8.3

Samsung Galaxy A40, la recensione (foto e video)

Emanuele Cisotti -




Recensione Samsung Galaxy A40

Samsung ha completamente rinnovato la sua famiglia di prodotti Galaxy A e questi hanno anche preso il posto della famiglia J. Fra questi troviamo anche il compatto Galaxy A40 che recensiamo oggi.

LEGGI ANCHE: Recensioni Samsung

7.5

Confezione

La confezione di questo Galaxy A40 è abbastanza classica. Abbiamo un alimentatore 5V/2A, un cavo USB-C/USB e un paio di cuffie stereo di fascia media.

8.0

Costruzione ed Ergonomia

Samsung Galaxy A40 è realizzato con un profilo metallico (probabilmente con una protezione plastica) e un retro in plastica di buona qualità, che simula in modo abbastanza buono l’effetto del vetro. Rispetto a buona parte di tutti gli smartphone testati di recente questo Galaxy A40 è probabilmente uno dei pochi ad averci trasmetto una sensazione di compattezza e vera comodità nell’utilizzo quotidiano. È tascabile come pochi altri e ci fa sorridere pensando a quando pochi anni fa le dimensioni di questo smartphone erano considerabili quelle di un phablet.

8.5

Hardware

Galaxy A40 è dotato di un processore Samsung Exynos 7904 octa core da 1,8 GHz e una GPU Mali G71 MP2. Abbiamo poi ben 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna espandibile. Ottima la scelta di dotare questo smartphone di un carrellino triplo, che lasci quindi spazio sia alla microSD che a due nanoSIM. Molto buona, per la fascia di prezzo, la connettività: Wi-Fi ac dual band, Bluetooth 5.0, radio FM, GPS assistito da GLONASS e anche la presenza di un jack audio da 3,5 millimetri. Samsung ha poi dotato lo smartphone di una porta USB-C. L’audio (mono) è invece nella media. Sul retro troviamo un lettore di impronte digitali classico, non velocissimo ma molto preciso.

SCHEDA: Samsung Galaxy A40

8.0

Fotocamera

Samsung ha dotato lo smartphone di una doppia fotocamera. La principale è una 16 megapixel ƒ/1.7, mentre la secondaria è una divertente 5 megapixel ƒ/2.2 grandangolare. La risoluzione di quest’ultima è abbastanza bassa e vari scatti sono apparsi un po’ sottotono nei colori, apparendo spesso troppo scure. Ma nella fascia di prezzo è veramente divertente poter contare su un supporto simile. Le foto della fotocamera frontale sono poi buone con buona luce, anche più di quanto ci saremmo aspettati, come già ci aveva ben abituato Galaxy A50. La messa a fuoco e rapida e precisa e troviamo anche qualche opzione di scatto utile, seppur manchi il supporto all’HDR automatico o i video in slow motion. Con meno luce le foto sono appena sufficienti, ma anche qui meglio di come ci saremmo aspettati. Lo stesso vale anche per i video in Full HD, che sono però sempre un po’ tremolanti. Bene la fotocamera frontale da 25 megapixel ƒ/2.0, che pur senza poter contare su una seconda fotocamera, supporta la modalità sfocatura per lo scatto.

8.5

Display

A differenza di Galaxy M20 e invece proprio come l’intera famiglia Galaxy A, anche questo A40 è dotato di un display AMOLED. In questo caso si tratta di un pannello da 5,9 pollici FullHD+ (1080 x 2340 pixel). È in formato 19:9 e nella parte alta del display troviamo un piccolo notch a goccia, non troppo intrusivo, che integra all’interno la fotocamera frontale (la capsula auricolare invece è a filo con la scocca). Nelle impostazioni è possibile tararne i colori e variare il profilo colore. È un bel display, molto luminoso e appariscente e che sicuramente è un ottima presentazione già da quando si accende lo smartphone la prima volta.

8.5

Software

Samsung Galaxy A40 viene commercializzato già con la nuova interfaccia One UI (1.1) preinstallata, sopra Android 9.0 Pie con le patch di marzo nel momento in cui scriviamo la recensione. Il software è completo, gradevole e molto semplice da utilizzare. Abbiamo già tessuto le lodi dell’ultimo aggiornamento software e non ci torneremo troppo sopra, ma può comunque valere la pena di elencare alcune funzionalità più rilevanti. Abbiamo l’area personale dove tenere al sicuro i nostri file da occhi indiscreti, abbiamo la possibilità di attivare le gesture di navigazione, la modalità bambino e anche la nuova modalità notte che in sostanza attiva il tema nero in tutto il sistema. Abbiamo poi la visualizzazione popup per le app di messaggistica, alcune gesture rapide, la modalità ad una mano e anche la possibilità di sdoppiare alcune app.

7.0

Autonomia

Galaxy A40 ha all’interno una batteria da 3100 mAh. Non si tratta certo di una batteria particolarmente capiente, ma era difficile aspettarsi diversamente viste le dimensioni dello smartphone (anche se indubbiamente c’è chi fa meglio). Con un utilizzo abbastanza intenso arriverete precisi a fine giornata con una singola carica, ma non è impossibile comunque che in certe giornate dovrete attaccarlo all’alimentatore prima di andare a dormire.

7.5

Prezzo

Samsung Galaxy A40 in Italia ha un prezzo di 259€, interessante ma non certo stracciato. Per fortuna è già disponibile online con vari sconti come quello di ePRICE che lo vende a poco più di 220€. Si tratta nel complesso di un prezzo adeguato, in linea con la politica Samsung.

Tutte le offerte per Samsung Galaxy A40

Benchmark

Foto

Giudizio Finale

Samsung Galaxy A40

8.3

Samsung Galaxy A40

Samsung Galaxy A40 è probabilmente uno dei migliori smartphone della fascia più bassa dell'azienda coreana. Ottimo display, dimensioni compatte, buona fotocamera, buon hardware e software aggiornato.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Compatto e ben costruito
  • Hardware completo
  • Bel display
  • Triplo slot
Contro
  • Autonomia solo nella media
  • Retro in plastica
  • Il prezzo poteva essere più contenuto

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina AndroidWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.