7.2

Recensione Samsung Galaxy A10: cosa aspettarsi dal più economico (foto e video)

Emanuele Cisotti -




Recensione Samsung Galaxy A10

Se c’è un’azienda che ha cambiato rapidamente i suoi piani sulla lineup da proporre è Samsung, passata da un periodo di sommaria tranquillità a uno di leggero caos, probabilmente sospinta dalla concorrenza cinese. E la famiglia A quindi si allarga rapidamente: A20e, A40, A50, A70, A80 e ora anche A90 5G. Ma oggi scendiamo in basso e ripartiamo dal fondo, con la recensione del più economico di tutti Galaxy A10.

LEGGI SUL SITO: Migliori smartphone dual SIM

8.0

Confezione

La confezione di Galaxy A10 al suo interno cela un alimentatore 5V/1A, un cavo USB/microUSB, un paio di cuffie stereo di qualità sufficiente e, a sorpresa, anche una microSD da 32 GB. Un “omaggio” che non vedevamo dai primissimi smartphone Android, ormai 10 anni fa. Incredibile!

7.5

Costruzione ed Ergonomia

Galaxy A10 è realizzato in policarbonato. La scocca è unica e “abbraccia” lo smartphone anche sui lati, andando a creare una bella sensazione, visiva e al tatto, di continuità. La colorazione rossa da noi provata è molto appariscente e ci è piaciuta molto, dando allo smartphone, comunque di fascia bassa, un tocco di personalità che altri non anno. Anche l’assenza di lettore di impronte digitale aiuta a creare un design pulito e privo di fori che ormai ritroviamo solo sulla fascia altissima (con i lettori di impronte sotto al display).

7.5

Hardware

Ovviamente però l’assenza del lettore di impronte digitali è di per sé un contro. Per sbloccare lo smartphone si deve ricorrere quindi al classico codice/disegno, oppure allo sblocco con il volto, che però è realizzato in maniera non veramente sicura con la fotocamera frontale e che comunque non è velocissimo né particolarmente preciso. Il processore è il modesto Exynos 7884, lo stesso di A20e, con GPU Mali G721MP2 e 2 GB di RAM a supporto. Non molti, anche se bisogna ammettere che le differenze con i 3 GB di RAM del modello superiori si faticano a vedere e probabilmente peseranno solo sul lungo periodo. Bene invece la memoria interna da 32 GB. Il carrellino estraibile può contenere la memoria espandibile (ricordiamo che ce n’è una in omaggio) e ben due nanoSIM, senza rinunciare a nulla. La connettività LTE vi permette di navigare fino a 150 Mbps. Il Wi-Fi è a singola banda, ma il Bluetooth è 5.0. Presente l’NFC e compatibile con i pagamenti di Google Pay e Samsung Pay. Presente infine la radio FM e il jack audio da 3,5 millimetri. Peccato per lo speaker, posizionato sul retro e che offre un audio appena sufficiente.

SCHEDA: Samsung Galaxy A10

7.0

Fotocamera

Samsung Galaxy A10 include una fotocamera da 13 megapixel ƒ/1.9. Le foto in perfette condizioni di luce sono veramente notevoli e al pari con molti medio gamma. La situazione cambia quando la luce è troppo forte e sopratutto quando di luce ce n’è troppo poca. È uno smartphone di fascia bassa e quindi i risultati sono in linea. Con molta luce le immagini sono un po’ slavate nei colori e nel contrasto, mentre con poca luce il rumore digitale diventa preponderante. Nel complesso le foto sono comunque godibili, sopratutto sullo schermo dello smartphone o anche per i social network. Lo stesso vale per la fotocamera frontale da soli 5 megapixel (ƒ/2.0) frontale. Per la fascia di prezzo ci hanno forse quasi sorpreso più i video in Full HD. Comunque tremolanti vista l’assenza di stabilizzazione, ma comunque assolutamente nella media, con una buona messa a fuoco e una buona definizione.

7.5

Display

Galaxy A10 ha un display da 6,2 pollici con risoluzione HD+ (720 x 1520 pixel) in formato 18:9. Sulla parte superiore il display è interrotto da un piccolo notch a goccia che serve a lasciare spazio alla fotocamera frontale, visti i bordi ridotti dello smartphone. La luminosità si regola automaticamente anche se spesso tende ad andare al risparmio. È forse per questo che alla prima accensione è uno dei pochi smartphone ad avere la luminosità impostata manualmente? Non c’è always on, purtroppo, la tecnologia utilizzata infatti è quella IPS, che non avrebbe permesso di avere questa funzione senza consumare troppa batteria.

7.5

Software

Samsung Galaxy A10 viene lanciato con Android 9.0 Pie aggiornato con le patch di luglio 2019. Tutta l’interfaccia è stata poi ridisegnata grazie alla presenza della One UI dell’azienda. Questa personalizzazione introduce funzionalità come la modalità ad una mano, la possibilità di usare alcune app di social network con due account diversi, i temi e anche il Game Launcher, per migliorare l’esperienza di gioco, anche se non è questo uno smartphone che consiglieremmo a chi cerca uno smartphone per giocare. Ci sono anche le gesture di navigazione, ma continuano ad essere non le più pratiche per l’utilizzo quotidiano. Il sistema è godibile nell’utilizzo quotidiano e non ha problemi particolari, ma ricordatevi anche il prezzo di vendita e non aspettatevi quindi una fluidità da top di gamma o una totale assenza di rallentamenti, sopratutto quando si passa da un’app all’altra.

7.0

Autonomia

La batteria è una 3400 mAh, in media per un prodotto simile. Si riesce ad arrivare a fine giornata con una utilizzo medio intenso, ma nei giorni più impegnativi e in cui utilizzerete davvero tanto lo smartphone potrebbe essere necessaria una ricarica verso l’ora di cena. E purtroppo la ricarica rapida non è supportata, quindi ci vorrà un po’ di pazienza.

7.0

Prezzo

Lo smartphone Samsung viene venduto in Italia a 159€, un prezzo non proprio stracciato se pensiamo alla concorrenza più agguerrita (Honor o Xiaomi per esempio), ma in linea con il listino Samsung. Nessuna sorpresa da questo punto di vista. Nessuna sorpresa neanche se pensiamo che è comunque già possibile trovarlo scontato, come per i 137€ di ePRICE da cui lo abbiamo preso noi. Fate un click sul box a seguire perché non si aggiornerà automaticamente allo scendere del prezzo.

Benchmark

Foto

Giudizio Finale

Samsung Galaxy A10

7.2

Samsung Galaxy A10

Galaxy A10 chiude il fondo del listino Samsung in modo dignitoso. A parità di prezzo altri offrono sicuramente un hardware migliore, ma è innegabile che questo sia uno smartphone comunque onorevole e pensato per chi preferisce acquistare prodotti del brand coreano rispetto alla concorrenza.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Design gradevole
  • Display ampio
  • Non manca l'NFC
  • Software completo
Contro  
  • Prestazioni sottotono
  • Wi-Fi monobanda
  • Niente led di notifica / always-on
  • Non adatto per i giochi 3D
 

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina AndroidWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.