Qualcomm final

Qualcomm insiste: anche Snapdragon 620 scalda meno del 615

Nicola Ligas -

Dopo i test che vi abbiamo proposto ieri, condotti “di straforo” da Qualcomm, si aggiungono oggi al mosaico due nuovi protagonisti, ovvero Snapdragon 620 e Snapdragon 615. Il secondo è stato impiegato già in un discreto numero di modelli: da Desire 820, ad Oppo R5, passando anche per l’Archos 50 Diamond, mentre il primo dovrebbe arrivare sui primi modelli commerciali solo nella seconda metà del 2015.

LEGGI ANCHEE se Qualcomm avesse fatto un passo falso con lo Snapdragon 810?

Questa volta, anziché Asphalt 8, è stato impiegato l’ancor più pesante Modern Combat 5, testato su un device da 4,7” HD con 1,5 GB di RAM e sempre nessuna rete cellulare o Wi-Fi. Dopo 20 minuti di gioco, Snapdragon 620 è arrivato a 42 °C, mentre Snapdragon 615 a 46 °C. Notate poi dai grafici che anche il successivo raffreddamento di Snapdragon 615 è più irregolare, mentre 620 ha un cool down più uniforme.

Dopo insomma tutte le chiacchiere sul surriscaldamento dello Snapdragon 810 (corroborate anche dalle prime recensioni americane di HTC One M9), Qualcomm in qualche modo vuol far sapere al mondo che il problema non si ripeterà. In ogni caso, come confermato anche dalle suddette recensioni, basta un aggiornamento software per evitare che gli smartphone si surriscaldino troppo, con ovvio impatto sulle prestazioni però, cosa che in futuro non dovrebbe più essere un problema.

snapdragon 615 vs 620

Foto: iStock

Via: Phone ArenaFonte: STJS Gadget
qualcomm