8.5

Recensione Redmi Note 8T: tutto al posto giusto (foto e video)

Emanuele Cisotti -




Recensione Redmi Note 8T

Redmi Note 8 Pro non è stato l’unico Note 8 di Redmi ad arrivare in Italia, ma solo il primo. Oggi vi parliamo invece di Redmi Note 8T, un’ottima alternativa (almeno sulla carta) al prodotto appena citato. Scopriamolo nella recensione completa.

LEGGI ANCHE: Recensioni Redmi

Confezione

Non abbiamo potuto verificare il contenuto della confezione quindi non possiamo esprimerci su questo punto. L’alimentatore in dotazione dovrebbe essere da 18W.

8.5

Costruzione ed Ergonomia

Redmi Note 8T è il classico smartphone Xiaomi. Riparte da dove eravamo rimasti con Redmi Note 7 e ci aggiunge un modulo delle fotocamere più grande, per lasciare spazio ai nuovi sensori. Un design, pulito, moderno, ma senza particolari spunti di interesse. Il vetro posteriore non trattiene troppo le impronte e trasmette al tatto una buona sensazione di qualità. Il profilo in plastica invece può tranquillamente essere scambiato per metallo. Unica nota che possiamo riportare è che il nuovo blocco delle fotocamere inizia a essere un disturbo quando il telefono è poggiato su di un piano, divetando un po’ scomodo per la scrittura e l’utilizzo in generale. Lo smartphone non è comunque nel complesso né troppo pesante (8,4 millimetri) e né eccessivamente pesante (190 grammi), almeno in rapporto alle dimensioni.



8.5

Hardware

Buono l’hardware di questo smartphone, seppur non ci siano state vere novità rispetto allo scorso anno. Noi abbiamo provato la variante 4/64. Parliamo quindi del modello con 4GB di RAM e 64 GB di memoria interna espandibile utilizzando una microSD. C’è anche una variante più economica 3/32. Il modulo estraibile è triplo e quindi permette di utilizzare senza problemi sia doppia nanoSIM che la microSD. Il processore è uno Snapdragon 665 octa core da 2,2 GHz con GPU Adreno 610, che garantisce prestazioni assolutamente più che adeguate per uno smartphone di fascia media. Discreta la connettività: LTe fino a 600 Mbps, Wi-Fi ac dual band, chip NFC e Bluetooth 4.2. Peccato che non sia stato ancora aggiornato al 5.0, ma vista la fascia di prezzo è un peccato sorvolabile. Abbiamo poi lo sblocco con il volto 2D, il lettore di impronte classico sul retro (veloce e preciso), la porta ad infrarossi e anche la radio FM. Non manca poi, per la gioia di tutti, il jack audio da 3,5 millimetri. Lo speaker è mono e ha una discreta potenza: è posizionato sulla parte bassa dello smartphone.

SCHEDA: Redmi Note 8T

8.0

Fotocamera

Redmi Note 8T è dotato di un sensore principale da 48 megpaixel ƒ/1.8 che scatta foto a 12 megapixel grazia alla tecnologia del pixel binning. Se vorrete sarà possibile anche scattare a 48 megapixel, ma perdendo le automazioni come l’HDR automatico e l’intelligenza artificiale, che nel complesso fanno un discreto lavoro su questo smartphone. La fotocamera secondaria è una 8 megapixel ƒ/2.2 grandangolare e abbiamo poi due sensori da 2 megapixel ƒ/2.4, uno per migliorare l’effetto bokeh e uno per le macro. Quest’ultimo è simpatico, ma la risoluzione è veramente troppo ridotta per poterne davvero godere.

Il software è il solito di Xiaomi, godibile, ma non perfetto, né come disposizioni delle voci, né come fluidità e velocità. A volte, per fare un esempio, passare da una fotocamera all’altra può essere un po’ frustrante. Gli scatti che ne risultano sono discreti per il tipo di smartphone che abbiamo in mano. Non aspettatevi rivoluzioni rispetto al modello precedente, ma non rimarrete delusi, in nessuna condizione di luce. Anche di notte infatti c’è ancora qualche di interessante da scattare, grazie sopratutto alla modalità notturna che impiegando qualche istante in più per scattare vi restituirà una foto con maggiore dettaglio e che soffre meglio le forti luci (come i lampioni o le finestre illuminate). Dove non siamo rimasti stupiti è con la grandangolare che realizza scatti solo sufficienti e che di notte invece delude. C’è anche il tasto per lo zoom 2x, che sembra quasi voler dire che è presente una fotocamera dedicata, ma non è così. Sufficiente la fotocamera frontale da 13 megapixel, che integra fra le opzioni anche una per il bokeh tramite software.

I video sono nella media e si possono registrare anche in 4K a 30fps, ma si perde la possibilità di registrare con la fotocamera grandangolare. Bisogna scendere al Full HD per poter sfruttarla. In ogni caso non è possibile cambiare videocamera una volta avviata la registrazione.

8.5

Display

Lo smartphone è dotato di un display da 6,3 pollici FullHD+ (1080 x 2340 pixel) e tecnologia IPS. È un buon display e non abbiamo sentito particolarmente la mancanza di un pannello AMOLED, anche se ovviamente mettendone uno a fianco si può notare qualche differenza, sopratutto per profondità dei colori scuri. Tra le impostazioni troviamo 3 temperature di colori impostbili, 3 modalità di colore e la possibilità di risvegliare lo smartphone con il doppio tocco o sollevando lo smartphone. Non c’è una modalità always-on. Il display infine è protetto da un vetro Gorilla Glass 5.

8.5

Software

Redmi Note 8T si aggiorna alla MIUI 11 alla prima accensione (nel nostro caso 11.0.3) e al momento della prova era aggiornato alle patch di dicembre 2019, rimanendo sempre basato su Android 9 Pie. Il software è abbastanza fluido, anche se mai davvero perfetto nonostante l’aggiornamento della CPU. Le notifiche in alto a sinistra sono finalmente permanenti e rimangono “lì” anche dopo aver tirato giù la tenda delle notifiche. La presenza del piccolo notch in alto per la fotocamera non disturba particolarmente l’utilizzo quotidiano e rimuovendo il nome dell’operatore dalle opzioni c’è spazio a sufficienza. Abbiamo poi le gesutre di navigazione a tutto schermo, la modalità scura (programmabile), la modalità ad una mano, il secondo spazio e i temi per personalizzarne l’aspetto. In conclusione: la classica ottima MIUI rifinita nella sua undicesima versione.

8.0

Autonomia

La batteria è una 4000 mAh con supporto per la ricarica rapida a 18W. I risultati sono molto buoni, seppur appena meno brillanti del predecessore Redmi Note 7. Riuscirete in ogni caso a fare una giornata completa con un utilizzo intenso, ma per arrivare a due giorni pieni vi ci vorrà un’utilizzo abbastanza moderato.

8.5

Prezzo

La versione da noi testata di Redmi Note 8T è quella 4/64. Il suo prezzo è di 229€ e in teoria sarebbe acquistabile solo sul sito ufficiale. La realtà è che su Amazon è pieno di rivenditori che lo propongono a prezzi inferiori (e con garanzia europea). Abbiamo il modello spagnolo a 164€ o quello europeo (generico) a 173€. A voi la scelta. Il prezzo di partenza del 3/32 è di 199€, ma sinceramente vi consigliamo di partire dal taglio superiore.

Tutte le offerte per Redmi Note 8T

Benchmark

Foto

Giudizio Finale

Redmi Note 8T

8.5

Redmi Note 8T

Redmi Note 8T si inserisce (a circa un anno di distanza) in un mercato ancora più affollato. È sempre l'ottimo smartphone di prima, anzi lo è di più, ma la battaglia è sempre più agguerrita. Non c'è un buon motivo per non comprarlo e le molte offerte online lo rendono un acquisto molto ghiotto.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Due nanoSIM + una microSD
  • Bel display
  • Buona qualità costruttiva
  • Prezzo contenuto
Contro
  • Prestazioni imperfette
  • Grandangolo di scarsa qualità
  • Bluetooth non 5.0
  • Il software non porta particolare novità
Redmi Note 8T (4 GB)

Redmi Note 8T (4 GB)

  • CPU
    octa 2 GHz
  • Display
    6,3" FHD+ / 1080 x 2340 px
  • RAM
    4 GB
  • Frontale
    13 Mpx ƒ/2.0
  • Fotocamera
    48 Mpx ƒ/1.8
  • Batteria
    4000 mAh

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina AndroidWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.