colorazione grigio chiaro restituisce meglio questo effetto al tatto, mentre quella grigio scuro (da noi testata) è di qualità ma non ricorda il metallo al tatto.

9.0

Hardware

LG G3 06

LG G3 vuole darvi tutto. Questa è la filosofia dietro questo smartphone. L’azienda ha preso quanto di buono c’era in G2 e lo ha migliorato risolvendo tutti i suoi problemi. Il processore è lo Snapdragon 801 quad core da 2,5 GHz, abbiamo poi 2 GB di RAM e 16 GB di memoria interna, adesso espandibili tramite microSD. La connettività dati è al top come su tutti gli altri prodotti della stessa fascia. LTE fino a 150 Mbps, Wi-Fi ac (a due bande), bluetooth 4.0, NFC e uscita video tramite Miracast, o via cavo con Slimport. Presente anche la porta ad infrarossi sul bordo superiore del telefono.

L’audio è un altro punto nettamente migliorato rispetto al passato. Lo speaker è sul retro e offre 1 watt di potenza. Nonostante la posizione meno fortunata rispetto a G2 la potenza e la qualità audio ci hanno convinto. LG ha poi scelto una soluzione particolare per l’hardware mettendo in commercio una versione con più memoria interna, ma anche con più RAM. Ci vogliono 100€ in più per il modello con 32GB di memoria interna e 3 GB di RAM.

SCHEDA: LG G3

8.0

Fotocamera

La messa a fuoco è molto rapida

Onore a LG per essere l’unica azienda ad aver proposto uno stabilizzatore ottico nel suo top di gamma nel 2014. Non sempre questa tecnologia in uno smartphone porta davvero qualcosa di concreto. Su G3, grazie anche all’introduzione dell’autofocus laser possiamo dire invece che qualcosa “in più” c’è realmente. La messa a fuoco è molto rapida ed è alla pari di quella del già veloce Galaxy S5, ma la vera differenza la fa il risultato della messa a fuoco. G3 è il telefono che più di tutti gli altri ci ha sempre restituito lo scatto che volevamo, non sbagliando la messa a fuoco e il bilanciamento dei colori. Abbiamo quindi ottenuto quasi sempre foto ricche di dettagli (il sensore è da 13 megapixel) e sopratutto mai mosse. Supportata la registrazione video in 4K.

In assoluto solo Galaxy S5 ha realizzato scatti migliori, anche se non ha dato gli stessi ottimi risultati di messa a fuoco. È importante anche considerare come l’autofocus laser faccia bene sopratutto a basse distanze (qui l’approfondimento). L’interfaccia è comoda da utilizzare e molto efficace, ma non ci ha convinto la scelta di rimuovere molte delle funzioni viste in passato e sulla concorrenza. Se da un certo punto di vista ha senso sbarazzarsi di funzionalità che riempono le schede tecniche ma che poi nessuno usa, forse sarebbe comunque stato meglio relegarli ad un menù avanzato o ad un download successivo (come su Sony e Samsung). Le uniche modalità presenti sono quella normale, quella del fuoco selettivo, panorama e doppio scatto. L’HDR è presente ma la sua attivazione automatica non ci ha convinto e l’attivazione manuale richiede troppi passaggi.

Per scoprire tutte le funzioni della fotocamera potete guardare il nostro video dedicato: Focus comparto fotografico (video).

SAMPLE: FotoVideo

9.0

Display

LG G3 09

Ecco le considerazioni che tutti stavate aspettando. QHD è la parola chiave di questo telefono. Per chi non lo sapesse parliamo di ben 2560 x 1440 pixel, molti di più dei “classici” 1920 x 1080 pixel della concorrenza, spalmati su ben 5,5 pollici di diagonale. Questa differenza di pixel si vede? No, senza possibilità di appello. Certo, possiamo mostrare agli amici quanto si leggano bene i testi delle app aperte nel multitasking, ma non riuscirete a trovare un reale vantaggio in uno schermo simile. La luminosità è molto alta, ma non in tutte le situazioni la luminosità automatica ci ha restituito i risultati che ci aspettavamo, facendoci preferire la regolazione manuale. Gli angoli di visioni sono ottimi e la fedeltà dei colori è altrettanto ottima.

8.5

Software

Screenshot LG G3 HomeScreenshot LG G3 Multiwindows

Rivoluzione software anche in casa LG nel 2014. Tutte le funzionalità che avevate imparato ad apprezzare in G2 saranno ancora al loro posto, ma i colori, le icone e i dettagli estetici sono stati completamente rivisti, andando ad incontrare maggiormente i nostri gusti e crediamo anche quelli di buona parte degli utenti. “Modernizzate” le icone, i toggle di notifica e più in generale tutte le applicazioni LG, dimostrando un lavoro concreto su tutto il sistema, decisamente più “imporatante” di quanto fatto da tutte le altre aziende quest’anno. Sono tre le parole che useremmo per descrivere il software di G3: leggero, personalizzabile e completo. LG ha fatto un grande lavoro dal punto di ottimizzazione del software, rimuovendo molte delle sue app, unendone altre e permettendo all’utente di rimuovere anche quelle poche ancora installate (ma attenzione che poi non verranno reinstallate dopo un reset!).

LG ha fatto un grande lavoro dal punto di ottimizzazione del software

Il secondo termine è “personalizzabile”. Lo era già il software di G2 ma ora lo è ancora di più. Potrete gestire a completo piacimento tutti i tasti della barra di sistema (aggiungendone due ai tre classici), cambiandone il colore e ordine. Molto interessante poi la nuova tastiera che a nostro parere è diventata (in un “sol colpo”) una delle migliori del panorama Android. Molto personalizzabile e anche regolabile in altezza. Anche la home screen e le icone rimangono ampiamente personalizzabili. Infine tante nuove funzioni: un multiwindows (completo, ma un po’ lento), un’app per il fitness e una che vi darà consigli su come utilizzare il telefono (alla lunga però non molto utili). L’assistente vocale Voice Mate e poi adesso in italiano e l’app memo è stata integrata nel nuovo QuickMemo+. Non mancano QSlide per le app “flottanti” e Quick Remote per utilizzare il telefono come telecomando.

Non è possibile però negare l’evidenza del fatto che l’interfaccia non sia ancora perfettamente ottimizzata e alcuni piccoli rallentamenti si notino in varie situazioni, con qualche piccolo lag, qualche raro ricaricamento della home e con qualche millisecondo di attesa in più della concorrenza nell’aprire le app (che poi scorrono rapidissime). Niente su cui sia giusto appigliarsi per denigrare questa nuova ottima interfaccia, ma comunque qualcosa su cui l’azienda dovrebbe impegnarsi per offrire un’esperienza ancora migliore all’utente finale.

Software: Browser

La navigazione internet tramite il browser di LG è più che soddisfacente. Non impeccabile, ma comunque in linea con le nostre aspettative di uno smartphone potente. La navigazione web è poi forse quella cosa che più riesce a guadagnare qualcosa dallo schermo QHD.

Software: Multimedia

Benché l’app musicale sia stata completamente rivista rimangono le sue funzioni più interessanti, come la ricerca del video musicale, l’equalizzatore o la possibilità di modificare i tag ID3. Molto buono anche il lettore video e sempre presente la radio FM.

8.0

Autonomia

Nonostante il corposo aumento di risoluzione dello schermo l’autonomia è rimasta la stessa ottima di G2 che ci permette di arrivare a sera anche con un utilizzo intenso, grazie ai suoi 3000 mAh.

8.0

Prezzo

LG è sempre stata l’azienda che più di tutti ha tenuto il prezzo dei suoi prodotti relativamente contenuto. E anche nel 2014 l’ha fatto. Parliamo di 599€, ben 100€ meno della concorrenza (e più nel caso di HTC). Ci vogliono 100€ in più però per la versione con 3GB di RAM e 32 GB di memoria interna.

Acquisto

LG G3 è disponibile a 549€ su ePRICE e a 649€ in versione “potenziata” su Amazon.

Benchmark

benchmark LG G3

Confronti

Foto

Giudizio Finale

LG G3

9.0

LG G3

LG G3 è un ottimo smartphone. Il suo pregio è sicuramente di essere lo smartphone più bilanciato sia dal punto di vista hardware che software. Le caratteristiche tecniche sono notevoli, lo schermo è ottimo, la fotocamera è al top e il sistema è rinnovato. Sono state poi fatte scelte intelligenti per accontantare il pubblico e risolvere alcuni problemi del precedente modello. Citiamo la batteria removibile, la memoria espandibile o l'alleggerimento del software, senza contare che la qualità costruttiva non ne ha risentito e il software ha guadagnato di funzionalità. Ci sono ancora delle aree su cui lavorare, come i piccoli lag del software e magari l'implementazioni di nuove funzionalità nella fotocamera e nella galleria. I motivi più importanti che potrebbero scoraggiarvi dall'acquisto sono le dimensioni importanti e il prezzo più alto del modello "potenziato", ma a parte questo il top di gamma di casa di LG è un ottimo prodotto, mai come quest'anno.

Pro
  • Risolve tutte le mancanze di LG G2
  • Prezzo inferiore alla concorrenza
  • Software completo e ricco di funzioni
  • Il meglio dell'hardware in commercio
Contro
  • Lo schermo QHD non è valore aggiunto
  • Qualche lag nella home e nel drawer
  • Dimensioni importanti
  • Software fotocamera e galleria "poveri"
LG G3

LG G3

confronta modello

Ultime dal forum: