Recensione Vivo V23: qualcosa di unico

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti

Recensione Vivo V23

Vivo tiene in vita forse l'unica famiglia di prodotti pensati per chi scatta molti selfie o chiunque in generale utilizzi molto la fotocamera frontale. La famiglia V si aggiorna oggi con un nuovo componente: V23 5G.

PRO

  • Ottimo per i selfie
  • Ottima qualità costruttiva
  • Software fluidissimo
  • Ricarica rapida

CONTRO

  • Autonomia solo nella media
  • Prezzo non contenuto
  • Grandangolari non entusiasmanti
  • Memoria non espandibile

Confezione

All'interno della confezione di Vivo V23 troviamo un alimentatore da 44", un cavo USB/USB-C e una apprezzata cover in silicone semi-trasparente. A completare il tutto troviamo anche un paio di cuffie con jack audio e un adattatore da jack audio a USB-C.

Costruzione ed Ergonomia

Vivo V23 è uno smartphone molto diverso dalla media degli smartphone Android. Il primo motivo è il profilo lucido e tagliato di netto che ricorda molto per stile quello di un iPhone recente. Questa associazione però è dovuta anche al fatto che se altre soluzioni stilistiche sono state ampiamente percorse nel mondo Android, questa è invece una rarità. Il retro è in vetro satinato ed ha una finitura che reagisce ai raggi UV della luce solare trasformando la scocca dorata in blu. Sempre che non vogliate optare per ben più semplice versione nera.

Lo smartphone non è particolarmente pesante con i suoi 181 grammi di peso e in mano trasmette una buona sensazione di solidità. Peccato solo che lo smartphone non sia anche impermeabile.

Hardware

Vivo V23 appoggia tutta la sua potenza al recente processore Mediatek Dimensity 920 5G octa core da 2,5 GHz, accoppiato alla GPU Mali G68 MC4 e a ben 12 GB di RAM LPDDR4X. La memoria interna invece ammonta a 256 GB e purtroppo non è però espandibile. Buona la connettività: 5G, Wi-Fi 6 e Bluetooth 5.2 e chip NFC. Non c'è purtroppo l'uscita video tramite USB-C e non troviamo un jack audio per le cuffie (che vanno quindi collegate tramite USB-C). L'audio dello smartphone è poi mono e di qualità solo nella media. Il lettore di impronte digitali è invece presente e incastonato all'interno del display. Il suo funzionamento è più che soddisfacente.

Fotocamera

Sappiamo che il fulcro del comparto fotografico di questo smartphone non sono i suoi sensori principali, ma andiamo comunque con ordine. Abbiamo una 64 megapixel ƒ/1.89, accompagnata da una grandangolare da 8 megapixel ƒ/2.2 e una inutile fotocamera da 2 megapixel. Le foto dal sensore principale ci hanno stupito, quando la luce è ottimale. Sono molto nitide, con un'ottima messa a fuoco e con luce e colori ben bilanciati. Si nota una (netta) differenza con la concorrenza quando la luce solare diminuisce. La modalità notturna aiuta molto nel mantenere godibile il risultato finale, ma in ogni caso rimangono un passo indietro rispetto ai top di gamma. Forse un po' troppo nitide.

Questo Vivo V23 da però il meglio con le fotocamere frontali. Al plurale. V23 5G è infatti uno dei pochissimi smarpthone in commercio (forse l'unico fra i grandi brand) ad avere due sensori frontali. Abbiamo una 50 megapixel ƒ/2.0 e una 8 megapixel grandangolare ƒ/2.28. Quest'ultima è una gradita simpatica aggiunta, ma è il sensore principale che fa la vera differenza rispetto ai grandi nomi. Le foto sono sempre nitide, ben bilanciate e, anche grazie all'autofocus, sempre "centrate". Quando la luce cala anche il sensore principale inizia a mostrare un po' il fianco, ma abbiamo un quadruplo flash con doppia tonalità a mettere una pezza. Non risolve del tutto il problema ma ci mette una (enorme) pezza, andando anche a tarare il colore del flash alla tonalità della pelle e non "bruciando" mai il volto con una luce troppo potente.

I video dalla videocamera principale si registrano in 4K a 30fps e hanno una discreta stabilizzazione. La gamma dinamica non è ampissima, ma rimane in valori di accettabilità. Si possono registrare video in 4K a 30fps anche dalla fotocamera frontale, anche se la stabilizzazione elettronica è meno incisiva. Per migliorare la situazione dobbiamo attivare l'apposita funzione che però abbassa la risoluzione al Full HD.

Display

Vivo V23 utilizza come display un pannello da 6,44 pollici in tecnologia AMOLED. Lo schermo ha una risoluzione FullHD+ (1080 x 2400 pixel) e un refresh rate adattivo fino a 90 Hz. Non è un valore dei più alti, ma rimaniamo dell'idea che la differenza più grande si veda quando si sale ad un "qualsiasi" valore sopra i 60 Hz.

Il display supporta l'HDR10+ ed è protetto da un vetro Schott Xsensation super resistente. Lo schermo supporta poi l'always-on per le notifiche e l'orario anche a telefono bloccato.

Software

Il software di questo smartphone è la FunTouch OS 12 basata su Android 12 aggiornato con le patch di febbraio 2022. Si tratta indubbiamente di uno dei software più veloci che abbiamo avuto modo di provare nel recente passato. Benché abbia molto in comune con Android stock ci sono anche tante personalizzazioni possibili per l'utente, partendo dalle animazioni, passando per i temi e arrivando agli effetti di luce alla ricezione delle notifiche.

Ovviamente c'è la possibilità di dividere lo schermo per mostrare due app e ci sono poi delle funzioni "avanzate" come l'abbellimento del volto nelle app di videochiamate, la modalità ultra gioco e la possibilità di espandere con una partizione swap (ovvero prendendo dalla memoria interna) la RAM dello smartphone.

Autonomia

Vivo V23 è dotato di una batteria da 4.200 mAh che garantisce una autonomia nella media per la tipologia di prodotto. Non è una di quelle batterie che da sola può essere sufficienti a completare una giornata piena con un utilizzo intenso, ma per fortuna vi viene in soccorso la ricarica rapida a 44W.

Prezzo

Vivo V23 sarà disponibile da fine mese di marzo al prezzo di 549€. Non si tratta di un prezzo contenuto, ma per uno smartphone come questo con alcune caratteristiche uniche possiamo anche dire che sia giustificato. Una cosa apprezziamo della politica Vivo: un solo prezzo e nessuna promozione a tempo, che solitamente è solo un'altra scusa per aumentare il prezzo a cifre altrimenti non giustificabili.

Giudizio Finale

Vivo V23

Vivo V23 è uno smartphone che ha chiari i suoi obiettivi: essere esteticamente unico e appagante e permette di scattare ottimi selfie. E riesce molto bene in entrambi i suoi task. E sugli altri fronti non delude affatto. Quello che è chiaro è che V23 va comunque a puntare ad uno specifico mercato: se non ne fate parte forse trovete altri prodotti più adatti.

Sommario

Confezione 8.5

Costruzione ed Ergonomia 8.5

Hardware 7.5

Fotocamera 8

Display 7.5

Software 8

Autonomia 7.5

Prezzo 7.5

Voto finale

Vivo V23

Pro

  • Ottimo per i selfie
  • Ottima qualità costruttiva
  • Software fluidissimo
  • Ricarica rapida

Contro

  • Autonomia solo nella media
  • Prezzo non contenuto
  • Grandangolari non entusiasmanti
  • Memoria non espandibile

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti Vive nel mondo della telefonia dal Nokia 3210 e nel mondo di linux da Ubuntu 5.04. Se potesse vivrebbe anche in un mondo di Lego e in uno di musica elettronica.
Vivo V23

Vivo V23

  • Display 6,44" FHD+ / 1080 x 2400 PX
  • Fotocamera 64 MPX ƒ/1.9
  • Frontale 50 MPX ƒ/2.0
  • CPU octa 2.5 GHz
  • RAM 12 GB
  • Memoria Interna 256 GB Espandibile
  • Batteria 4200 mAh
  • Android 12
Mostra i commenti