Recensione POCO F4 GT: non solo per i gamer

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti

Recensione POCO F4 GT

Torna sul mercato il nuovo top della gamma POCO. Si alza l'asticella, si alza il prezzo, ma rimane comunque un prodotto dall'ottimo rapporto qualità prezzo. Ma c'è altro? Scopriamolo nella recensione di POCO F4 GT.

PRO

  • Molto potente
  • Con ottimizzazioni di gioco
  • Ricarica fulminea
  • Schermo a 120 Hz

CONTRO

  • Niente jack audio
  • Design non per tutti
  • Qualche bug software
  • Memoria non epsandibile

Confezione

La confezione di questo smartphone è molto ricca. All'interno troviamo una cover in silicone, un alimentatore da ben 120W, un cavo USB/USB-C e un adattatore da 3,5mm a USB-C.

Costruzione ed Ergonomia

La famiglia di smartphone POCO serie F è da sempre quella al top per quanto riguarda la qualità costruttiva. E questo F4 GT non è da meno, con una scocca laterale interamente in metallo e un retro in vetro opaco. È uno smartphone robusto e rigido, che paga il suo prezzo con il peso di 210 grammi. Lo spessore di 8,5 millimetri è comunque nel complesso abbastanza sottile. Lateralmente abbiamo, oltre al tasto fisico per l'accensione che è anche un lettore di impronte digitali, due interruttori che sbloccano magneticamente due tasti fisici aggiuntivi per il gaming, ma non solo.

Il design si spinge comunque un po' oltre rispetto al solito (per la serie F), potrebbe piacere come no.

Ovviamente dove POCO non poteva certo andare sul sicuro era sull'hardware. In questo POCO F4 GT troviamo il potentissimo Snapdragon 8 Gen 1 octa core a 4nm, la GPU Adreno 730 e ben 8 o 12 GB di RAM LPDDR5. La memoria interna è la velocissima UFS 3.1 ed è disponibile accoppiata alla RAM rispettivamente da 128 e 256 GB. Sempre non espandibile. Ottima la connettività: Wi-Fi 6E, Bluetooth 5.2, NFC, porta ad infrarossi e un microfono aggiuntivo sul lato lungo dello smartphone per il gaming.

Abbiamo poi un buon lettore di impronte digitali sul fianco e un buon sistema di raffreddamento multistrato che aiuta a tenere a bada le bollenti temperature che potrebbe altrimenti raggiungere il super processore in dotazione. Si può comunque assistere ad un minimo di thermal throttling dopo una decina di minuti, ma da lì in poi le prestazioni non crollano mai. Ottima anche il feedback aptico grazie al motorino della vibrazione.

Fotocamera

La fotocamera di questo smartphone è composta da un sensore principale da 64 megapixel ƒ/1.9, da una grandangolare da 8 megapixel ƒ/2.2 e da una fotocamera macro da 2 megapixel. Per stessa ammissione dell'azienda si tratta forse del fronte dove l'hardware sulla scheda tecnica è meno spinto, ma è anche vero che si tratta pur sempre di uno smartphone che ha il gaming e le prestazioni nel "cuore".

Gli scatti sono comunque migliori di quelli che ci saremmo aspettati. Si nota l'assenza di stabilizzazione e bisogna avere la mano un po' ferma quando la luce naturale cala, ma nel complesso siamo rimasti soddisfatti, soprattutto per nitidezza e bilanciamento dei colori. Solo sufficienti invece le foto in modalità ritratto e quelle grandangolari. Con poce luce la modalità notturna aiuta la foto a recuperare di luminosità ma non aspettatevi comunque scatti particolarmente nitidi. Più che sufficiente la fotocamera frontale da 20 megapixel ƒ/2.4.

I video vengono registrati dalla fotocamera frontale in 4K a 60fps e godono anche di una buona stabilizzazione elettronica, anche se la nitidezza dei filmati non è al pari di altri smartphone di fascia superiore. Peccato per la videocamera frontale che registra sì video a 60fps, ma solo in Full HD.

Display

POCO F4 GT è dotato di un pannello da 6,67 pollici di diagonale con risoluzione FullHD+ (1080 x 2400 pixel) e in tecnologia AMOLED. Abbiamo un refresh rate aumentato fino a 120 Hz e un touch sampling a 480 Hz. Il display supporta l'HDR10 e garantisce la piena compatibilità con lo spazio DCI-P3. Il vetro esterno a protezione è nella tecnologia Gorilla Glass Victus. Pienamente supportato anche l'always-on display.

Software

POCO lancia sul mercato il suo F4 GT con la MIUI 13 di Xiaomi basata su Android 12. Il software in dotazione è uno dei più ricchi fra quelli che abbiamo avuto modo di trovare sugli ultimi smartphone Xiaomi con qualche chicca in più e soprattutto qualche ottimizzazione specifica per il gioco. I tasti fisici magnetici popup possono infatti essere programmati nei vari giochi per avere funzioni specifiche e sostituire dei comandi al tocco semplificando e massimizzando le vostre performance. Gli stessi tasti possono essere programmati anche fuori dai giochi per azionare funzioni specifiche come gli screenshot o la torcia. Peccato però che possano essere associati ad app oppure per scattare foto nell'app.

Tra le altre funzioni del software abbiamo i temi, le gesture, la possibilità di programmare funzioni di vario tipo con il tocco sul retro o con il doppio tocco sul lettore di impronte digitali. Non mancano neanche la modalità ad una mano e la possibilità di aumentare la RAM in modo virtuale.

Il nostro esemplare soffriva di un bug che ci ha impedito di utilizzarlo con la SIM card inserita, non abbiamo quindi potuto testare in uno scenario reale il sensore di prossimità, che non ci ha dato però problemi con i messaggi vocali.

Autonomia

POCO F4 GT è dotato di una batteria da 4.700 mAh, una buona capacità, anche considerando i modelli precedenti e le dimensioni dello smartphone. Questa batteria garantisce praticamente in qualsiasi caso comune di arrivare a fine gioranta. Ovviamente lunghe sessioni di gioco metteranno più duramente alla prova la batteria e potrete arrivare a zero prima della fine della giornata.

Questo smartphone POCO è però dotato della ricarica record da 120W, con la possibilità di avere una ricarica completa in circa 17 minuti. Vi basteranno quindi pochi minuti di ricarica per arrivare a fine giornata anche quando lo avrete sfruttato intensamente per il gaming.

Prezzo

POCO F4 GT viene venduto in Italia a 599€, che diventano 699€ per lavariante 12/256, ghiotta specialmente per il taglio di memoria interna. Solo fino al 29 aprile il prezzo di lancio sarà di 499€ e 599€, veramente interessante considerando le specifiche di questo dispositivo.

Foto

Giudizio Finale

POCO F4 GT

POCO F4 GT è ancora una volta la punta di diamante dell'azienda. Uno smartphone che offre molto al giusto prezzo, soprattutto se consideriamo la promozione di lancio. È concreto in tutto e non c'è un fronte che deluda. Potente, con un bel display, ricarica fulminea e un prezzo comunque ragionevole.

Sommario

Confezione 8

Costruzione ed Ergonomia 8

Hardware 9

Fotocamera 7.5

Display 9

Software 8

Autonomia 8

Prezzo 7.5

Voto finale

POCO F4 GT

Pro

  • Molto potente
  • Con ottimizzazioni di gioco
  • Ricarica fulminea
  • Schermo a 120 Hz

Contro

  • Niente jack audio
  • Design non per tutti
  • Qualche bug software
  • Memoria non epsandibile

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti Vive nel mondo della telefonia dal Nokia 3210 e nel mondo di linux da Ubuntu 5.04. Se potesse vivrebbe anche in un mondo di Lego e in uno di musica elettronica.
POCO F4 GT

POCO F4 GT

  • Display 6,67" FHD+ / 1080 x 2400 PX
  • Fotocamera 64 MPX ƒ/1.9
  • Frontale 20 MPX ƒ/2.4
  • CPU octa 3 GHz
  • RAM 8 GB
  • Memoria Interna 128 GB Espandibile
  • Batteria 4700 mAh
  • Android 12
POCO F4 GT (12GB)

POCO F4 GT (12GB)

  • Display 6,67" FHD+ / 1080 x 2400 PX
  • Fotocamera 64 MPX ƒ/1.9
  • Frontale 20 MPX ƒ/2.4
  • CPU octa 3 GHz
  • RAM 12 GB
  • Memoria Interna 256 GB Espandibile
  • Batteria 4700 mAh
  • Android 12
Mostra i commenti