7.9

Xiaomi Redmi Note, la recensione (foto e video)

video Emanuele Cisotti -




Recensione Xiaomi Redmi Note

Dopo la sorpresa (positiva) di Xiaomi Mi3, abbiamo voluto provare con estremo piacere la sua versione (più o meno) phablet, ancor più economica. Si tratta di Remi Note, dispositivo da 5,5 pollici in vendita a 223€. Il prezzo è sospetto? Vediamo insieme se c’è qualche “fregatura”.

6.0

Confezione

All’interno della confezione in cartone (minimale ma elegante) di Xiaomi Redmi Note, troviamo l’alimentatore (con adattatore italiano) e il cavo microUSB-USB. Non sono presenti purtroppo le cuffie auricolari e nessun altro tipo di accessorio.

7.0

Costruzione ed Ergonomia

Xiaomi Redmi Note 4

Redmi Note è realizzato interamente in plastica. Quella posteriore è abbastanza leggera come fattura, lucida al tatto e che trattiene molto le impronte digitali (ma nella variante bianca non si nota). Il dispositivo non sembra economico e l’azienda è riuscita a donargli un “sapore” giovanile, nelle forme e nei colori. La cover è facile da rimuovere e i tasti fisici (del volume e di accensione) si premono bene (sono posti a destra). I tasti touch sotto lo schermo sono rossi, ma non retroilluminati. Le dimensioni sono generose, come ogni phablet, e l’ottimizzazione degli spazi è sufficiente ma niente di sensazionale. È il peso però quello che si fa sentire di più, con i suoi 199 grammi, anche se ben distribuiti, può farsi sentire nell’uso prolungato.

7.5

Hardware

Xiaomi Redmi Note 7

Le caratteristiche tecniche di questo Redmi Note sono: processore Mediatek MT6592 ad 8 core, 2 GB di RAM e 8 GB di memoria interna, espandibile tramite microSD. Il processore non è fra i più performanti della sua categoria, ma è sicuramente il più potente offerto da Mediatek, unica scelta per le aziende che vogliono realizzare smartphone dual SIM (come è Redmi Note). Solo la prima SIM è dotata di connettività HSUPA (ma non LTE). La Wi-Fi non è a due bande, mentre il bluetooth è invece aggiornato alla versione 4.0 che supporta la connessione a dispositivi a basso consumo energetico.

Lo speaker è posto sul retro: il volume è buono, ma basta poco per far sì che si attutisca in modo anche abbastanza sensibile (ma onestamente senza mai darci particolari problemi con notifiche e suoneria).

7.0

Fotocamera

Questo phablet di Xiaomi è dotato di una fotocamera principale da 13 megapixel che realizza anche video fino a 1080p. Frontalmente la fotocamera è da ben 5 megapixel. L’interfaccia di scatto realizzata da Xiaomi è ottima, anche se in questa versione non è particolarmente ricca di funzioni. Presente comunque lo scatto con audio, l’HDR e le foto panoramiche. Lo scatto è un po’ più lento di quanto avremmo voluto, ma gli scatti realizzati sono nella media per la concorrenza, migliori comunque di buona parte dei dispositivi in vendita allo stesso prezzo.

SAMPLE: Foto – Video

8.0

Display

Xiaomi Redmi Note 5

Lo schermo da 5,5 pollici (tecnologia IPS) di questo dispositivo si fa ammirare per la sua bellezza. La risoluzione è “solo” di 1280 x 720 pixel, che si traduce nella possibilità di distinguere i pixel avvicinando lo schermo all’occhio, cosa che difficilmente farete nell’utilizzo giornaliero. La luminosità è ottima e anche la sua regolazione in automatico grazie al sensore dedicato. Buono anche il bilanciamento dei colori che tende lievemente ai toni caldi (non è presente una regolazione del colore).

8.0

Software

Screenshot Xiaomi Redmi Note 02Screenshot Xiaomi Redmi Note 04

La MIUI è sempre un piacere per la vista e per… il cervello. L’interfaccia è sia molto bella da vedere, infatti, che utile e piena di funzioni per chi vuole andare un po’ più a fondo. Alcune icone sono aggiornate in tempo reale e diventano un widget se trascinate, i tasti touch possono avere funzioni alternative personalizzabili se tenuti premuti e la barra delle notifiche è totalmente personalizzabile. Queste sono solo alcune delle possibilità offerte dalla MIUI di questo Redmi Note, al momento basata su Android 4.2.2. Il sistema è del tutto localizzato in italiano e contiene il Play Store (ma non le app Google, che possono essere installate dal Play Store stesso). Il sistema non perde mai un colpo e ci fa dimenticare di non avere l’ultima versione di una CPU Qualcomm “sotto il cofano”.

Tra le app preinstallate troviamo anche un app delle note, una torcia, una bussola, un registratore (che sembra davvero avere una cassetta all’interno), un file manager e sopratutto un app sicurezza che copre davvero tantissmi frangenti, come i permessi delle app, una blacklist, la gestione dei dati consumati e anche un antivirus.

Software: Browser

Il browser stock funziona in modo molto fluido in ogni situazione e supporta anche la riproduzione di contenuti in formato Flash.

Software: Multimedia

Anche il lato multimediale di un firmware MIUI, come questo, è più che soddisfacente. Il lettore audio funziona bene e così fa anche quello video (che ha cali di framerate solo con i file divx, e non con quelli in HD).

7.5

Autonomia

Buona l’autonomia del telefono, anche grazie alla batteria da 3200 mAh. Non aspettatevi miracoli, ma grazie ai consumi contenuti del processore MediaTek si supera tranquillamente la giornata, ma è difficile pensare di coprire due giorni senza prima ricaricare lo smartphone.

Prezzo

Questo Xiaomi Redmi Note viene venduto all’interessantissimo prezzo di 223€. Al momento è quindi uno dei phablet più economici acquistabili online.

Acquisto

Xiaomi Redmi Note è acquistabile online a 223€ sul sito xiaomishop.it ed è possibile usufruire di un ulteriore sconto del 4% usando il codice androidworldxiait.

Benchmark

benchmark Xiaomi Redmi Note

Foto

Giudizio Finale

Xiaomi Redmi Note

7.9

Xiaomi Redmi Note

Questo phablet di Xiaomi è un prodotto molto interessante sotto molti aspetti. Non è perfetto, ma non ha difetti che potrebbero seriamente intaccare in negativo la vostra esperienza di uso giornaliera. La fotocamera è migliore della media, l'audio è sufficiente e lo schermo è di qualità. Il software personalizzato MIUI poi è un grandissimo punto a favore, specialmente considerando che questo è l'unico smartphone dual SIM con processore MediaTek che goda di una vera personalizzazione software. E se pensiamo che questa personalizzazione è quella offerta da Xiaomi con MIUI, non possiamo che rallegarcene. Se vi piacciono gli schermi importanti e cercate un dual SIM è da considerare con una delle prime scelte. Anche se non state valutando l'acquisto di un dual SIM, ma magari apprezzate l'interfaccia dell'azienda cinese, vi consigliamo comunque di non scartarlo dalle vostre scelte.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Schermo di qualità
  • Sistema ricco di funzioni
  • MIUI molto gradevole esteticamente
  • Supporto dual SIM
Contro
  • Peso importante
  • Ricezione Wi-Fi sottotono
  • La batteria è solo nella media
  • Niente LTE
Xiaomi Redmi Note

Xiaomi Redmi Note

confronta modello

Ultime dal forum: