I migliori Pixel di sempre, al miglior prezzo di sempre

Nuove conferme da mezzo mondo sul prezzo di Pixel 6 e Pixel 6 Pro li configurano come i più convenienti googlefonini di sempre. Ed ovviamente l'Italia è fuori dai giochi.
I migliori Pixel di sempre, al miglior prezzo di sempre
Nicola Ligas
Nicola Ligas

Mancano poco più di 24 ore al lancio di Pixel 6 e Pixel 6 Pro, ed il cerchio si sta sempre più chiudendo sui nuovi smartphone di Google. Sappiamo infatti già praticamente tutto ciò che riguarda l'hardware (vedi i due link precedenti), e buona parte di ciò che riguarda il software. Anche il prezzo, che di solito è l'incognita finale, sembra ormai una certezza.

Ne avevamo in realtà già parlato qualche tempo fa, con quelli che dovevano essere i prezzi per l'Europa, 649€ per Pixel 6899€ per Pixel 6 Pro, ed ora ci sono tante diverse conferme a livello internazionale. In Australia si parte da 999 dollari australiani, circa 640 euro, negli USA abbiamo 599$ per Pixel 6 e 898$ per Pixel 6 Pro, mentre in UK Pixel 6 Pro parte da 849£ su Amazon.uk.

Come vedete si tratta di tutte cifre sostanzialmente allineate, al netto di qualche differenza tra i vari mercati, e che di fatto si rinforzano a vicenda. C'è inoltre un altro particolare molto interessante: la pagina su Amazon UK prevede la spedizione in Italia, il che semplificherà molto l'acquisto a chi di noi volesse comprarne uno. Attenzione però al cambio sfavorevole con la sterlina, meglio approfittare di Amazon Francia o Germania, dove non ci sono problemi di conversione, sperando che anche per loro valga la medesima politica di spedizione.

A dispetto quindi del loro essere i migliori Pixel di sempre, con il primo vero e importante rinnovamento sin dal loro lancio, sembra saranno anche i più convenienti. Forse non lo ricordate, ma Pixel 4 fu lanciato per 759 euro e Pixel 4 XL per 899 euro, entrambi tra l'altro con 64 GB di memoria interna, mentre adesso si parte da 128 GB. Ed il mercato odierno è anche decisamente più caro di quello di due anni fa, eppure i Pixel 6 riescono non solo a non rincarare, ma ad essere anche più economici.

Inutile ribadire a questo punto che sia un peccato non averli in Italia. Vi rimandiamo piuttosto ad un articolo successivo al lancio, nel quale spiegheremo come acquistarli dall'estero, sperando che le scorte siano sufficienti e che non ci siano troppi balzelli.

Commenta