7.5

Sony SmartWatch 3, la recensione (foto e video)

video Emanuele Cisotti -




Recensione Sony SmartWatch 3

Sony è stata la prima, nel mondo Android, ad abbracciare il concetto di SmartWatch già più di tre anni fa (con il suo Live View). Oggi lancia sul mercato SmartWatch 3, un prodotto completamente diverso e che segna l’ingresso di Sony nel mondo Android Wear.

7.0

Confezione

La confezione trasparente di SmartWatch 3 mette subito in bella vista il dispositivo. Una volta estratto l’orologio dalla confezione scopriamo una gradita novità: è presente solo il cavo USB-microUSB e nessuna dock.

8.5

Costruzione e Vestibilità

Sony SmartWatch 3 recensione 9

Lo smartwatch di Sony può essere rimosso dal cinturino in gomma per far capire quanto piccolo è in realtà il dispositivo vero e proprio. Questo cinturino è, nonostante le apparenze, molto comodo per l’uso quotidiano, ma non neghiamo che abbiamo qualche dubbio a riguardo, per quanto riguarda il periodo estivo. La chiusura deployante è in acciaio, molto robusta, ma non perfettamente salda come su altri modelli. La gomma tende poi a consumarsi abbastanza rapidamente lasciando intravedere dei punti più lucidi, dove l’usura ha fatto il suo corso. Le sensazioni finali sulla qualità costruttiva sono di diverso tipo: da una parte SmartWatch 3 è un orologio pensato per gli sportivi ma che non sfigura affatto nella vita quotidiana, dall’altro però il rammarico di avere un cinturino un po’ cheap e che alla lunga tende ad usurarsi in modo più vistoso rispetto ad altre soluzioni.

7.5

Hardware

Sony SmartWatch 3 recensione 7

L’hardware di questo SmartWatch 3 possiamo quasi definirlo “standard”, ma staremmo in realtà commettendo un errore non da poco. Se CPU, RAM e memoria interna infatti non si discostano dalla concorrenza (per completezza: Snapdragon 400 quad core da 1,2 GHz, 512 MB di RAM e 4 GB di memoria interna), troviamo un paio di punti interessanti su cui soffermarsi. Il primo è la presenza del GPS, per la prima volta in uno smartwatch Android Wear. Le applicazioni che lo sfruttano si contano sulle dita di una mano (e non ci sono quelle più importanti), ma speriamo in aggiornamenti futuri. D’altro canto però, se questo SmartWatch 3 può sembrare perfetto per una corsa salutare al parco, ci rendiamo subito conto che manca il sensore di battito cardiaco. Se dovete quindi ancora acquistare il vostro Android Wear dovrete scegliere al momento fra GPS o sensore di battito cardiaco.

Come tutti gli Android Wear non è presente uno speaker, mentre è presente un microfono (per i comandi vocali di Google Now), manca la fotocamera e il Wi-Fi, nonostante sia presente, non è abilitato perchè non supportato da Android Wear.

SCHEDA: Sony SmartWatch 3

8.0

Display

Sony SmartWatch 3 recensione 12

Transreflective è la parola d’ordine per lo schermo di questo orologio Sony. Il display da 1,6 pollici (ha una risoluzione di 320 x 320 pixel) è dotato infatti di questa tecnologia (la stessa di SmartWatch 2) che quando l’orologio è in standby permette di mostrare comunque l’ora sfruttando la riflessione della luce ambientale. Questo permette di continuare a dare informazioni basilari senza attivare la retroilluminazione del display e diminuendo così fortemente il consumo energetico.

Lo schermo utilizzato da Sony non è però perfetto. Il display appare a tratti slavato e si notano delle variazioni importanti nelle tonalità dei colori (paragonandolo ad altri Android Wear). Niente di drammatico per un orologio, ma la differenza con la concorrenza è visibile. Presente il sensore di luminosità che permette di regolare l’intensità della retroilluminazione sempre in modo eccellente.

8.0

Software

Sony SmartWatch 3 recensione 10

Android Wear è sempre Android Wear. In attesa dell’aggiornamento ad Android Wear 5 (le cui novità sono ben note) le funzionalità sono quelle di sempre: Google Now e notifiche. Nel primo caso potrete impartire con la voce (o con alcuni tocchi in alcuni casi) le operazioni da eseguire (come avviare la navigazione verso un luogo o impostare un timer), nel secondo riceverete le notifiche in tempo reale dal telefono, permettendovi di ignorarle o di interagirci. Da questo punto di vista non c’è nessuna sorpresa.

Le watchfaces aggiunte da Sony sono poche e non particolarmente interessanti. Aspettiamo quindi a gloria l’aggiornamento sopra menzionato. Segnaliamo qualche disconnessione dallo smartphone (mai successe con altri Android Wear) all’avvio del telefono. Problemi sempre risolti con un riavvio del telefono e dello smartwatch.

7.5

Autonomia

La batteria di questo Sony SmartWatch 3 è stata una bella sorpresa. Probabilmente grazie allo schermo trasnflective siamo riusciti sempre a realizzare due giorni di accensione (spegnendolo la notte) arrivando a sera della seconda giornata sempre con un 5-10% di autonomia. Questo è ovviamente valido senza utilizzare il GPS (nel caso l’autonomia cala sensibilmente) e senza abilitare lo spegnimento dello schermo (in quest’altro caso invece l’autonomia aumenta di quasi un’altra giornata piena). Non siamo ancora a dei livelli che riterremmo ottimali, ma sicuramente è un bel passo avanti rispetto alla concorrenza.

6.5

Prezzo

Sony SmartWatch 3 viene commercializzato in Italia al prezzo di 229€, 30€ in più quindi degli altri smartwatch quadrati (ma che non hanno il GPS).

Acquisto

Potete acquistare Sony SmartWatch su ePRICE.it al costo di 195€.

Foto

Giudizio Finale

Sony SmartWatch 3

7.5

Sony SmartWatch 3

Sony SmartWatch 3 non ha brillato come speravamo ma si è attestato nella media degli altri smartwatch Android Wear. Ha dei punti di forza nella presenza del GPS e nell'autonomia, ma pecca invece in qualità costruttiva e display, senza contare l'assenza del sensore di battito cardiaco. È comunque una valida alternativa alle altre proposte al momento in commercio, a parità di sistema operativo.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Autonomia superiore alla concorrenza
  • Presenza di GPS
  • Abbastanza comodo da indossare
  • Adattamento automatico della luminosità
Contro
  • Lo schermo non ha dei colori particolarmente fedeli
  • Il cinturino è un po' cheap
  • Molte azioni si eseguono solo a voce
  • Manca il sensore di battito cardiaco