UAE4Droid, Amiga torna su Android

Stefano Petrone -

UAE4DroidQuando ancora Microsoft Dos e Mac OS si dovevano affermare l’Android dell’epoca, anche se non open source, girava su Amiga e si chiamava Workbench. Lo usavano da Andy Warhol per fare fotoritocco a Eric Chahi per programmare, dalle televisioni per titolare e fare effetti grafici, a noi, all’epoca bambini con le manine intrise di Nutella, per giocare con i videogames.

L’Amiga arriva nelle case di tutti, in piena filosofia Jobsiana, alla fine degli anni ’80 con l’Amiga 500: processore Motorola (e si, l’azienda americana non era ancora famosa per gli smartphone) da 7MHz, ROM da 256KiB e 512KiB di RAM espandibile.

Quello che fece famoso il sistema di casa Commodore furono il primo sistema operativo multi-tasking user friendly e le apps, proprio come negli smartphone odierni Commodore International Ltd. ne fece la sua fortuna, le software house come Team17 (mai sentito Worms?), Psygnosis, Sensible, Lucasfilm, Delphine, Factor5, Bitmap Brothers sfornavano capolavori esclusivi per Amiga e venivano convertiti capolavori da coin-op Capcom, Namco e Taito dei colossi giapponesi.

Poteva questo calcolatore innovativo entrato nel cuore di moltissimi utenti mancare sui nostri droidi? Grazie al porting del famosissimo UAE è nato UAE4Droid con il quale possiamo emulare l’Amiga su smartphone Android, vediamo come.

La difficoltà maggiore che gli utenti riscontrano utilizzando un emulatore Amiga è capire cosa sono le ROM il cui vero nome è Kickstart. In parole povere sono l’equivalente delle roms di cui parliamo qui su AndroidWorld per gli smartphone, è lo spazio di memoria dove risiedono le componenti principali del sistema operativo,

L’Amiga ne ha varie versioni visto che ogni serie che usciva dalle fabbriche della Pennsylvania aveva un Kickstart diverso, solitamente si usano i più diffusi che sono il Kickstart v1.3 rev 34.5 dell’Amiga 500 e dell’Amiga 1200 il Kickstart v3.1 rev 40.68, che però, con stupore, non funzionano con questo emulatore.

Per UAE4Droid avete bisogno delle versioni Kickstart v2.04 e v2.05 rev rispettivamente dell’Amiga 500 Plus e del 600HD, purtroppo non posso distribuirne i file immagine per motivi legali ma una ricerca su Google vi permetterà di reperirli.

Nella microSD destinata al vostro smartphone createvi una directory di nome uae4droid (in alternativa l’emulatore crea una directory di nome .uae, potete anche usare quella) con due sottodirectory KSroms e ADF.

In KSroms metteteci dentro i files:
– Kickstart v2.04 rev 37.175 (1991)(Commodore)(A500+).rom
– Kickstart v2.05 rev 37.300 (1991)(Commodore)(A600HD).rom
— AGGIORNAMENTO —
Grazie a Ugo Cozzi che ha testato l’emulatore con la Versione 1.3 (Amiga 500)  e gli funziona perfettamente, quindi prima di usare questi files provate con i Kickstart 1.3 per Amiga 500
— FINE AGGIORNAMENTO —

Nella sottodirectory ADF dovete mettere i giochi che per quanto riguarda la piattaforma UAE hanno estensione .adf (Amiga Disk File).

ADF

Ora mettete le mani sul vostro smartphone Android, installate UAE4Droid dal Market e lanciatelo.

Premete “Configure” e nella schermata a cui avete accesso selezionate “ROM Location”, avrete accesso ad un file browser, andate nella sottodirectory KSrom e selezionate uno dei due files Kickstart citati precedentemente.
La scelta della versione v2.04 A500+ o v2.05 A600HD dipende dal gioco, alcuni vanno con un Kick altri funzionano con l’altro, altri ancora vanno con entrambi, non esiste una lista compatibilità dovete andare a tentoni.

1

in “Floppy1 Location” dovete mettere i files dei dischetti, ad esempio se volete far andare Shadow of the Beast dovete mettere nel drive1 Shadow of the Beast III (Disk 1 of 2) e in “Floppy 2 Location” il file immagine ADF Shadow of the Beast III (Disk 2 of 2).
Purtroppo vi dico già che non tutti i giochi per Amiga supportano il multi drive, quindi a volte dovrete caricare manualmente i floppy richiesto solamente del Floppy1 andando su “Manage” (per farlo apparire tasto Home sul vostro terminale).

6

Per capire se il gioco sta caricando vi consiglio di spuntare l’opzione “Show drive loading status”, nell’immagine che vedete del gioco TwinWorld (questa volta in modalità video stretched) sta leggendo il settore 27 del Floppy1, il numero non identifica la percentuale di caricamento ma il settore letto quindi non deve arrivare a 99 per completare il caricamento.

8

Se avete problemi con l’emulatore disabilitate “Cyclone M68k emulation” e se i giochi vanno a scatti disabilitate “Sound” tenendo a mente che è consigliato uno smartphone con processore superiore ad 1GHz.

2

Premendo il tasto Home del vostro smartphone vedrete il menù come nell’immagine sottostante che presenta le selezioni:
“Manage” permette di accedere alla configurazione dell’emulatore
“Reset” resetta il gioco
“Load State” e “Save State” servono a salvare il gioco (non funzionanti in modalità Cyclone).

9

La selezione di “Altro” fa accedere alla modalità tastiera “Switch to Keyboard Mode”, “Show/Hide touch controls” per vedere a schermo i controlli e “Change Mouse Button” per cambiare il tasto del mouse che di default è il sinistro.

7

L’emulatore è ancora molto acerbo, non permette di velocizzare la lettura dei floppy che raramente porta l’incompatibilità di alcuni titoli ma ovvia il problema dei caricamenti spesso troppo lunghi, non permette la selezione della RAM della fast e della slow, emula solamente due modelli di Amiga e ha ancora parecchie incompatibilità con moltissimi giochi.

Di seguito un video (non girato da me) che mostra Prince of Persia di Mechner giocato su un HTC Desire.

UAE4Droid for Android on AppBrain

Fonte: Fonte