8.0

Recensione Samsung Galaxy A9: più RAM, memoria e fotocamere di S9 (foto e video)

Emanuele Cisotti




Recensione Samsung Galaxy A9

Samsung ha lanciato qualche settimana fa il suo Galaxy A9 ufficialmente per la prima volta con un evento internazionale in Italia. Ma quello per cui davvero questo smartphone voleva distinguersi era la presenza di ben 4 fotocamere sulla parte posteriore. Scopriamo insieme cosa c’è di davvero interessante in questo smartphone.

LEGGI ANCHE: Miglior smartphone Android

7.0

Confezione

La confezione di Galaxy A9 (2018) contiene al suo interno un alimentatore 9V/1.67A, un cavo USB/USB-C e un paio di cuffie in-ear stereo di buona qualità (ma purtroppo senza adattatori).

7.5

Costruzione ed Ergonomia

Samsung Galaxy A9 è uno smartphone non compattissimo, considerando il display particolarmente grande, ma è comunque abbastanza sottile (solo 7,8 millimetri) e non troppo pesante (183 grammi). In mano l’utilizzo è abbastanza agevole e i tasti si raggiungono con buona facilità, ricordandoci pur sempre che si tratta di un dispositivo fra i più grandi della categoria. Non è purtroppo impermeabile. Il profilo è realizzato in metallo e il retro è in vetro, forse un po’ poco oleofobico e che, come altri prodotti dell’azienda, tradisce una sensazione di qualità leggermente inferiore ad altri concorrenti.

8.0

Hardware

Galaxt A9 2018 ha un prezzo degno di un vero medio gamma. Abbiamo un processore Qualcomm Snapdragon 660 octa core da 2,2 GHz, una GPU Adreno 512 e addirittura ben 6 GB di RAM (più di Galaxy S9!) e 128 GB di memoria interna espandibile utilizzando una microSD. Sono in commercio poi sia la versione a singola SIM che quella doppia SIM. Buona anche la connettività: LTE fino a 450 Mbps, Wi-Fi ac, Bluetooth 5.0 e anche NFC. Non manca infine il jack audio, posizionato in basso, esattamente sullo stesso lato dello speaker, che è uno solo ma ha una buona qualità per la categoria di prodotto. Il lettore di impronte è posizionato sul retro e funziona bene, seppur è po’ poco incavato e a volte si può sbagliare nel poggiare il dito. C’è anche lo sblocco facciale 2D con la fotocamera: è abbastanza preciso, ma non è particolarmente rapido, oltre a richiedere ancora più tempo e pazienza con poca luce. È infine presente la radio FM e sul lato sinistro il tasto Bixy, non particolarmente utile finché non arriverà in italiano.

SCHEDA: Samsung Galaxy A9

8.0

Fotocamera

La peculiarità di questo smartphone è indubbiamente l’essere il primo smartphone con ben quattro fotocamere sulla parte posteriore. Per la precisione troviamo una fotocamera principale da 24 megapixel ƒ/1.7, una fotocamera grandangolare da 8 megapixel ƒ/2.4, una fotocamera zoom 2x da 10 megapixel ƒ/2.4 e un sensore da 5 megapixel ƒ/2.2 per il calcolo della sfocatura. Considerando la presenza di ben 3 sensori, l’ultimo è un’aggiunta decisamente poco interessante e forse anche inutile, utile però per gonfiare un po’ i numeri e battere un record. Poco male, l’importante è il risultato.

La fotocamera principale offre una qualità nettamente superiore agli altri due sensori, sia in termini di dettaglio, che di fedeltà e gestione delle luci. Anche la fotocamera principale lascia leggermente il passo quando la luce cala, ma non troppo da farvi rimpiangere la scelta. Si tratta di un giusto compromesso, sopra la media di buona parte degli smartphone medio gamma. Il sensore grandangolare e zoom, perdono di risoluzione e anche di definizione più facilmente, ma il loro scopo è più quello di essere utili e divertenti e non sono pensati come sensori principali.

Per quanto riguarda i video, massimo in 4K a 30fps non è possibile passare fra la fotocamera principale e quella grandangolare, mentre invece è possibile usare il sensore zoom. In tutti i casi l’immagine è leggermente ritagliata per poter sfruttare un po’ di stabilizzazione elettronica che fa un discreto lavoro. La qualità dell’immagine non ha stupito, ma è comunque nella media.

Il sensore frontale da 24 megapixel ƒ/2.0 non è invece all’altezza del resto della dotazione. I selfie risultano spesso “ok”, ma non più di quello e ci vorrà un minimo di mano ferma per essere sicuri di non scattare foto mosse. Frontalmente la risoluzione massima è invece Full HD e la stabilizzazione elettronica è assente.

SAMPLE: Foto – Video

8.0

Display

Samsung Galaxy A9 ha un display da ben 6,3 pollici in formato 18:9. È uno schermo enorme e in sostanza uno dei più grandi non solo negli smartphone medio gamma, ma in tutto il panorama smartphone attuale. La risoluzione è una buona FullHD+ (1080 x 2220 pixel) e lo schermo è in tecnologia SuperAMOLED. I colori sono vividi e i contrasti molto alti. Nel complesso lo schermo si fa apprezzare ed è indubbiamente uno dei punti forte di questo smartphone. Inclinando lo smartphone abbiamo notato una tendenza all’azzurro, ma niente di allarmante.

8.5

Software

Lo smartphone viene commercializzato con Android 8.0 Oreo e al momento della prova le patch di ottobre 2018. Si tratta di uno smartphone molto completo dal punto di vista software, offrendo non solo dei ottimi servizi Samsung (come Samsung Pay e, speriamo presto, Bixby), ma anche varie funzionalità molto ben integrate nel sistema, come i temi, la modalità ad una mano, le gesture sul lettore di impronte digitali o la funzionalità di doppio account delle applicazioni. Infine abbiamo anche il game launcher per migliorare le prestazioni nei giochi e evitare distrazioni. Un paio di critiche però le abbiamo: il sistema che non supporta la vibrazione al tocco (per la tastiera vi basterà cambiare tastiera) e le gesture a schermo intero, poco pratica e decisamente le meno apprezzate rispetto alla concorrenza. Il sistema è poi sempre fluido e in tal senso le prestazioni sono al pari dei top di gamma dell’azienda.

8.0

Autonomia

La batteria di questo smartphone è da ben 3800 mAh che garantisce sempre un’intera giornata di utilizzo e anche oltre ed essendo probabilmente l’unico smartphone Samsung in circolazione a garantire due giorni con una singola carica in caso di utilizzo più moderato. La ricarica non è velocissima con l’alimentatore in dotazione e non è dotato di ricarica wireless.

6.0

Prezzo

Samsung Galaxy A9 2018 ha un prezzo di listino di 629€, ovvero più di quanto costano i top di gamma dello scorso anno e più anche di un Galaxy S9 se acquistato online. Il prezzo di vendita di questo A9 è comunque già più basso, visto che parliamo di 502€ su ePRICE, un prezzo decisamente più in linea. Il suo prezzo più corretto sarebbe attorno ai 450€, dove può competere anche con altri top di gamma, offrendo per esempio il jack audio, quattro fotocamere e più RAM/memoria interna.

Tutte le offerte su Samsung Galaxy A9

Foto

Giudizio Finale

Samsung Galaxy A9

8.0

Samsung Galaxy A9

Samsung Galaxy A9 ha un prezzo di lancio alto, troppo alto. Questo prezzo però si è già abbassato e considerando che non tutti sono interessati alle specifiche "pro" di un Galaxy S9, questo offre ad un prezzo simile (al momento) molta più batteria, display più grande, quattro fotocamere, più RAM e più memoria interna. Mica poco.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Le fotocamere in più sono utili/simpatiche
  • Tanta RAM e memoria interna
  • Display bello e ampio
  • Buona autonomia
Contro
  • Sblocco con il volto lento
  • Le fotocamere aggiuntive non hanno una grande qualità
  • Prezzo di lancio alto
  • Gesture di navigazione scomode
Samsung Galaxy A9 (2018)

Samsung Galaxy A9 (2018)

confronta modello

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina AndroidWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.