8.0

Samsung Galaxy A50, la recensione (foto e video)

Emanuele Cisotti




Recensione Samsung Galaxy A50

Samsung parte al contrattacco per cercare di fermare l’avanzata dei cinesi nella fascia media. E lo fa con un nuovo Galaxy A50 che, di fatto, è un po’ meno Samsung del solito e un po’ più “cinese”. Questo ovviamente ha sia pro che contro. Scopriamoli nella recensione.

LEGGI ANCHE: Recensioni Samsung

8.0

Confezione

La confezione di questo Galaxy A50 contiene all’interno un cavo USB/USB-C, un alimentatore 9V/1.67A e un paio di buone cuffie in-ear con i vari adattatori.

7.5

Costruzione ed Ergonomia

Samsung Galaxy A50 è uno smartphone elegante e moderno, seppur, come diciamo ormai anche troppo spesso, con un design non certo innovativo e mai visto. La colorazione blu da noi provata gli dona una lucentezza e un carattere che però altri smartphone nella stessa fascia non hanno. Peccato per la finitura plastica. Non proprio quello che avremmo desiderato per il prezzo di lancio. I tasti fisici (accensione e volume) sul lato destro si raggiungono bene e hanno un buon click al tocco.

7.5

Hardware

Questo smartphone è dotato di un processore Exynos 9610 octa core da 2,3 GHz con GPU Mali G72 MP3 e 4 GB di memoria RAM. La memoria interna ammonta a ben 128 GB UFS ed è possibile espandere la memoria con una microSD. Primo dettaglio “molto poco Samsung” la presenza del triplo slot che vi permette di non dover rinunciare alla seconda nanoSIM per espandere la memoria. Buona la connettività: LTE fino a 600 Mbps, Wi-Fi ac a doppia banda e Bluetooth 5.0. Presente anche l’NFC, la radio FM e sul bordo inferiore un apprezzatissimo jack audio da 3,5 millimetri per le cuffie. Un paio di note dolenti: lo smartphone non ha feedback aptico (ovvero nelle app di sistema non vibra) e i sistemi di sblocco sono abbastanza sotto la media. Lo sblocco con il volto è solo 2D (e quindi poco sicuro), mentre il lettore ottico sotto al display è incredibilmente lento e poco preciso. Noi abbiamo quantomeno risolto il secondo dei problemi (la precisione) riconfigurando due volte uno dei diti. Per assurdo questo ha migliorato la precisione nel complesso e non solo con quel dito. Sulla velocità invece poco da dire: è senza ombra di dubbio il lettore sotto al display più lento che abbiamo mai provato. L’audio è mono e il volume è nella media. Niente per cui entusiasmarsi.

SCHEDA: Samsung Galaxy A50

8.0

Fotocamera

Samsung Galaxy A50 offre una discreta fotocamera, adatta per uno smartphone di fascia media. Si tratta di una 25 megapixel ƒ/1.7, accompagnata da un sensore da 8 megapixel ƒ/2.2 grandangolare e da uno da 5 megapixel ƒ/2.2 per l’effetto sfocatura. Partiamo dalle funzioni accessorie: la sfocatura è discreta, ma appare un po’ irrealistica nel complesso. Molto bene le foto grandangolari finché la luce è buona. Sicuramente una marcia in più rispetto ad altri dispositivi nella stessa fascia di prezzo. La qualità della fotocamera principale è buona, ma è comunque nella media dei prodotti per questa fascia di prezzo. È presente il riconoscimento delle scene grazie all’intelligenza artificiale. Non è una funzionalità rivoluzionaria, ma un po’ aiuta. Tra le altre modalità troviamo la modalità Pro, la modalità Hyperlapse e i video al rallentatore. Discreti, anche se un po’ tremolanti, i video in Full HD che è possibile registrare. Si possono fare video anche con la fotocamera grandangolare, ma purtroppo bisogna interrompere la registrazione e cambiare fotocamera. Non male neanche la fotocamera frontale da 25 megapixel ƒ/2.0. È possibile anche abilitare le emoji AR.

8.5

Display

Uno dei punti forti di questo smartphone è indubbiamente il suo display da 6,4″ con risoluzione FullHD+ (1080 x 2340 pixel) e tecnologia SuperAMOLED. Colpisce per i suoi colori esplosivi, per la sua risoluzione e per la sua luminosità (che in automatico si regola comunque bene). Supporta l’always-on display e si può riattivare al sollevamento. Inclinandolo un po’ tende a mostrare delle tinte verdognole.

8.0

Software

Samsung ha dotato questo suo Galaxy A50 dell’interfaccia One UI basata su Android 9.0 e aggiornato alle patch di febbraio 2019 nel momento della recensione. Il software è completo e offre tanti spunti interessanti, come la possibilità di impostare Samsung Bixby sul tasto di accensione, il Game Launcher per migliorare l’esperienza durante l’esecuzione di giochi, il software del benessere digitale per auto-regolarsi nell’utilizzo dello smartphone e i temi. Sono presenti anche le gesture di navigazione ma non sono pratiche e veloci come quelle della concorrenza. Presente anche Samsung Pay (a fianco di Google Pay) per i pagamenti mobili. Il sistema non brilla però di reattività e se cercate uno smartphone fulmineo questo non è il prodotto che fa per voi. Non abbiamo però mai assistito a blocchi totali del sistema.

8.5

Autonomia

Samsung Galaxy A50 è dotato di una batteria da 4000 mAh che fa miracoli. Altro punto che lo fa “sembrare” uno smartphone cinese. È più facile di tantissimi altri smartphone arrivare a due giorni pieni di autonomia con una singola carica. A50 è probabilmente lo smartphone Samsung con la migliore autonomia mai messo in commercio. La ricarica rapida è supportata, ma non abbiamo invece quella wireless (come in realtà su tutti gli smartphone medio gamma).

7.0

Prezzo

Samsung Galaxy A50 viene venduto in Italia a 359€, non esattamente un prezzo popolare, ma comunque corretto per uno smartphone di fascia media. Sicuramente i ribassi dei mesi a venire lo renderanno più appetibile di quello che è ora.

Tutte le migliori offerte per Samsung Galaxy A50

Acquisto

ePRICE vende Galaxy A50 a 283€ nel momento in cui stiamo scrivendo questa recensione. È un prezzo che lo avvicina decisamente di più al prezzo desiderato (e corretto) per uno smartphone simile. Controllate il prezzo sul sito premendo sul box, perché il prezzo non si aggiornerà in automatico in futuro.

Benchmark

Foto

Giudizio Finale

Samsung Galaxy A50

8.0

Samsung Galaxy A50

Samsung Galaxy A50 è un Samsung anomalo. Abbiamo una scocca in plastica, un triplo slot per le memorie e le SD, super autonomia e tripla fotocamera sulla fascia media. L'obiettivo è chiaro: contrastare l'invasione cinese. E in buona parte ci riesce, ma il prezzo è ancora troppo alto.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Ottima autonomia
  • Buone fotocamere
  • Triplo slot (microSD + 2 nanoSIM)
  • Non manca il jack audio, l'NFC e la radio FM
Contro
  • Lettore di impronte lentissimo
  • Prestazioni un po' sottotono
  • Scocca in plastica
  • Prezzo di lancio un po' alto

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina AndroidWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.