8.5

Samsung Galaxy Tab PRO 8.4, la recensione (foto e video)

video Emanuele Cisotti -




Recensione Samsung Galaxy Tab PRO 8.4

Samsung ha a listino in gran numero di tablet, divisi in varie “famiglie”. Fra queste famiglie una delle più interessanti è sicuramente quella PRO, che contraddistingue tutti i tablet con una risoluzione più elevata. Dopo aver recensito il Galaxy Tab PRO 10.1, arriva il momento anche della variante da 8.4 pollici.

7.0

Confezione

Proprio come nel modello da 10,1 pollici, dentro la confezione troviamo solo l’alimentatore (da 2A) e il cavo USB-microUSB.

8.5

Costruzione ed Ergonomia

Samsung Galaxy Tab PRO 8.4 06

Il taglio degli 8 pollici nel mondo tablet è senza ombra di dubbio quello più gettonato durante questo 2014 e Samsung non si è fatta quindi sfuggire l’opportunità di realizzare anche la sua variante PRO di questa dimensioni (per la precisione 8,4 pollici). Il tablet in mano è relativamente compatto e grazie alla sua grande sottigliezza (solo 7,2 millimetri) diventa un ottimo compagno da tenere nello zaino o nella borsa tutti i giorni. Pratico da utilizzare e comodo da riporre. I tasti fisici si premono bene, anche se su un tablet il tasto fisico home sarebbe stato più comodo sul lato lungo, ma in questo caso ne avrebbe ovviamente rovinato le linee ed il design.

9.0

Hardware

Samsung Galaxy Tab PRO 8.4 04

Tab PRO è da “pro” sia nel software che nell’hardware. Parlando di caratteristiche tecniche, abbiamo una CPU Snapdragon 800 quad core da 2,3 GHz, insieme a 2 GB di RAM e 16 GB di memoria interna per dati e applicazioni, espandibile tramite l’ausilio di una memoria microSD. La Wi-Fi è a/ac/b/g/n, abbiamo il bluetooth 4.0, ma manca l’NFC. Esite anche una variante LTE che permette di connettersi alle reti 3G e 4G, fino a 150 Mbps. Sul lato lungo troviamo anche una porta ad infrarossi per poter utilizzare il tablet come telecomando.

Molto buono l’audio, grazie ai due speaker stereo posti nella parte corta del tablet. Quasi impossibile coprirli con una mano per errore.

SCHEDA: Samsung Galaxy Tab PRO 8.4

7.0

Fotocamera

Samsung Galaxy Tab PRO 8.4 10

La fotocamera da 8 megapixel risce a realizzare degli scatti più che discreti in condizione di buona luce e grazie anche al software, molto rapido nell’eseguire qualsiasi funzione (e in particolar modo lo scatto delle foto) questo Tab PRO è probabilmente uno dei migliori tablet Android per scattare foto. Siamo lontani dalla buona qualità fotografica di alcuni smartphone, ma viste anche le dimensioni di questo Tab PRO 8.4 è più comodo di altre “tavolette” per immortalare i propri momenti.

SAMPLE: FotoVideo

9.0

Display

Samsung Galaxy Tab PRO 8.4 08

Lo schermo è probabilmente il motivo principale per cui scegliere questo Tab PRO 8.4, rispetto alla concorrenza. Come detto ad inizio recensione, il nome PRO indica principalmente la risoluzione elevata dello schermo. Parliamo infatti di ben 2560 x 1600 pixel, che si “traducono” in ben 359 ppi, abbastanza per rendere impossibile scorgere qualsiasi tipo di imperfezione nelle immagini, dal punto di vista di “pixel”. Ottima la luminosità, ottimi gli angoli di visione e buona anche la fedeltà dei colori (lo schermo non è un SuperAMOLED, ma un Super Clear LCD). Unica segnalazione riguardante la luminosità automatica, che si regola sempre molto “al risparmio”, in qualsiasi condizione di luce ambientale.

8.0

Software

2014-06-23 11.07.05

La TouchWiz può non piacere, ma l’ultima incarnazione in veste KitKat Android 4.4.2 è sicuramente migliorata rispetto al passato, sia esteticamente che dal punto di vista delle funzionalità. Ottimo il nuovo multiwindows (che da un solo pannello permette sia di aprire due finestre affiancate, che di aprirne altre in modalità popup), la nuova barra dei toggle e comode anche le impostazioni (più comode che su Galaxy S5). Tra le funzionalità “pro” segnaliamo poi i focus che avevamo già provato su un altro tablet Samsung: : Office, Side Sync e Remote PC. Tutti software di grande qualità e che aumentano il valore del prodotto. Il sistema scorre comunque mediamente fluido, ma non possiamo negare di essere incappati in alcuni lag di sistema. Non approviamo poi particolarmente neanche l’interfaccia MyMagzine, che troviamo poco chiara e che propone news (prese da Flipboard) poco aggiornate. Meglio utilizzare l’applicazione standalone già installata.

Software: Browser

Buona la fluidità del browser di Samsung nell’utilizzo quotidiano, anche con i siti più pesanti. Cercando di metterlo alla prova con degli scroll rapidi, si può incappare in dei ricaricamenti della pagina a blocchi, come già visto su altri dispositivi Samsung. È presente anche Chrome preinstallato come alternativa.

Software: Multimedia

Buono il lato multimediale di questo Tab PRO, grazie all’applicazione Musica e all’applicazione Video, che supportano ogni tipo di file e permettono di accedere ai file multimediali anche da dischi in rete locale.

7.0

Autonomia

La batteria 4800 mAh riesce a garantire una buona autonomia, anche se non particolarmente sorprendente. Con la nostra versione solo Wi-Fi abbiamo coperto circa 2 giorni di uso medio, ma non siamo riusciti ad arrivare a notte della seconda giornata.

Prezzo

Il prezzo di vendita di questo Galaxy Tab PRO 8.4 è alto. Al momento parliamo di circa 399e per la versione Wi-Fi a 499€ per quella 4G LTE.

Acquisto

Online il tablet si trova scontato (ma sempre di importazione). 319€ per la versione Wi-Fi e 459€ per la versione LTE.

Benchmark

benchmark samsung galaxy tab pro 8.4

Foto

Giudizio Finale

Samsung Galaxy Tab PRO 8.4

8.5

Samsung Galaxy Tab PRO 8.4

Galaxy Tab PRO è un ottimo tablet, specialmente nella (molto ambita) fascia degli 8 pollici. Se potete permettervi questo dispositivo l'acquisto è consigliato quasi senza alcun dubbio. Se invece vorrete risparmiare qualcosa, potreste optare per un prodotto come LG G Pad 8.3.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Ottimo schermo
  • Compatto e ben costruito
  • Hardware potente
  • Software flessibile ed aggiornato
Contro
  • Prezzo alto
  • Qualche sporadico lag
  • Luminosità automatica "al risparmio"
  • L'autonomia è buona ma non stupisce