Huawei Mate 30

style="text-align: left;"

style="text-align: left;"

Prezzo

Huawei Mate 30 ha un prezzo di 799 euro. Si tratta di una buona cifra, se ce lo chiedeste, in linea bene o male con il passato. Considerando la qualità dello smartphone poi, è per certi versi anche concorrenziale, rispetto appunto a certa concorrenza. Per quanto riguarda le colorazioni abbiamo: space silver, emerald green, cosmic purple e black, ed anche due varianti in vegan leather (forest green ed orange).

Esteticamente molto simile al modello Pro, Huawei Mate 30 si distingue per non avere lo schermo spiovente ai lati, e per il notch più piccolo. Ovviamente è un demerito, ma il perché lo capirete a breve. Intanto diamo un'occhiata alla sua scheda tecnica.

  • Schermo: 6,62'' full HD+ (1.080 x 2.340 pixel) AMOLED
  • CPU: Kirin 990 con GPU Mali-G76 MP16
  • RAM: 8 GB LPDDR4X
  • Memoria interna: 128 GB espandibile (con nanoSD)
  • Fotocamera posteriore:
    • principale: 40 megapixel, 27mm, f/1.8, RYYB, dimensioni 1/1,7''
    • grandangolo: 16 megapixel, 17mm, f/2.2
    • teleobiettivo: 8 megapixel, 80mm, zoom 3x, f/2.4, OIS
  • Fotocamera frontale: 24 megapixel, f/2.0
  • Connettività: hybrid dual SIM (nano SIM + nano SIM/nanoSD), Dual LTE, Wi-Fi 802.11 ac dual band, Bluetooth 5.1 LE, GPS (L1 + L5 dual band), NFC, USB 3.1 Type-C Gen1
  • Batteria: 4.200 mAh con ricarica rapida a 40W e wireless a 27W
  • Dimensioni: 160,8 x 76,1 x 8,4 mm
  • Peso: 196 grammi
  • Resistenza: IP53
  • OS: Android 10 con EMUI 10

Come potete vedere dall'immagine qui sopra, Huawei Mate 30 ha un notch abbastanza ampio e le 3 fotocamere posteriori chiuse a cerchio. Riguardo la connettività, non ci sarà il supporto 5G, esclusiva di una apposta variante della versione Pro.

La parte più misteriosa resta il software. Huawei non avrà il permesso di usare la licenza Google. Questo significa niente Play Store né applicazioni Google. Non sappiamo se l'azienda offrirà una qualche soluzione, ma per ora sembra che l'installazione, anche manuale, delle applicazioni di Google sia da escludere.

Come ogni anno, ci sarà anche la variante Pro. Rispetto a quella ordinaria ci saranno anche differenze estetiche. La versione Pro sarà infatti dotata di uno schermo "waterfall", che spiove sui bordi laterali. Prendete ad esempio gli schermi edge di Samsung, ed allungate ulteriormente la curvatura del display, per darvi un'idea. Per tutti i dettagli, potete cliccare sul titolo di questo paragrafo.

Al contrario di Mate 30 e Mate 30 Pro, la variante Lite è già praticamente nota. Non è ancora disponibile in commercio, ma le sue specifiche sono complete. Si tratta infatti del gemello di Nova 5i Pro, già visto in Cina. Anche in questo caso, per tutti i dettagli vi basta cliccare sul titolo del paragrafo.

Rumor

style="text-align: left;"

Gli ultimi articoli