8.8

Redmi Note 7, la recensione (foto e video)

Emanuele Cisotti -




Recensione Redmi Note 7

La serie Redmi è così rilevante per Xiaomi che l’azienda cinese ha deciso di separare questa linea in un brand separato (come già successo per POCOPHONE). Il primo di questa nuova serie è Redmi Note 7. Scopriamolo insieme nella nostra recensione.

LEGGI ANCHE: Miglior smartphone cinese

Aggiornamento12/03/2019

La recensione è stata aggiornata con le informazioni relative alla versione italiana lanciata sul mercato il 12 marzo 2019.

7.5

Confezione

La confezione di questo Redmi Note 7 rivela subito una novità: la totale scomparsa del brand Xiaomi (che nel nostro modello compare solo come piccolo logo adesivo). Il primo telefono Redmi ha nella confezione una dotazione abbastanza standard. Abbiamo l’alimentatore 5V/2A, il cavo USB/USB-C e anche una graditissima cover in silicone grigia semi-trasparente.

8.5

Costruzione ed Ergonomia

Redmi Note 7 è il più classico degli smartphone Xiaomi. Il profilo è in metallo lucido e sul retro troviamo un vetro piatto, interrotto solo da una doppia fotocamera nell’angolo in alto. Lo smartphone non è leggerissimo, pesando 186 grammi, ma nel complesso è comunque un dispositivo abbastanza ben bilanciato e non difficile da utilizzare nella vita quotidiana. È anche costruito molto bene, benché gli manchi sicuramente un po’ di caratterizzazione dal punto di vista del design, ma non si può volere tutto. L’azienda ha poi parlato anche di questo smartphone in termini di resistenza sopra la media. Non abbiamo potuto testare lo smartphone in questo senso ma vi “passiamo” questa informazione.

9.0

Hardware

Redmi Note 7 è uno smartphone potente e completo anche dal punto di vista hardware se lo valutiamo nella sua fascia di prezzo. Abbiamo un processore Snapdragon 660 octa core da 2,2 GHz, GPU Adreno 512, 3 GB di RAM e 32 GB di memoria interna. Esistono poi anche delle variante con 64 GB di memoria interna, sia con 4 che con 6 GB di RAM. Questa differenziazione sicuramente aiuta la comprensione del prodotto che parte dalla fascia bassa ma arriva fino alla fascia media. Noi abbiamo provato il modello più “leggero” in termini di scheda tecnica. Tutti hanno la possibilità di espandere la memoria, rinunciando al secondo slot della nanoSIM. Discreta la connettività: Wi-Fi dual band, Bluetooth 5.0 e porta ad infrarossi. L’LTE è supportato fino a 450 Mbps (quindi 4G+) e nella versione italiana è presente il supporto alla banda 20. Presente un piccolo led di notifica e sul retro abbiamo anche un lettore di impronte digitali. Per quanto riguarda i metodi di sblocco abbiamo anche il supporto allo sblocco facciale, che è preciso, ma non velocissimo. Non manca infine il jack audio, posizionato sulla parte superiore.

SCHEDA: Redmi Note 7

8.0

Fotocamera

Questo Redmi Note 7 è il primo smartphone in questa fascia di prezzo ad avere una fotocamera da 48 megapixel (e per la verità anche nelle fasce leggermente superiori a questa). Si tratta di una specifica che subito ci fa pensare ai top di gamma, cosa che questo smartphone ovviamente non è ed infatti anche la fotocamera non può essere paragonata ad un livello simile. Dobbiamo però ammettere che siamo rimasti positivamente stupiti dalla qualità di questa fotocamera, che è probabilmente la migliore nella fascia bassa del mercato. La fotocamera principale ha un’apertura ƒ/1.8 ed accompagnata da una seconda fotocamera da 5 megapixel ƒ/2.4 per il calcolo della profondità di campo. Si tratta di un’accoppiata molto interessante e che permette di scattare immagini molto definite, con colori ben bilanciati (e non stravolti dall’intelligenza artificiale) e anche con un buon effetto sfocatura se si attiva la modalità ritratto. È importante sapere che per ottenere questa definizione vengono sempre interpolati 4 pixel in 1 e che le foto finali (almeno al momento) sono tutte da 12 megapixel. Per chi non vuole rinunciare alla super-risoluzione l’unico modo è scattare in modalità Pro. È in arrivo anche una modalità notte, non presente in questa versione del software. Le foto di notte al momento non ci hanno invece sorprese e sono molto più vicine a quelle di uno smartphone di fascia bassa. I video sono discreti e si registrano ad un massimo di 1080p a 60fps. Sono quindi fluidi ma un po’ tremolanti e soffrono un po’ dei problemi di questa fascia di prezzo, come rumore digitale e mancanza di definizione. Se non registrerete facendo movimenti bruschi sono comunque più che sufficienti. Discreta anche la selfie camera da 13 megapixel ƒ/2.0.

8.5

Display

Questo Redmi Note 7 è un ampio 6,3 pollici di diagonale con risoluzione FullHD+ (2340 x 1080 pixel) e realizzato con tecnologia IPS. È un bel display ampio e luminoso con un piccolo notch che fa entrare con discrezione la fotocamera frontale all’interno dello schermo, ma che ai fini pratici dell’utilizzo giornaliero non crea vero disturbo, neanche alle notifiche. Ha una buona luminosità e una buona risoluzione, solitamente riservata agli smartphone di fascia media. La gestione dell’automatismo nella regolazione è però imperfetta e tende un po’ al ribasso. Le cornici non sono troppo ridotte, ma lo sono abbastanza se pensiamo al prezzo di lancio di questo smartphone di come solo un anno fa fosse impensabile poter avere uno schermo simile su uno smartphone Redmi.

8.5

Software

Questo smartphone Redmi viene lanciato sul mercato già aggiornato ad Android Pie (patch di gennaio) e personalizzato con l’interfaccia MIUI 10.2. Questa personalizzazione sembra aver un po’ rallentato la sua “corsa” negli ultimi anni e quindi un po’ ci dispiace non trovare alcune novità di Android 9 anche qui, ma è comunque uno dei software più completi ed apprezzati in circolazione. Peccato per le notifiche che compaiono come icona nell’angolo in alto a sinistra, ma poi scompaiono dopo poco. Scelta bizzarra di Xiaomi a cui però sembra dovremo abituarci.

Lo smartphone è fluido ed è utilizzabile anche con le ormai famose gesture di navigazione dell’azienda. Ci sono poi i temi, la possibilità di abilitare lo “sdoppiamento” dell’app o la creazione di un secondo spazio di “sicurezza” dove proteggere i propri contenuti. Oltre alla modalità ad una mano ora troviamo anche una rinnovata modalità gaming che permette di diminuire le distrazioni durante le sessioni di gioco. La versione italiana supporta poi i contenuti HD dei servizi di streaming (Widevine L1).

8.5

Autonomia

Uno dei punti forti della serie Redmi è sicuramente la batteria e questo Note 7 non fa eccezione. Abbiamo una batteria da 4000 mAh con supporto alla ricarica rapida (anche se l’alimentatore in dotazione è “classico”). Questa corposa batteria permette di ottenere risultati straordinari, arrivando vicini alle due giornata piene con uso abbastanza intenso.

9.0

Prezzo

Redmi Note 7 viene venduto dal 15 di marzo a 199,9€ sul sito Xiaomi, nei Mi Store e nei negozi della grande distribuzione (per la precisione MediaWorld, Unieuro, Trony, Expert e Euronics). La variante con 3 GB di RAM e 32 GB di memoria interna invece arriverà il 21 marzo ad un prezzo che aggredisce il mercato in modo violento: 179,9€. Sarà disponibile sul sito Xiaomi, nei Mi Store e su Amazon.

Tutte le migliori offerte per Redmi Note 7.

Arrivo in Italia

Per l’arrivo dello smartphone in Italia abbiamo realizzato questo video dove analizziamo nuovamente il prodotto.

Benchmark

Foto

Giudizio Finale

Redmi Note 7

8.8

Redmi Note 7

Redmi Note 7 è probabilmente il miglior smartphone rapporto qualità prezzo mai realizzato da Xiaomi (pur non portando neanche il suo nome). Non sbaglia nulla e già con il software cinese è una "bomba". La versione europea potrà solo fare meglio.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Ampio display
  • Buona fotocamera
  • Ottima autonomia
  • Ben costruito
Contro
  • Si deve scegliere fra seconda SIM e microSD
  • La MIUI non porta molto di nuovo in dote
  • Non supporta i contenuti HD dei servizi di streaming
  • Non si scatta a 48 megapixel in automatico

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina AndroidWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.