Sony Smartphone Tripod 10

Sony treppiedi per Smartphone: la nostra prova (foto)

Nicola Ligas -

Se siete aspiranti fotografi con il vostro smartphone, di certo avrete sentito prima o poi l’esigenza di metterlo su un treppiedi, non solo per realizzare scatti il più possibile fermi, in barba a ogni OIS, ma anche per foto particolari, ad esempio con tempi di esposizione molto lunghi.

La forma schiacciata e allungata degli smartphone moderni non aiuta certo ad utilizzare altri tipi di accessori per ovviare al problema, ed allora ecco che Sony ha realizzato un suo smartphone tripod, un treppiedi pensato appositamente per ospitare la maggiore parte dei telefoni Android (e non solo).

LEGGI ANCHE: Sony QX10, la nostra recensione

Nome in codice SPA-MK20M, l’accessorio di Sony si presenta in una scatola munita anche di pochette per portarlo comodamente con noi, mentre il treppiedi stesso è diviso in due parti assemblabili: la base di appoggio a tre gambe, e il supporto vero e proprio che andrà ad ancorarsi saldamente al telefono.

Come indicato sulla confezione, ci sono delle dimensioni da rispettare, in particolare lo smartphone non deve essere più spesso di 15 millimetri, mentre la sua larghezza deve essere compresa fra un minimo di 54 ed un massimo di 76 millimetri. Il peso raccomandato è inoltre inferiore ai 250 grammi.

Noi lo abbiamo messo sotto stress anche con un grande Oppo N1, ma dobbiamo riconoscere che il treppiedi di Sony non si è fatto impensierire. Lo snodo centrale ci consente di inclinare lo smartphone in varie posizioni: da una parallela al piano, fino ad una perpendicolare ad esso; nel complesso ruota insomma di 90° o poco più, ma non ruota su sé stesso, il che significa che lo smartphone rimarrà comunque sempre in posizione orizzontale.

Unico neo: il prezzo. Per quanto ben realizzato, lo smartphone tripod di Sony è disponibile alla non economica cifra di 49,99€, pertanto destinato particolarmente a chi della fotografia faccia una passione / lavoro, anziché un semplice hobby.