Modern Combat 5 Blackout Android Header

Modern Combat 5: Blackout, la recensione del miglior FPS per Android

Lorenzo Delli -

Modern Combat 5 Blackout IconÈ la moda del momento: criticare a prescindere e notare solo i difetti dei prodotti, dei film, dei videogiochi e di quant’altro venga lanciato sul mercato. Leggendo in rete i primi commenti a riguardo di Modern Combat 5: Blackout, il nuovo FPS (first person shooter, sparatutto in prima persona) di Gameloft, si può notare come siano molto critici riguardo, ad esempio, il comparto grafico, che ha effettivamente dei problemi, o relativi al fatto che non si può giocare senza connessione, o anche legati alla lunghezza dei livelli, troppo brevi rispetto a Modern Combat 4 Zero Hour. E allora, vi starete chiedendo, perché scrivere nel titolo della recensione: “Il miglior FPS per Android“?

LEGGI ANCHE: Modern Combat 5: Blackout, la nostra anteprima (foto e video)

Il titolo è volutamente provocatorio, ma, a nostro avviso, in buona parte veritiero. La caratteristica che rende a nostro avviso vincente la nuova realizzazione di Gameloft è il fatto che sia stato concepito non per emulare i classici sparatutto in prima persone per PC e Console, ma per essere l’FPS di riferimento del settore mobile. Scopriamo quindi quali sono le caratteristiche che (forse) lo rendono tale e se i 5,99€ richiesti per l’acquisto sono una cifra onesta e ben bilanciata con l’offerta videoludica proposta. Buona lettura!

8.0

Presentazione

In Modern Combat 5: Blackout assumeremo il ruolo di Caydan Phoenix (un personaggio che aveva già fatto la sua comparsa in MC4), che a seguito della morte della moglie per complicazioni post-parto decide di lasciare l’esercito statunitense per accudire la figlia. Phoenix viene assunto qualche anno dopo dalla società Gilman Security, impegnata in operazioni di sicurezza privata su vasta scala.

Il gioco inizia in pratica con un flashback del protagonista: ci ritroviamo in una Venezia messa a ferro e fuoco dall’Esercito di Liberazione Mondiale, un gruppo terroristico che attacca la cittadina italiana per sottrarre alcune armi di distruzione di massa momentaneamente nascoste proprio nel centro storico.

Tale flashback è in realtà relativo ad un racconto narrato dal protagonista, che cerca di convincere Sophie “Roux” Daviau, mercenaria della Gilman Security, dell’esistenza di un piano volto a destabilizzare l’ordine mondiale ordito proprio dalla società per cui lavorano. Gli eventi di questo quinto capitolo non sono quindi correlati strettamente ai precedenti giochi della saga (NdR: anche se…Spoiler!), e non costituiscono senza dubbio una storia poi così originale. I personaggi sono comunque ben caratterizzati e gli eventi che fanno da cornice al gioco sono più che sufficienti per divertire ed intrattenere il giocatore.

Giocabilità

Modern Combat 5: Blackout è in fin dei conti un classico FPS, ovvero uno sparatutto in prima persona che sfrutta due pad virtuali, uno per il movimento e uno per la mira, più i pulsanti di fuoco, ricarica/cambio arma, lancio granate, mirino e abbassamento del personaggio. Assente quello dedicato allo scatto, visto che il personaggio si metterà automaticamente a correre durante i movimenti prolungati.

Modern Combat 5 Venezia Android
Venezia in tutto il suo splendore! Peccato che entro breve verrà praticamente rasa al suolo…

Ci sono due modi di giocare a Modern Combat 5: utilizzando tutti gli aiuti messi a disposizione da Gameloft per i giocatori neofiti, ovvero la mira assistita, il fuoco automatico sul bersaglio e l’auto-abbassamento del personaggio dietro le coperture, o non sfruttarne nessuno. Bene: se avete intenzione di competere in multiplayer vi conviene esercitarvi sin da subito disattivandoli, perché le modalità di gioco presenti non vi permetteranno (ovviamente) di sfruttarli.

Il nuovo FPS di Gameloft è comunque compatibile anche con i controller di gioco: lo abbiamo testato con un Nyko PlayPad Pro e bisogna ammettere che il lavoro svolto dalla software house sotto questo punto di vista è encomiabile. Il gioco si adatta immediatamente all’utilizzo del controller, suggerendo quali pulsanti premere nei menu per accedere alle funzionalità, adattando anche la prima missione/tutorial. Tuttavia, in assenza appunto di un controller,  è necessario solo un po’ di “esercizio” per abituarsi ai pad virtuali, ed è anche possibile personalizzare le posizioni dei vari pulsanti per meglio adattarli alle nostre esigenze. In definitiva, giocando la campagna e partecipando ad alcune sessioni multigiocatore, siamo riusciti a mantenere un tasso uccisioni/morti superiore a 1 utilizzando ovviamente solo i controlli touch.

Modern Combat 5 Classe Assalto Android
La classe Assalto è ovviamente la più bilanciata e, probabilmente, la più facile da utilizzare.

Vorremmo inoltre spendere qualche altra parola per il sistema di classi, per la personalizzazione delle armi e per la campagna. Sia per la campagna che per il comparto multiplayer, potremo decidere di assumere il ruolo di una delle quattro classi presenti: Assalto, il classico soldato armato di fucile d’assalto; Pesante, dotato di grande resistenza, la cui arma primaria è il fucile a pompa per combattimenti ravvicinati con la possibilità di sfruttare vari lanciagranate o lanciarazzi; Ricognitore, preciso, veloce e in grado di individuare i nemici sulla mappa con facilità; Cecchino, capace di sfruttare letali fucili con alta gittata e in grado di piazzare trappole e creare esche per confondere l’avversario.

Ogni classe sarà inoltre caratterizzata da un insieme di abilità speciali, alcune disponibili solo per il multiplayer, sbloccabili accumulando punti esperienza giocando in tutte le modalità presenti. Anche le armi, così come i personaggi, potranno essere personalizzate con vari accessori atti ad incrementare o diminuire le varie statistiche dell’arma stessa, quali la precisione, la gittata e il danno.

Modern Combat 5 Armi Android
Preferite un’arma con maggior precisione o con danni e gittata incrementati? Dipende da quale silenziatore o rompifiamma sfrutterete.

La campagna è caratterizzata da missioni brevi (della durata di massimo 10 minuti) e da piccoli livelli aggiuntivi con sfide particolari utili a sbloccare le altre fasi della storia. La brevità dei livelli è però, a nostro avviso, un punto di forza, poiché per varie ragioni (mobilità, batteria, tempistiche di chi gioca solo in mobile) è preferibile una giocabilità più veloce ad una che richiede più tempo. Nonostante la teatralità di alcune missioni e le ambientazioni curate e ricche di dettagli, bisogna ammettere che la modalità in singolo giocatore non è esattamente il punto di forza di Modern Combat 5. Peccato anche per l’intelligenza artificiale che talvolta fallisce nell’offrire una sfida vera e propria al giocatore. Se lo volete acquistare con l’intenzione di sfruttare solo la campagna vi consigliamo di rivolgervi ad altri giochi (come ad esempio N.O.V.A. 3 della stessa Gameloft).

Multiplayer

Bisogna ammettere che sia ha quasi la sensazione che la campagna single player sia una mera introduzione al vasto comparto multigiocatore inserito da Gameloft in Modern Combat 5. Proprio Gameloft aveva già dato prova in passato di essere capace di realizzare titoli piuttosto divertenti anche solo focalizzati sull’esperienza di gioco in multiplayer con Blitz Brigade. Se lo avete provato, immaginate la stessa esperienza di gioco, dotata però di grafica realistica, di un’ambientazione decisamente più moderna (purtroppo però senza veicoli) e di nessun acquisto in-app atto a destabilizzare le partite.

Modern Combat 5 Multiplayer Android
L’inferiorità numerica non porta automaticamente alla sconfitta: basta fare gioco di squadra!

La particolarità di Modern Combat 5 consiste nel sistema di progressione del personaggio. Una volta scelta la nostra classe preferita (anche se nessuno ci vieterà di provarle o usarle tutte), potremo accumulare punti esperienza, nuovi equipaggiamenti ed abilità sia giocando nella campagna single player, sia sfidando gli altri giocatori nelle varie modalità presenti nel comparto multiplayer. Come anticipato nel paragrafo relativo alla giocabilità, alcune di queste abilità sono sfruttabili solo in multigiocatore, come ad esempio la modalità berserk della classe Assalto o le esche del Cecchino. A proposito delle modalità di gioco, ecco quelle presenti:

  • Tutti contro tutti: forse la più difficile tra quelle presenti, difficilmente sopravviverete per qualche secondo.
  • A squadre: team di sei personaggi che si affrontano con l’obiettivo di collezionare più uccisioni.
  • VIP: una modalità che elegge un VIP nella squadra, obiettivo sarà quello di proteggerlo o di andare a caccia del VIP della squadra avversaria per collezionare più punti. Piccola particolarità: il VIP è visibile sulla mappa!
  • Cattura la bandiera: altra modalità piuttosto classica, catturate la bandiera avversaria e proteggete la vostra, richiesto molto gioco di squadra.
  • Battaglia tra gruppi: una delle novità di questo nuovo capitolo, potremo formare una squadra di sei elementi con i nostri amici più fidati per competere in sfide 6vs6 e scalare le classifiche mondiali.

Ecco un filmato relativo proprio ad una partita in multiplayer in modalità “Battaglia tra gruppi“. Si può notare come, in stile CoD, a seguito di più uccisioni consecutive è possibile sfruttare dei set di abilità aggiuntive. Noi ad esempio abbiamo scelto il Drone ricognitore, disponibile dopo 3 uccisioni e in grado di rilevare i nemici sulla mappa, l’Attacco aereo, disponibile dopo 5 uccisioni da scatenare su un punto a nostra scelta sul campo di battaglia, e Bombardamento, che, dopo 7 uccisioni consecutive, lancerà un bombardiere che bersaglierà da solo i nemici. Da notare anche la discreta estensione dell’arena, che offre più livelli di gioco (i due livelli ambientati a Venezia e a Tokyo sono ancora più vasti) e spunti per creare tattiche con il proprio team.

Se cercate un FPS Online con cui divertirvi anche in mobilità (anche se ovviamente è meglio giocarci sotto Wi-Fi), Modern Combat 5 è il gioco che fa per voi. Bisogna anche ammettere la presenza di un difetto: non esiste un sistema di matchmaking che ci inserisca in partite bilanciate al nostro livello (NdR: trovarsi contro un livello 60/70 con l’arma più potente e con tutte le abilità sbloccate non è particolarmente piacevole). Se comunque avete dalla vostra un folto gruppo di amici potete creare le così dette “Parite per Invito” sfruttando il collegamento con Google Play Games. Al momento sono assenti la chat vocale e le partite cross-platform, ma i tempi di attesa per entrare in un match sono a dir poco irrisori.

Longevità

La campagna, come già accennato, non è esattamente il punto di forza di Modern Combat 5, complice anche il fattore longevità. Nel giro di qualche ora riuscirete a terminare con successo tutte le missioni primarie e secondarie proposte dal gioco. Si meriterebbe quindi un “appena sufficiente“, se non fosse che il comparto multigiocatore va ad incrementare esponenzialmente le ore di gioco da dedicare al titolo. Non amiamo ripeterci, ma anche in questo paragrafo vi suggeriamo di evitare l’acquisto se la vostra intenzione è quella di dedicarvi al solo comparto single player.

10.0

Comparto Audiovisivo

Modern Combat 5 su Android ha degli evidenti problemi di grafica. Ci piange il cuore a scrivere un’affermazione del genere, perché ci troviamo nella stessa condizione dell’anno scorso al lancio di Modern Combat 4, ovvero una differenza sostanziale tra la versione dedicata al robottino verde e quella dedicata invece ai dispositivi di casa Apple. Abbiamo testato il nuovo FPS sui seguenti dispositivi: LG Nexus 5, ASUS Nexus 7 2013, Samsung Galaxy S5 e Archos 50c Oxygen. Su tutti i dispositivi, compreso l’Archos (che è di fatto uno smartphone di fascia bassa dotato di un solo GB di RAM) il gioco è piuttosto fluido, con l’unica eccezione di un calo di frame rate piuttosto evidente nel caso di grafica con massimi dettagli su ASUS Nexus 7 2013. Su determinati dispositivi, come ad esempio il Nexus 5, non è neanche possibile selezionare il dettaglio grafico massimo, e purtroppo i difetti si notano.

Modern Combat 5 Android confronto grafica
A sinistra qualità grafica “Ottimale”, a destra “Migliore”.

Sembra proprio che il gioco giri ad una risoluzione piuttosto bassa o che sia privo di un filtro anti-aliasing adeguato, facendo sì che la grafica risulti particolarmente “scalettata“. È davvero un peccato, visto che nel complesso il motore grafico sembra davvero di eccellente fattura, considerato che si tratta appunto di un videogioco mobile, e ricco di effetti “realistici”.  Bisogna inoltre segnalare alcuni crash dell’applicazione (su Nexus 5 addirittura nel tutorial) che non occorrono sempre nei momenti più concitati, ma sembrano più dovuti a qualche problema non riguardante la grafica in sé. Nulla da eccepire invece per quanto riguarda il comparto sonoro, coadiuvato come al solito da un doppiaggio (in lingua inglese) professionale e da effetti sonori caratteristici.

Aggiornamento: a quanto pare è già arrivato il primo update che risolve alcuni dei problemi di Modern Combat 5. Maggiori dettagli e screenshot relativi alla nostra prova nel seguente articolo.

LEGGI ANCHE: Arriva il primo update per Modern Combat 5 con miglioramenti grafici e bug fix

Prezzo e acquisti in-app

10 secco. Ebbene si, ed il perché è presto detto. Per cominciare è il primo gioco di Gameloft da lungo tempo completamente sprovvisto di acquisti in-app (e scusate se è poco). Inoltre per 5,99€, un prezzo secondo noi perfettamente bilanciato con il lavoro richiesto per lo sviluppo del gioco, Modern Combat 5 offre una campagna più o meno divertente anche se non lunghissima, ma soprattutto un vasto comparto multigiocatore privo di utenti dotati di armamenti altamente letali ottenuti con acquisti in-app da 99€. Volete sbloccare le armi e le abilità? Dovrete sudarvele!

Giudizio Finale

Se state ancora valutando l’acquisto di Modern Combat 5: Blackout vi consigliamo di non limitarvi alla lettura di questo solo paragrafo: il titolo di Gameloft non è esente da difetti e alcuni di essi hanno purtroppo influito sul voto finale che con qualche piccolo accorgimento poteva essere molto più alto di così.

Modern Combat 5 Android Recensione (23)
Pura poesia: i canali di Venezia, i tipici palazzi, un elicottero abbattuto…

Modern Combat 5: Blackout è un titolo che ci ha divertito a prescindere dai problemi e dai difetti elencati. Non ci troviamo assolutamente d’accordo con le molte critiche mosse dagli utenti anche sul Play Store, e come dimostrano i filmati da noi registrati relativi alla campagna e al multiplayer, il titolo si lascia giocare alla perfezione senza cali di frame rate e senza crashare ad ogni occasione su un dispositivo che ha oramai un anno di vita (ASUS Nexus 7 2013).

Lo scopo finale di un gioco alla fine è proprio quello di divertire, e con Modern Combat 5, grazie in piccola parte alla campagna e grazie sopratutto al comparto multi giocatore, riuscirete a divertirvi alla grande. Il prezzo poi, 5,99€ senza acquisti in-app, è ben bilanciato in relazione all’offerta videoludica proposta. Per rispondere quindi alla domanda inziale “Perché scrivere nel titolo della recensione: Il miglior FPS per Android?“: effettivamente Modern Combat 5 potrebbe esserlo, con qualche piccolo accorgimento che speriamo arrivi entro breve sotto forma di aggiornamento.

PRO CONTRO
  • La grafica sarebbe ottima ma…
  • Comparto multi giocatore a dir poco completo
  • Sistema di progressione unificato fra la campagna e il multi giocatore
  • Supporto ai controller
  • …presenta problemi di risoluzione e di anti-aliasing
  • Necessita di una connessione costante
  • Alcuni crash di troppo su certi dispositivi

Download

Google Play Badge

Discuti nel forum

badge-forum (1)

Video gameplay

Galleria

video