7.9

Xiaomi Mi 6X, la recensione (foto e video)

Emanuele Cisotti




Recensione Xiaomi Mi 6X

Xiaomi non è certo un’azienda che si ferma “a riflettere” mese dopo mese continua a sfornare nuovi smartphone. Oggi vi parliamo di Xiaomi Mi 6X, quello che potrebbe diventare in futuro la base per un possibile Xiaomi Mi A2 con Android One.

LEGGI ANCHE: Migliori smartphone cinesi

7.5

Confezione

All’interno della confezione troverete una custodia in silicone, un piccolo alimentatore 5V/2A (con nel nostro caso un adattatore per la presa italiana incluso da Honorbuy) e un cavo USB/USB-C.

8.0

Costruzione ed Ergonomia

Xiaomi Mi 6X non offre un design dissimile rispetto a quanto visto con gli altri smartphone Xiaomi. È realizzato interamente in metallo e in mano risulta gradevole al tatto e comodo da utilizzare. Non è troppo scivoloso e il metallo non tende a trattenere troppo le impronte digitali. I tasti fisici, sul lato destro, si premono bene e il dispositivo, pesando solo 168 grammi, è leggero. Il design è gradevole ma non certo innovativo e molto simile a tanti altri dispositivi Xiaomi. Uno fra tutti Xiaomi Redmi S2 da poco recensito.


8.0

Hardware

Xiaomi Mi 6X è un buon medio gamma dal punto di vista hardware. È dotato di un processore Snapdragon 660 octa core da 2,2 GHz con GPU Adreno 512. La nostra versione ha 4 GB ma è disponibile anche una variante da 6 GB. La memoria interna è da 64 GB ma non è espandibile, poiché il carrellino è dedicato solo a due nanoSIM. Discreta la connettività: LTE fino a 600 Mbps, Wi-Fi ac a doppia banda e Bluetooth 5.0. Lo speaker posizionato inferiormente ha un volume ed una qualità nella media.

Manca purtroppo sia il chip NFC, che il jack audio. Una pecca secondo noi ancora più grave in uno smartphone della fascia media il cui pubblico è molto più ampio di un top di gamma.

SCHEDA: Xiaomi Mi 6X

8.0

Fotocamera

Xiaomi Mi 6X è dotato di un sistema di doppia fotocamera da 16 + 20 megapixel. Il secondo sensore da 20 megapixel entra in gioco in automatico quando la luce scende. Difficile comprendere i veri vantaggi dell’utilizzo di questo sensore invece del principale, ma abbiamo alcuni dubbi a riguardo (un po’ come anche su OnePlus 5T). Il secondo sensore è leggermente più ampio in termini di campo e può anche essere utilizzata per l’effetto sfocatura di un soggetto in primo piano. La qualità delle foto ci ha stupito in positivo e rientra ampiamente nei canoni di uno smartphone di fascia media. Le foto sono dettagliate, la messa a fuoco è buona e così anche il bilanciamento dei colori. L’interfaccia è semplice ma chiara, anche se alcune funzionalità secondarie sono un po’ nascoste.

Risultati altalenanti nei video dove il bilanciamento delle luci non è perfetto, ma dove invece abbiamo una discreta stabilizzazione elettronica anche in 4K. Non male neanche la fotocamera frontale da 20 megapixel ƒ/1.8, anche se l’HDR automatico in questo caso non sembra troppo efficiente.

SAMPLE: FotoVideo

8.0

Display

Questo dispositivo Xiaomi è dotato di un display da 5,99 pollici in risoluzione FullHD+ (2160 x 1080 pixel) in tecnologia IPS. La resa dei colori è buona anche se la luminosità automatica si tara spesso troppo al ribasso e richiede una “aggiustatina” in manuale. Nelle impostazioni troviamo tre regolazioni di colore e tre di contrasto, così come la possibilità di attivare il doppio tocco per risvegliare lo schermo.

8.0

Software

Mi 6X è ovviamente dotato di software MIUI 9.5, in questo caso nella sola versione cinese. È comunque a disposizione di chi voglia sbloccare il bootloader (procedura che richiede quasi 8 giorni di attesa per l’autorizzazione) e installare il firmware del forum Xiaomi.Eu. Altrimenti potrete comunque installare il Play Store e convertire le app di terze parti in italiano. In questo caso però ad ogni riavvio avrete bisogno di un paio di tap per ripristinare questa opzione.

Il software è molto fluido e come sempre la MIUI riserva un gran numero di sorprese molto gradite, anche se ultimamente non si sono viste grandi novità in termini di funzionalità o grafiche (qualcosa arriverà con la MIUI 10). Abbiamo anche qui le ottime gesture per la navigazione, la modalità ad una mano (solo disabilitando però le gesture), i temi, la possibilità di sdoppiare alcune applicaizoni o di sdoppiare l’intero sistema per tenere al sicuro una parte della nostra vita.

Questa versione della MIUI è basata su Android 8.1 con le patch di maggio ed è estremamente fluida in ogni operazione. È presente anche lo sblocco con il volto, anche se non è sempre precisissimo.

7.0

Autonomia

La batteria da 3010 mAh si è comportata bene, portandoci quasi sempre a fine giornata. Purtroppo è comunque successo che dovessimo dargli una “botta” di ricarica verso l’ora di cena: non proprio ottimale in alcune situazioni.

7.5

Prezzo

Xiaomi Mi 6X al momento non viene commercializzato in Italia, ma potrete acquistarlo tramite vari siti. Honorbuy lo propone a partire da 289€, un prezzo interessante per l’hardware in dotazione.

Foto

Giudizio Finale

Xiaomi Mi 6X

7.9

Xiaomi Mi 6X

Xiaomi Mi 6X è un buon smartphone Xiaomi. Non è ancora chiaro se e quando ci dovesse essere una versione internazionale. Non è troppo diverso rispetto al modello dello scorso anno ma tutte le specifiche sono al posto giusto.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Buone fotocamere
  • Software completo e fluido
  • Buon hardware
  • Sottile e leggero
Contro
  • Software solo cinese (in partenza)
  • Batteria non entusiasmante
  • Manca il jack audio
  • Memoria non espandibile