7.5

Ulefone Armor, la recensione (foto e video)

Emanuele Cisotti




Recensione Ulefone Armor

Gli smartphone rugged, dopo un buon inizio hanno iniziato a diventare sempre più una rarità nel mondo Android, dove si tende a puntare molto di più su schermi curvi e smartphone ultra sottili. Per questo è sempre un piacere di tanto in tanto provare alcuni smartphone di questa categoria. Oggi vi parliamo di Ulefone Armor.

LEGGI ANCHE: Recensioni Ulefone

7.0

Confezione

ulefone-armor-def-1

La confezione di Ulefone Armor è particolare. Al suo interno troviamo infatti un alimentatore (lento) 5V/1A e un cavo USB-microUSB. Questo cavo vi sarà necessario visto che nel connettore dello smartphone, sotto uno sportellino in gomma non riuscirete a connettere i vostri soliti cavi. Oltre a questi troviamo poi anche un piccolo cacciavite per aprire la parte posteriore dello smartphone e inserire le microSIM e la microSD. Oltre a questo troverete anche una piccola prolunga per il jack audio, visto che alcuni connettori non entreranno nell’alloggiamento sotto lo sportellino.

8.0

Costruzione ed Ergonomia

ulefone-armor-def-7

Armor è un telefono rugged in tutto e per tutto. È realizzato con una robusta gomma sui suoi bordi, con dei robusti pannelli in plastica con viti a vista sul retro e con un inserto in metallo nella parte inferiore. Inutile ma che spezza un po’ il design da “guscio Meliconi”. In mano lo smartphone risulta comunque compatto anche se un po’ pesante (195 grammi). I tasti fisici sono in gomma attorno alla scocca e in plastica quelli frontali. I primi sono un po’ duri da premere: sopratutto il tasto di accensione posto sulla parte superiore. Il telefono è resistente ad acqua e polvere secondo lo standard IP68.

7.5

Hardware

ulefone-armor-def-3

Ulefone ha scelto per questo Armor un hardware relativamente economico. Parliamo di un processore Mediatek MT6753 octa core da 1,3 GHz con GPU Mali T720. La RAM ammonta però a ben 3 GB e anche la memoria interna è corposa: ben 32 GB espandibili utilizzando una microSD. Gli slot per le microSIM sono poi separati in modo da non dover rinunciare a niente. La connettività è discreta: abbiamo il Wi-Fi a due bande a/b/g/n, il bluetooth e anche l’NFC, componente spesso assente su questi smartphone. Anche la componentistica dei sensori è ricca, non mancano né giroscopio né bussola digitale. A sorpresa manca però il led di notifica.

L’audio viene erogato da uno speaker sulla parte posteriore del telefono e ha un volume sufficiente, ma una qualità sottotono.

6.0

Fotocamera

La fotocamera principale è una 13 megapixel con singolo led flash. Purtroppo con questa fotocamera non riuscirete a fare scatti realmente interessanti in buona parte dei contesti. La fotocamera fatica a mettere a fuoco e un tocco per mettere a fuoco può sballare l’esposizione. Peccato, vista anche la presenza di un tasto fisico. Meglio i video che vengono registrati in Full HD. Parere analogo anche per la fotocamera frontale da 5 megapixel.

screenshot_20170109-170152

SAMPLE: FotoVideo

7.0

Display

ulefone-armor-def-2

Lo schermo è un 4,7 pollici con risoluzione HD (1280 x 720 pixel), più che sufficiente per un display di queste dimensioni. La luminosità è sufficiente, ma non esaltante. I colori sono anch’essi sufficienti, ma nel complesso tendono leggermente all’azzurro. Il touch supporta 3 tocchi, sufficienti per un utilizzo abbastanza rapido ma pochi per è un fulmine nello scrivere. La copertura oleofobica del vetro è poi discreta anche se non certo perfetta. Comunque sopra la media per gli smartphone economici.

7.0

Software

screenshot_20170109-170118screenshot_20170109-170214

Android è aggiornato alla versione 6.0 Marshmallow e, non ci stancheremo mai di dirlo (o forse sì?), non offre alcuna personalizzazione particolare se non quella offerta genericamente da Mediatek, come per esempio il supporto all’accensione programmata o al Turbo Download per integrare la velocità di download dell’LTE a quella del Wi-Fi. Il sistema è abbastanza fluido anche se non fulmineo. Ovviamente non manca il Play Store per installare tutti i software che preferirete, andando così ad aggirare le brutture proposte da Ulefone e Mediatek. Oltre a questo l’unica funzionalità “avanzata” offerta da Ulefone è la presenza di un stasto fisico SOS che se tenuto premuto avvierà ad un numero preferito e SMS con la propria posizione fino a 5 numeri differenti.

7.0

Autonomia

La batteria da 3500 mAh offre risultati altalenanti. In standby il consumo è molto ridotto, mentre utilizzandolo intensamente la batteria andrà giù molto più rapidamente. Con un utilizzo intenso avrete bisogno probabilmente di una ricarica dopo cena, altrimenti arriverete senza problemi alla fine della giornata. Con un utilizzo moderato non è affatto impossibile fare anche due giorni pieni di carica.

8.0

Prezzo

Ulefone Armor è disponibile a 144€ sul sito Gearbest, che diventano 163€ se volete che sia spedito direttamente dall’Europa, un prezzo veramente molto contenuto per un telefono che ha qualcosa da dire.

Foto

Giudizio Finale

Ulefone Armor

7.5

Ulefone Armor

Ulefone Armor non è il classico smartphone cinese low cost ma è prima di tutto una delle pochissime alternative rugged del mercato. È poi una buona cosa che sia economico e che abbia anche il supporto dual SIM.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Robusto e resistente
  • Prezzo contenuto
  • Supporto dual SIM
  • Buona connettività
Contro
  • Fotocamere scarse
  • Autonomia altalenante
  • Ci vuole il suo cavo audio e microUSB
  • Audio sottotono