8.2

Wiko Fever, la recensione (foto e video)

videoWiko Fever Emanuele Cisotti -




Recensione Wiko Fever

Wiko sembrava quasi aver allentato la “pressione” sul nostro paese dopo un inizio brillante. Ha attirato però molto l’attenzione il lancio di Wiko Fever uno smartphone con un prezzo interessante e un hardware di rilievo. Scopritelo nella nostra recensione.

7.0

Confezione

Wiko Fever - 1

All’interno della confezione di Fever troverete un alimentatore da 1A, un cavo USB-microUSB e un paio di cuffie in-ear, purtroppo senza gommini di varie misure.

7.5

Costruzione ed Ergonomia

Wiko Fever - 8

Benché la parte frontale di questo Fever non “brilli” per ottimizzazione degli spazi lo smartphone risulta comunque comodo da tenere in mano, sopratutto grazie ad una forma abbastanza stondata e per il retro in plastica ruvida con una trama simil pelle. Il retro cozza un po’ con l’estetica pulita dello smartphone e trattiene più impronte di quanto avremmo voluto (e pulirlo è più complicato del previsto). Bello invece il profilo metallico e buoni i tasti fisici presenti sul lato destro.

Sì, questo è anche il primo smartphone con profilo fosforescente, ma… in realtà non lo è. La variante nera infatti, anche con il buio più totale non emette nessun tipo di luminescenza.

8.0

Hardware

Wiko Fever - 3

Wiko Fever è dotato di un processore Mediatek MT6753 octa core da 1,3 GHz con processore grafico Mali T720. Buone le prestazioni dello smartphone, anche grazie alla RAM che ammonta a ben 3 GB (al pari quindi con i concorrenti più blasonati). La memoria interna si ferma invece a 16 GB ma è possibile espanderla con una memoria microSD e renderla anche predefinita.

La connettività è dual SIM fino a 150 Mbps, mentre la Wi-Fi è solo b/g/n e non supporta quindi la frequenza a 5 GHz. Presente il Bluetooth 4.0 e assente purtroppo l’NFC. Troviamo anche la radio FM, ma manca purtroppo il secondo microfono. L’audio erogato dallo speaker posteriore è buono in qualità ma un po’ basso come volume.

SCHEDA: Wiko Fever

7.5

Fotocamera

2015-12-20 20.10.18

La fotocamera principale è da 13 megapixel ed è in linea con la tipologia di prodotto. Le immagini sono ricche di dettagli, la messa a fuoco è abbastanza rapida e lo scatto è altrettanto fluido. Gli scatti che si ottengono sono buoni, anche se non perfetti, sopratutto in condizioni di luce particolari o con poca luce. Abbastanza ricco il software che offre funzionalità come il doppio scatto, l’HDR e lo scatto manuale.

Buona la fotocamera frontale da 5 megapixel che offre anche il supporto di un flash frontale, singolo come quello della fotocamera posteriore. I video realizzati dalla fotocamera frontale hanno risoluzione massima di 1080p e sono di qualità discreta. Peccato per l’essere salvati in formato 3gp e per soffrire di una anteprima molto “scattosa”.

SAMPLE: Foto – Video

8.5

Display

Wiko Fever - 2

Lo schermo da 5,2 pollici ha una risoluzione di 1920 x 1080 pixel ed è realizzato in tecnologia IPS. Il display si comporta particolarmente bene in praticamente ogni condizioni e lo promuoviamo sia come definizione, sia come fedeltà dei colori, come anche per adattamento automatico e angoli di visione (devo lo schermo leggermente si scurisce).

Non siamo rimasti particolarmente colpiti però dalla sensibilità del display alle gesture a schermo spento.

7.5

Software

2015-12-20 20.07.512015-12-20 20.08.06

Android è aggiornato alla versione 5.1 Lollipop ed è personalizzato con la nuova interfaccia Wiko che fa sparire il drawer delle applicazioni e raccoglie tutte le app direttamente sulle home. Il sistema è molto fluido e, a parte per la gestione della home, rispecchia in modo molto fedele l’interfaccia stock di Android. Troviamo alcune delle funzionalità “Mediatek”, come la gestione dei profili sonori, l’accensione programmata e purtroppo anche il bug che impedisce ai tasti a schermo di vibrare in modalità silenziosa.

Per il resto le poche app aggiuntive di Wiko non cambiano l’esperienza d’uso che avreste con un qualsiasi smartphone Android generico. Buone le prestazioni del browser web, mentre più deludente la dotazione multimediale: meglio scaricare altri software dal Play Store.

8.0

Autonomia

La batteria da 2900 mAh ha garantito un risultato quasi formidabile per l’amperaggio, permettendoci di arrivare sempre al termine della giornata lavorativa e arrivando anche a due giorni completi se l’uso che ne facciamo è più moderato.

8.5

Prezzo

Wiko Fever viene venduto ufficialmente in Italia a 199€, un prezzo super aggressivo, sopratutto considerando che l’azienda è presente realmente nel nostro paese, al contrario di molti concorrenti asiatici.

Acquisto

Wiko Fever è disponibile su Amazon a 199€.

Benchmark

Foto

Giudizio Finale

Wiko Fever

8.2

Wiko Fever

Wiko Fever non è un vero anti-top di gamma, ma è prima di tutto un anti-low cost cinese. Offre un hardware di rilievo, un software scattante (anche se non molto ricco), un buon display e nessun difetto di rilievo. Per 199€ è quasi imbattibile, considerando assistenza e garanzia italiana.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Prezzo contenuto
  • Buon hardware
  • Buon display
  • Software fluido
Contro
  • Non è fluorescente (la variante nera)
  • Cheap la cover posteriore
  • Non c'è il secondo microfono
  • Manca il Wi-Fi 5 GHz e l'NFC