8.3

Recensione RedMagic 5G: nuovo standard gaming economico (foto e video)

Emanuele Cisotti




Recensione RedMagic 5G

RedMagic (prima Red Magic) è sicuramente l’azienda che assieme ad ASUS più si è data da fare nel mondo dei gaming phone. Questo RedMagic 5G è di fatto il quinto smartphone dell’azienda in questa categoria, cosa niente affatto trascurabile. Scopriamo se questa versione 5G ha davvero qualcosa in più rispetto al passato.

LEGGI ANCHE: Migliori gaming smartphone

7.0

Confezione

All’interno della vistosa confezione troviamo un alimentatore da 18W, un cavo USB/USB-C e i manuali. Purtroppo niente cuffie o niente cover.

8.5

Costruzione ed Ergonomia

Questo RedMagic 5G è il primo smartphone del brand a non somigliare, o almeno non particolarmente, al suo predecessore. Abbiamo infatti una nuova scocca in vetro che sostituisce l’ormai iconica scocca metallica. Lo smartphone non è di fatto leggero o compatto, visto il peso di 218 grammi e lo spessore di 9,8 millimetri, ma in ogni caso sembra un netto passo in avanti rispetto al passato con la sua forma più morbida e senza quelle spigolosità che lo facevano traballare sui tavoli. Ci sono poi ancora dei dettagli tipicamente gaming, come le strisce rosse o la fotocamera ancora esagonale, ma è sicuramente un design più pulito e più adatto anche ad un utilizzo quotidiano in tutti i contesti. Lo smartphone appare poi solido ed estremamente ben costruito.



9.5

Hardware

Ovviamente come ogni gaming phone è da vero top di gamma. Abbiamo l’ultimo processore Snapdragon 865 octa core da 2,84 GHz con GPU Adreno 650, 8 o 12 GB di RAM LPDDR5, 128 o 256 GB di memoria interna UFS 3.0, purtroppo però ancora una volta non espandibile. Ottima la connettività: non solo abbiamo il 5G, ma anche il Wi-Fi6 e il Bluetooth 5.1. Non manca infine il chip NFC. Abbiamo anche il supporto dual nanoSIM e la porta USB-C 3.1. Ottima la presenza del jack audio da 3,5 millimetri, ormai estinto da praticamente tutti gli altri smartphone top di gamma in circolazione. Ottimo anche l’audio. Non è più frontale, ma è comunque “stereo” grazie al buon supporto della capsula auricolare. Ottima la scelta del motorino della vibrazione che restituisce un ottimo feedback aptico. Specificatamente per il gaming abbiamo anche due tasti touch dorsali molto precisi (con una frequenza di campionamento del tocco di addirittura 300Hz). In più abbiamo un sistema di raffreddamento migliorato, che include una ventola che sposta il 30% in più dell’aria rispetto al passato e un sistema a raffreddamento del liquido ancora più grande e che copre una porzione di hardware ancora più grande. Anche la scocca in vetro aiuta a dissipare il calore. Il risultato è anche al massimo della potenza non si sentiranno particolari surriscaldamenti.

SCHEDA: RedMagic 5G

7.0

Fotocamera

RedMagic 5G è dotato di un sistema a tripla fotocamera. Il sensore principale è una fotocamera da 64 megapixel ƒ/1.8, supportata da un sensore da 8 megapixel grandangolare ƒ/2.0 e un sensore aggiuntivo da 2 megapixel per le macro. Non avevamo enormi aspettative per questo smartphone, visto che da sempre il comparto fotografico degli smartphone gaming è un po’ quella più sacrificata. L’aggiunta però del nuovo sensore sembra comunque aver fatto più che bene a questa fotocamera, che di giorno permette di realizzare immagini sopra le nostre aspettative, con una notevole profondità di campo e molti dettagli. L’intelligenza artificiale a volte può essere un po’ aggressiva, ma vedendone l’effetto subito nell’anteprima di scatto è possibile disattivarla caso per caso. Per qualche ragione non è possibile (ancora) passare alla fotocamera grandangolare in modalità automatica, ma è possibile farlo in quella Pro. Con poca luce i risultati non sono molto interessanti. La modalità notte può migliorare la scena ma non aspettatevi miracoli. La messa a fuoco poi fatica non poco con il calare delle tenebre. Non commentiamo oltre il sensore da 2 megapixel per le macro. Come spesso accade è un’aggiunta di scarso valore.

Per quanto riguarda la parte video possiamo ancora registrare filmati in 8K, ma a 15fps, rendendoli di fatto quasi inutili. Grandi passi in avanti invece nei video in 4K, anche a 60fps, dove la stabilizzazione elettronica è attiva di default e dove i risultati in tal senso sono davvero notevoli. Disattivando la stabilizzazione aumenta decisamente la qualità del filmato, ma abbiamo trovato la modalità stabilizzata un giusto compromesso. Dalla fotocamera frontale invece si possono registrare solo dei tremolanti video in FullHD. Il sensore frontale da 8 megapixel ƒ/2.0 non può molto neanche con i selfie dove i risultati sono solo appena sufficienti.

9.0

Display

Una carta da sempre giocata dalle poche aziende che realizzano smartphone gaming è quello della frequenza di aggiornamento del display. RedMagic 5G alza ancora l’asticella superando lo standard dei 120 Hz adottato da varie aziende in questo 2020 e arrivando addirittura a 144Hz, un valore da gaming PC. Il pannello è un 6,65 pollici FullHD+ (1080 x 2340 pixel) realizzato in tecnologia AMOLED. Un bellissimo pannello che rende assolutamente giustizia ai vari giochi che potrete giocare con questo smartphone. In più abbiamo un riconoscimento del tocco a 240Hz e il supporto al DC dimming per migliorare la visibilità e diminuire l’affaticamento a livelli di luminosità più bassi. Lo schermo si può riaccendere con un doppio tocco o sollevandolo. C’è anche una modalità always-on display ma purtroppo mostra solo l’orario e non le notifiche in arrivo.

7.5

Software

Il punto debole di tutti gli smartphone RedMagic è sempre stato sicuramente il software, ereditato dagli smartphone Nubia senza particolari differenze. È ancora presente la modalità di gioco che si attiva muovendo l’interruttore fisico rosso sul lato sinistro. In questa modalità si avrà una piena gestione della potenza dello smartphone, del display, del sistema di raffreddamento e dei trigger dorsali. All’interno di ogni applicazione e poi possibile comunque andare a perfezionare queste impostazioni, andando a decidere al meglio come sfruttare tutta questa potenza, oppure realizzando della macro. Ma anche il resto del software è stato migliorato e sopratutto finalmente personalizzato. Buona parte dei menù è purtroppo ancora in inglese ma è tutto di gestione abbastanza semplice. Tra le funzionalità avanzate troviamo la possibilità di navigare lo smartphone tramite gesture, la possibilità di dividere lo schermo, la modalità ad una mano o la registrazione dello schermo (a 720p). La grafica potrebbe essere ancora migliorata e a volte le notifiche appaiono un po’ goffe ed ingombranti, così come le etichette di certe icone. La strada intrapresa però ci ha convinto e finalmente abbiamo una personalizzazione degna di questo nome. E il suo nome è RedMagic UI 3.0. Android è alla versione 10 ed è aggiornato con le patch di marzo. Abbiamo ricevuto due aggiornamenti durante la prova: speriamo possa voler dire una maggior cura di questo fattore.

8.0

Autonomia

La batteria è una 4.500 mAh, quindi purtroppo un 10% più piccola rispetto allo scorso anno. La differenza in ogni caso è data dal notevole consumo energetico di uno schermo a 144 Hz. In quel caso arriverete a fine giornata solo con un utilizzo blando. In ogni caso potrete tranquillamente fare le vostre sessioni di gioco “al massimo” e poi scendere a 60 o 90 Hz. A 60 Hz arrivare invece al termine della giornata è un’operazione quasi scontata. Supporta la ricarica rapida a ben 55W, ma l’alimentatore in confezione è da 18W.

8.5

Prezzo

La cosa più interessante di questo RedMagic 5G è però indubbiamente il suo prezzo. Costa solo 579€, che al momento ampiamente il più economico smartphone in circolazione in Italia con Snapdragon 865 che potrete comprare. E a differenza del passato arriva quando questo ultimo processore di Qualcomm è ancora una vera novità. Ci vogliono 649€ per la variante 12/256, che rimane comunque estremamente economica rispetto al mercato. Fino al 21 aprile, data di lancio sul mercato, gli acquirenti potranno avere uno sconto di 30 o 50€ (a seconda del tempismo) con una spesa di 5,79€.

Foto

Giudizio Finale

RedMagic 5G

8.3

RedMagic 5G

RedMagic 5G è un ottimo smartphone gaming economico. Ma non solo: perché è anche (ampiamente) lo smartphone con Snapdragon 865 più economico in circolazione. E già questo non è poco. Software e fotocamere hanno margini di miglioramento, ma sicuramente non sono il primo motivo per cui lo si compra.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Ottimo prezzo
  • Potente
  • Ottimi sistemi di raffreddamento
  • Schermo a 144Hz
Contro
  • A 144Hz l'autonomia non è il massimo
  • Software con margini di miglioramento
  • Fotocamere solo sufficienti
  • Parti del software in inglese
RedMagic 5G

RedMagic 5G

8.3

  • CPU
    octa 2.84 GHz
  • Display
    6,65" FHD+ / 1080 x 2340 px
  • RAM
    8 GB
  • Frontale
    8 Mpx ƒ/2.0
  • Fotocamera
    64 Mpx ƒ/1.8
  • Batteria
    4500 mAh

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina AndroidWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.