L’app di messaggistica Imo taglia il traguardo dei 500 milioni di download sul Play Store

Edoardo Carlo Ceretti

Imo è un’app di messaggistica che vanta una presenza di lunga data sul Play Store, pubblicata per la prima volta nel lontano 2010. In questo periodo ha vissuto due fasi ben distinte, che insieme però le hanno permesso di tagliare un traguardo invidiabile: superare i 500 milioni di download.

Inizialmente, Imo divenne famosa fra i primi utenti di Android grazie ad una peculiarità che faceva gola a molti, in un periodo storico in cui nell’Android Market (l’antico nome del Play Store) c’era penuria di app valide e le prestazioni dei dispositivi non consentivano un multitasking spinto: la possibilità di raggruppare tanti servizi di messaggistica.

LEGGI ANCHE: SmartPhone Awards 2017: i migliori dell’anno votati da noi e voi

Skype, Facebook, Windows Live Messenger, AIM, Google Talk, insomma un po’ tutti i più popolari servizi di allora erano fruibili assieme all’interno di Imo. In seguito, un po’ per un’esigenza che gradualmente veniva meno, un po’ a causa delle difficoltà nel continuare a supportare tanti protocolli diversi, Imo decise di porre fine a questo capitolo della sua esperienza mobile, per iniziarne uno tutto nuovo: lanciare un proprio servizio di messaggistica.

Negli ultimi anni, questo servizio si è affermato soprattutto in alcuni paesi asiatici, anche grazie ai servizi di chiamate e videochiamate offerti gratuitamente da Imo. Da noi invece la sua diffusione è calata sempre più, ma ciò non gli ha impedito di centrare un risultato per pochi eletti. Qualcuno di voi utilizzava Imo agli albori di Android? O ne utilizza tuttora il suo servizio?

Via: Android Police