8.4

POCOPHONE F1, la recensione (foto e video)

Emanuele Cisotti -




Recensione POCOPHONE F1

POCOPHONE è una giovane startup che è nata 2 anni fa in seno a Xiaomi. Il gruppo non fa segreto di questo e POCOPHONE è infatti “by Xiaomi”. Troveremo infatti molti punti in comune con la già famosissima azienda cinese, ma con una differenza: questo prodotto punta alla sostanza e non all’apparenza.

LEGGI ANCHE: Migliori smartphone Android

7.0

Confezione

All’interno della confezione gialla e nera di POCOPHONE F1 troviamo un alimentatore QuickCharge 3.0, un cavo USB/USB-C e una cover in silicone trasparente. Purtroppo niente cuffie, ma è pur sempre un low cost.

7.0

Costruzione ed Ergonomia

F1 di POCOPHONE è come detto uno smartphone che non punta certo ai materiali costruttivi e al design. Non è però affatto un brutto telefono: lo definiremmo piuttosto “semplice”. Il retro è in policarbonato, ovvero in plastica. È opaco e ha il pregio di non trattenere le impronte e di essere resistente. Ovviamente la sensazione in mano è quella di avere un buon medio gamma e difficilmente potrà trasmettere una sensazione di “valore”. Se comunque siete soliti usare cover sui vostri telefoni è sicuramente un fattore trascurabile. Non è leggerissimo, ma in mano si utilizza bene e non risulta scivoloso. Purtroppo non è impermeabile.

9.0

Hardware

POCOPHONE F1 punta invece sull’hardware. O meglio: sulla potenza e la velocità. Abbiamo il processore Snapdragon 845 octa core da 2,8 GHz, la GPU Adreno 630, 6 GB di RAM e 64 o 128 GB di memoria espandibile. La RAM è LPDDR4X e dovrebbe in futuro arrivare anche la versione da 8 GB. La memoria interna invece è la velocissima UFS 2.1. Buona la connettività: LTE fino a 1024 Mbps, Wi-Fi ac dual band, Bluetooth 5.0 e radio FM. C’è il supporto dual SIM e sul retro il lettore di impronte digitali è preciso e veloce. Manca invece purtroppo il chip NFC e la porta USB-C non supporta l’uscita video. Non è quindi uno smartphone dotato di sensori particolari o componenti innovativi, quanto piuttosto di potenza pura e ottimizzazione, come per esempio l’heat pipe al liquido per la dissipazione del calore. È disponibile anche lo sblocco facciale con l’infrarosso che funziona molto bene ma che richiede di impostare la regione di utilizzo in una asiatica (poco male, non ha controindicazioni).

SCHEDA: POCOPHONE F1

7.5

Fotocamera

POCOPHONE F1 è dotato di una doppia fotocamera da 12 megapixel ƒ/1.9 e 5 megapixel ƒ/2.0. C’è una notevole discrepanza nei risultati con buona e poca luce. Nel primo caso abbiamo foto estremamente godibili, con colori morbidi ma ben bilanciati. L’HDR automatico fa un buon lavoro e minimizza la possibilità di immagini con parti bruciate. Con poca luce invece la situazione cambia radicalmente e abbiamo immagini decisamente meno definite e più impastate. L’effetto sfocatura è simpatico, ma con il calare della luce il risultato diventa decisamente poco appagante, se non poco preciso. Non fraintendeteci non sono in assoluto cattive foto e per i social andranno ancora molto bene, semplicemente la qualità di queste fotocamere si avvicinano di più a quelle di un medio gamme che a quelle di un top di gamma.

SAMPLE: Foto – Video

7.5

Display

POCOPHONE F1 è dotato di un display da 6,2 pollici con risoluzione Full HD+ (1080 x 2246 pixel) in tecnologia IPS. È un buon display e anche questo non sfigura assolutamente nella fascia di prezzo. Ha dei buoni colori e un buon adattamento automatico della luminosità. Non può competere con gli altri top di gamma in termini di contrasto, profondità del nero o di luminosità assoluta, ma l’importante è non avere aspettative fuori scala. Il notch è sempre presente e dalle impostazioni potrete “spegnerlo”, anche se in realtà lo starete solo colorando di nero.

8.0

Software

Android è alla versione 8.1 Oreo aggiornato (durante il test) alle patch di luglio. L’azienda ha promesso aggiornamenti costanti e anche l’arrivo della MIUI 10 e di Android Pie. Al momento troviamo la MIUI 9.6 con tutte le funzioni che già abbiamo apprezzato negli altri smartphone Xiaomi, come le gesture, il secondo spazio per rendere privati contenuti e app e applicazioni clonate per duplicare solo i singoli software. Dalle impostazioni troviamo poi anche i temi, mentre fra le app abbiamo anche un gestore file e il software per gestire i permessi di sicurezza. La vera novità è però il POCO Launcher preinstallato. Rispetto alla MIUI classica abbiamo quindi un launcher con il drawer e alcuni filtri molto interessanti: quello per tipo di app e quello per colore dell’icona. La barra di ricerca è stata poi spostata in basso. Si tratta quindi di un buon compromesso fra un Android Stock e la MIUI. Le performance di POCOPHONE F1 sono molto buone, seppur qualche micro rallentamento (come nella tastiera) l’abbiamo notato. Si tratta di piccolezze, che anche altri top hanno, ma che meritano un occhio di riguardo in un telefono che punta tutto sulle performance.

8.0

Autonomia

La batteria è una 4000 mAh dotata di ricarica rapida QuickCharge 3.0. L’autonomia è molto buona e anche con utilizzo intenso si arriva sempre a fine giornata. Con un utilizzo medio-basso si può invece arrivare ai due giorni pieni.

8.5

Prezzo

POCOPHONE F1 è disponibile in Italia a 329€ nella versione con 64 GB di memoria e a 399€ nel taglio da 128 GB. Sarà disponibile non solo negli store Xiaomi ma anche in varie catene, anche se al momento non troviamo disponibilità. Si tratta di un prezzo super aggressivo e che “straccia” la concorrenza a parità di hardware.

Confronti

Lista di tutti i confronti fatti fra POCOPHONE F1 e altri smartphone:

Foto

Giudizio Finale

POCOPHONE F1

8.4

POCOPHONE F1

POCOPHONE F1 non è un telefono che distruggerà il mercato, ma è un prodotto che mancava. Colma un vuoto nel segmento dei telefoni che puntano davvero alla sostanza, ovvero hardware, prestazioni e autonomia, lasciando da parte tutto quello che è "accessorio". Se cercate performance e potenza e non volete spendere di più, F1 è praticamente quasi l'unico prodotto nella sua categoria.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Hardware potente
  • Buone performance
  • Autonomia sopra la media
  • MIUI modernizzata
Contro
  • Fotocamere poco interessanti con meno luce
  • Visibilità all'esterno inferiore ai top
  • Niente NFC e uscita video
  • Si deve scegliere fra seconda SIM e microSD

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina AndroidWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.