Huawei P30 Pro

Huawei P30 Pro è il primo vero top di gamma dell'azienda cinese per il 2019. Affiancato dal modello "base" e da quello Lite, P30 Pro li supera però entrambi. Ecco come, ed a che prezzo.

Huawei P30 Pro è stato presentato il 26 marzo 2019, assieme al fratellino P30. Lo smartphone è subito stato reso disponibile in pre-ordine in Italia, dove sarà disponibile dal 7 aprile 2019.

Huawei P30 Pro sarà uno dei modelli più cari di sempre dell'azienda. In particolare i prezzi di lancio in Europa sono i seguenti:

  • Prezzo Huawei P30 Pro (6/128 GB): 999€
  • Prezzo Huawei P30 Pro (8/256 GB): 1.099€

Acquistando Huawei P30 Pro entro il 7 aprile 2019 riceverete gratis uno speaker Sonos One (qui la nostra recensione). In più avrete anche un codice del valore di 50 euro per Huawei Video. Acquistandolo invece tra l'8 ed il 21 aprile non sarà compreso lo speaker, ma solo il codice. Ulteriori dettagli sul sito ufficiale www.huaweipromo.it.

CANALE TELEGRAM OFFERTE

  • Schermo: 6,47” OLED full HD+ (1.080 x 2.340 pixel, 19,5:9, 398 ppi)
  • CPU: Kirin 980 con GPU Mali-G76MP10
  • RAM: 8 GB LPDDR4x
  • Memoria interna: 128 / 256 GB espandibile (con nanoSD fino a 256 GB)
  • Fotocamera posteriore: 40 megapixel, f/1.6 con OIS + grandangolo da 20 megapixel, f/2.2 + teleobiettivo da 8 megapixel, f/3.4, zoom ibrido 10x + ToF camera per effetti Bokeh realistici anche nei video
  • Fotocamera frontale: 32 megapixel, f/2.0 con supporto HDR+
  • Connettività: hybrid dual SIM (nano + nano / nanoSD), LTE Cat.21, Wi-Fi 802.11 ac (2,4/5GHz), Bluetooth 5, GPS, NFC, USB Type-C 3.1 Gen1
  • Batteria: 4.200 mAh con fast charging a 40W e ricarica wireless (e inversa)
  • Certificazione: IP68
  • Dimensioni: 158 x 73 x 8,41 mm
  • Peso: 192 grammi
  • OS: Android 9.0 Pie con EMUI 9.1

Huawei P30 Pro è uno dei migliori camera-phone del momento. Eccellente per quanto riguarda lo zoom (5x ottico, 10x ibrido, e fino a 50x digitale), ma ottimo anche negli scatti con poca luce, dove supera anche i Google Pixel. Anche il display è all'altezza, e nel complesso lo smartphone è elegante e "fa figura". Menzione d'onore per l'autonomia, davvero superiore alla media.

I pochi difetti sono per di più ereditati, e consistono nell'assenza del jack audio (al quale ormai potete rinunciare), nell'audio mono e nei sistemi di sblocco migliorabili (il lettore sotto al display non è ancora al pari di quelli tradizionali). L'interfaccia grafica non ha poi subito grandi evoluzioni. Se la EMUI già vi piaceva, sarete a cavallo. In caso contrario non sarà questa edizione a farvi cambiare idea.

Caratteristiche

Huawei P30 Pro integra un lettore di impronte digitali sotto al display, proprio come P30. Al contrario di quest'ultimo, non ci sarà però un jack audio. La vera particolarità è però l'assenza di capsula auricolare. Tramite la tecnologia Acoustic Display, il suono viene trasmesso attraverso la metà superiore del display, liberando ulteriormente le cornici dello smartphone.

Avremo invece tre microfoni per una migliore qualità in chiamata e registrazione. Sempre presente la porta USB Type-C. Ci aspettiamo che sia presente anche la certificazione IP68 di resistenza ad acqua e polvere. Come sempre però, la parte del leone la fa il comparto fotografico, cui abbiamo dedicato una paragrafo a sé.

Fotocamera

Huawei P30 Pro adotta ben 4 fotocamere posteriori. Le vedete illustrate qui sopra, con accanto vari LED e sensori per la messa a fuoco. Abbiamo in particolare uno zoom ibrido 10x, in grado di garantire ingrandimenti elevati senza perdita di qualità. Utilizzando tutta la potenza dello zoom digitale potrete inoltre arrivare fino a 50 ingrandimenti. C'è poi una fotocamera grandangolare, per riprendere una scena più ampia. La quarta fotocamera infine è a "tempo di volo" (time of flight camera - ToF), per un più realistico effetto bokeh, anche nei video. La potete vedere posizionata separate dalle altre, subito sotto LED flash e sensori per la messa a fuoco.

La fotocamera frontale dovrebbe è invece da ben 32 megapixel, inserita in un piccolo notch a goccia. E non dimentichiamoci dell'Intelligenza Artificiale, che non mancherà di arricchire gli scatti di tutte le fotocamere di Huawei P30 Pro.

Da notare inoltre che P30 Pro utilizza un sensore RYB in luogo del più comune RGB. Giallo al posto del verde in pratica, perché il giallo fa passare più luce. E la fedeltà dei colori? Viene corretta via software, sapendo appunto di questa "sostituzione".

DxOMark ha consacrato la potenza di P30 Pro con il punteggio più alto di sempre: 119 per le sole foto, che lo fa schizzare al vertice della classifica. Peccato che i video non sembrino essere all'altezza, con un punteggio appena inferiore anche a quello di P20 Pro.

Ultime Notizie

Di seguito trovate tutti gli articoli dedicati ad Huawei P30 Pro che abbiamo scritto. Le informazioni fin qui riportate verranno via via aggiornate in base alle ultime novità.

Gli ultimi articoli