Google Play store

Che cosa è il Play Store?

style="text-align: left;"

style="text-align: left;"

style="text-align: left;"

style="text-align: left;"

style="text-align: left;"

INDICE

style="text-align: left;"

style="text-align: left;"

style="text-align: left;"

style="text-align: left;"

style="text-align: left;"

style="text-align: left;"

style="text-align: left;"

style="text-align: left;"

style="text-align: left;"

style="text-align: left;"

style="text-align: left;"

Come cambiare paese sul Play Store

Se voleste cambiare paese su telefoni Android, sappiate che è possibile, ma solo a certe condizioni. Anzitutto dovete trovarvi all'estero, nel paese nel quale volete cambiare, altrimenti l'opzione non sarà disponibile. Dovrete inoltre avere un metodo di pagamento registrato nel paese in questione.

Infine, non potete cambiare paese su Google Play più di una volta l'anno. E se cambierete paese, non potrete usare l'eventuale saldo di Google Play residuo relativo al paese di partenza.

Tenete inoltre conto del fatto che i contenuti mostrati dipendono dal paese associato a Google Play. Ovvero app e giochi disponibili variano in base al paese.

Detto questo, se rientraste nelle condizioni riportate, ecco come cambiare paese sul Play Store.

  1. Aprite il Play Store
  2. Premete su menu 

 poi su Account e quindi su Paese e profili

  • Toccate il paese in cui volete cambiare l'account
  • Aggiungete un metodo di pagamento valido in quel paese (una volta creato il profilo potete aggiungere metodi di pagamento di altri paesi).
  • Al termine della procedura potrebbero volerci fino a 24 ore per applicare le modifiche. Al termine il nuovo paese viene impostato automaticamente nel Google Play Store.
  • Quanto si guadagna

    I guadagni delle app Android dipendono da molte cose. Prima di tutto, logicamente, dal successo dell'app stessa. Inoltre dipendono anche dal tipo di monetizzazione scelta. Il guadagno con un'app gratuita è legato strettamente dai banner pubblicitari ed al numero di clic che vi effettueranno gli utenti. Nel caso di un'app a pagamento, senza pubblicità, è il mero numero delle vendite a fare la differenza. A meno quindi di non attrarre sempre nuovi utenti, o di non prevedere formule di sottoscrizione, i guadagni delle app a pagamento possono anche arrestarsi se non ci fosse crescita di nuovi utenti. Nei migliori casi, è un lavoro anche molto redditizio.

    A parte questo considerazioni generali, dovete inoltre sapere che il Google Play Store trattiene il 30% dei ricavi delle app a pagamento. Ovvero, i ricavi derivanti dalla vendita delel app e da acquisti in-app hanno una commissione del 30% del prezzo.  Per quanto riguarda i prodotti in abbonamento che rimangono tali dopo 12 mesi di pagamenti, la commissione scende al 15% (anziché al 30%).

    Play Store non funziona: cosa fare

    style="text-align: left;"

    style="text-align: left;"

    style="text-align: left;"

    style="text-align: left;"

    style="text-align: left;"

    FAQ

    style="text-align: left;"

    style="text-align: left;"

    Cosa fare se Google Play non funziona?

    style="text-align: left;"

    Come fare il download da Google Play?

    style="text-align: left;"

    Gli ultimi articoli