Google Pay

Cos'è Google Pay

Google Pay (stilizzato come G Pay) è un servizio di pagamenti in mobilità realizzato da Google, che nasce come fusione di due servizi precedentemente disponibili: Android Pay e Google Wallet.

Con Google Pay è possibile pagare in maniera contactless, tramite smartphone, in tutti i negozi con POS abilitato, nonché online su siti e app che supportano Google Pay come metodo di pagamento. A scanso di equivoci, sottolineiamo che in Italia l'app è compatibile solo con Android e non con iPhone.

Ad oggi la sua diffusione è molto capillare in tutta la nostra penisola, tanto che è difficile trovare un negozio dove Google Pay non venga accettato. Il servizio è gratuito, al netto dei pagamenti, ovviamente.

Come funziona

Google Pay utilizza il protocollo NFC, che permette allo smartphone di comunicare con i POS abilitati ai pagamenti contactless. Per poter utilizzare questo sistema di pagamenti, per prima cosa è necessario associare una carta di credito o di debito nell'apposita applicazione.

Come attivare Google Pay

Una volta avviata l'app, premete su "aggiungi una carta" e quindi su "carta di debito o di credito" e compilate tutti i dati della vostra carta richiesti (più in basso trovate l'elenco completo delle banche supportate). 

Una volta inserite tutte le informazioni, dovrete verificare la vostra identità ricevendo un codice via SMS o via email. In caso di errore, provate a ripetere la procedura, ma se il problema dovrebbe persistere significa che probabilmente la vostra banca/carta non è abilitata.

Pagamenti in negozio e online

Dopo aver configurato l'app, potrete pagare facilmente in quasi tutti i negozi: ormai la maggior parte degli esercenti sono dotati di un POS contactless, che è lo stesso che viene utilizzato con le carte di credito wireless, che funzionano semplicemente poggiando la carta sul lettore.

In generale, se il negozio espone uno dei due loghi qui sotto, avrete la certezza di poter pagare con G Pay senza problemi.

Pagare in negozio è molto semplice: è sufficiente sbloccare lo smartphone e poggiarlo sul POS contactless come fosse una carta di credito. Non è neanche necessario aprire l'app di Google Pay: dopo pochi istanti, vedrete una spunta che conferma che il pagamento è andato a buon fine.

Per quel che riguarda i pagamenti online, invece, la situazione è più difficile e non sono ancora moltissimi i servizi e le app che supportano il sistema di pagamenti di Google. Attualmente, Google Pay può essere utilizzato su Asos, Booking.com, Deliveroo, Flixbus, RyanAir e Vueling; presto sarà supportato anche da IBS, Musement, MyTaxi e TIM.

In generale, sui siti in cui è possibile pagare con G Pay, trovererte il tasto qui sotto, che vi permetterà di completare rapidamente la transazione senza dover inserire i dati della carta di credito.

Banche e carte supportate

Per poter utilizzare Google Pay è necessario collegarlo ad una carta di credito o debito emessa da una banca supportata.

Tra i più famosi annoveriamo:

  • Nexi (e le relative banche partner)
  • Banca Widiba
  • Banca Mediolanum
  • N26
  • Revolut
  • Fineco
  • HYPE
  • UniCredit
  • Ubi Banca
  • PostePay/BancoPosta

L'elenco completo delle banche supportate in Italia è disponibile a questo indirizzo.

Si può collegare PayPal?

No, non è possibile collegare Google Pay con PayPal: sono due servizi diversi, e PayPal non può in alcun modo sostituire una carta di credito associata all'account Google.

Download

L'app Google Pay è disponibile per Android dal Play Store e può essere scaricata cliccando il badge qui sotto.

Scarica da Play Store

Si può usare con iPhone in Italia?

Nonostante Google Pay si possa utilizzare (almeno in parte, per inviare denaro) anche su iPhone all'estero, in Italia attualmente non è possibile in alcun modo configurare il servizio di Google su iPhone o altri dispositivi iOS/iPadOS.

Gli ultimi articoli