8.2

Recensione OPPO Reno4 PRO 5G: l’eleganza al primo posto (foto e video)

Emanuele Cisotti -




Recensione OPPO Reno4 Pro 5G

Dopo un generazione di pausa ecco che torna sul nostro mercato la famiglia Reno di OPPO, ovvero gli smartphone di ex-fascia media, ormai fascia alta. Prodotto che hanno sempre puntato prima di tutto sull’eleganza, con una base solida però dal punto di vista software e hardware. Scopriamo OPPO Reno4 Pro 5G nella recensione completa.

LEGGI ANCHE: Recensioni OPPO

7.5

Confezione

All’interno della confezione troviamo un cavo USB/USB-C, una cover in silicone trasparente e un alimentatore da ben 65W.

9.0

Costruzione ed Ergonomia

OPPO Reno4 Pro 5G (da non confondersi con la variante non-5G che è uno smartphone diverso e non venduto da noi) si conferma prima di tutto un telefono elegante e curato. Lo smartphone ha delle forme sinuose e in mano appare da subito come un prodotto disegnato con cura e realizzato con attenzione. I render potrebbero non rendergli giustizia ma in mano Reno4 Pro 5G è uno smartphone sottile e leggero. Il design curato è confermato da un paio di dettagli: il blocco fotografico sporgente trasparente in cui a loro volta sono incastonati tre moduli fotografici sporgenti. La scocca mostra poi nella parte inferiore una trama “griffata” OPPO: un tocco distintivo e non troppo vistoso. L’unica considerazione è relativamente alla finitura lucida che trattiene inevitabilmente un po’ di impronte. Lo smartphone non è resistente ad acqua e polvere.



8.0

Hardware

Come sappiamo ormai la fascia dei medio gamma del 2020 è ormai cambiata irrimediabilmente e anche questo OPPO Reno4 Pro fa parte di quella famiglia di prodotti con un processore che in passato avremmo definito “medio” ma che è ormai al top per l’esperienza offerta e per l’hardware a cui viene solitamente unito. Parliamo dello Snapdragon 765G octa core da 2,4 GHz, associato a 8 GB di RAM LPDDR4X e a 256 GB di memoria interna UFS 2.1, purtroppo non espandibile. Abbiamo la connettività 5G fino a 3,7 Gbps, il Wi-Fi ac, il Bluetooth 5.1, l’NFC e anche il supporto dual nanoSIM. Il lettore di impronte digitali all’interno dello schermo è preciso e rapido nello sblocca in ogni situazione. Buono l’audio stero con supporto alla tecnologia Dolby Atmos. Assente purtroppo il jack audio da 3,5 millimetri.

SCHEDA: OPPO Reno4 Pro 5G

8.5

Fotocamera

Come per molti altri smartphone OPPO della fascia medio-alta anche questo OPPO Reno4 Pro 5G fa della fotocamera uno dei suoi punti di forza. E lo si capisce, per una volta, anche dalla scheda tecnica, nessun sensore inutile da 2 o 5 megapixel, ma tre fotocamere concrete su cui poter davvero contare. Una principale da 48 megapixel ƒ/1.7 stabilizzata otticamente, una 12 megapixel ƒ/2.2 e una 13 megapixel ƒ/2.4 con rapporto di zoom 2x. I risultati sono davvero notevoli e anche da qui si capisce come la definizione di fascia media ormai stia molto stretta a questo e ad altri dispositivi come lui. Molti risultati, quasi tutti per la verità, sono confrontabili senza problemi con quelli degli smartphone premium. Immagini nitide, buon bilanciamento dei colori e buona messa a fuoco. Anche con meno luce le immagini sono ancora godibili e non perdono troppo dettaglio. La modalità notturna non è la migliore in circolazione ma fa il suo dovere, migliorando luminosità e anche definizione delle zone di luce. Buono il grandangolo (anche se l’HDR è imperfetto) e anche lo zoom 2x. Superiore alle aspettative anche la fotocamera frontale per i selfie da 32 megapixel ƒ/2.4.

Molto del lavoro è però stato concentrato nella parte video. È possibile fare video in 4K (purtroppo non a 60fps) oppure scendere al Full HD per godere di maggiore stabilizzazione, che diventa ancora più incisiva attivando l’Ultra Steady Pro, che però riduce ovviamente la definizione dell’immagine. Abbiamo poi una nuova modalità di bokeh video in Full HD e una modalità di registrazione video notturno che ovviamente a scapito della qualità dell’immagine regalerà immagini più luminose: in caso di buio quasi totale però fa la differenza. Infine anche la videocamera frontale (che fa video solo in Full HD) è stata migliorata con una nuova modalità Ultra Steady.

9.0

Display

Lo schermo utilizzato in questo smartphone è un ottimo Super AMOLED da 6,5 pollici di diagonale con risoluzione FullHD+ (1080 x 2400 pixel) e rapporto 20:9. Lo schermo ha un refresh rate variabile fino a 90Hz (potete anche impostarlo “fisso” su questo valore). Questo garantisce una eccellente fluidità percepita in ogni occasione e al tempo stesso permette di scalare a refresh rate inferiori se questo fosse necessario per risparmiare batteria. Lo schermo supporta l’HDR10+ e garantisce un touch sampling a 180 Hz. Presente poi l’always-on che permette di leggere le notifiche anche a schermo bloccato. Come avrete capito dalle immagini lo schermo ha i bordi leggermente curvi, apprezzabilissimo dal punto estetico e di ergonomia, anche se non piace a tutti. Unica nota: la luminosità, molto alta quando serve, si regola spesso un po’ troppo alta anche quando la situazione di luce ambientale richiederebbe valori inferiori.

8.0

Software

OPPO Reno4 5G arriva sul mercato con Android 10 aggiornato alle patch di settembre 2020 nel momento in cui scriviamo. L’interfaccia è ovviamente personalizzata con la ColorOS 7.2 dell’azienda cinese. Questo vuol dire alcune differenze estetiche e alcuni passaggi diversi rispetto ad un Android stock classico, ma non per questo difficile da usare o con meno funzioni. Anzi. Abbiamo alcune funzionalità esclusive, come il precaricamento delle app più utilizzate grazie all’intelligenza artificiale o una nuova gesture che fa ridurre le icone sulla home per rendere più facile raggiungerle con una sola mano, senza però modificare l’aspetto dell’intera interfaccia. Abbiamo poi sempre le scorciatoie nella barra laterale, la modalità scura programmabile e lo spazio gioco. Piacevole ritrovare l’app OPPO Relax che vi aiuterà ad disconnettervi per un po’ e per recuperare la vostra concentrazione. Il tutto scorre sempre fluido e senza intoppi, anche grazie al refresh rate aumentato che amplifica questa impressione.

8.0

Autonomia

La batteria di questo smartphone è una 4.000 mAh. Si tratta di un valore nella media e forse anche leggermente inferiore per gli smartphone del 2020. Questo però ha permesso all’azienda di mantenere lo smartphone sottile e leggero: chiaramente uno dei punti focali di OPPO. L’autonomia è comunque buona con l’adattabilità del refresh rate automatico: vi permetterà di arrivare a fine giornata anche con una singola carica e un utilizzo abbastanza intenso. Il vero punto di forza della batteria è sicuramente la possibilità di essere caricata in modo estremamente rapido con l’alimentatore in dotazione da 65W. Questo è possibile grazie al fatto che in realtà la batteria è composta da due batterie separate da 2.000 mAh che possono essere caricate in contemporanea. Da 0 a 100 in 36 minuti (dichiarati, un po’ di più nella realtà): notevole.

6.0

Prezzo

OPPO propone Reno4 Pro 5G sul mercato italiano a 799€, 100€ in più della variante OPPO Find X2 Neo che condivide molte delle specifiche. Il prezzo è indubbiamente alto anche all’interno del listino OPPO ci fuori dalla solita scala. Fino al 30 novembre però con l’acquisto riceverete in omaggio delle cuffie Bang & Olufsen Beoplay H4 dal valore di 299€. Non male! Dopo quella data speriamo in un ribasso considerevole di prezzo. Lo smartphone è disponibile all’acquisto anche su Amazon.

Foto

Giudizio Finale

OPPO Reno4 Pro 5G

8.2

OPPO Reno4 Pro 5G

OPPO Reno4 Pro 5G è un nuovo dispositivo dell'azienda cinese che conferma tutti i fronti su cui l'azienda ha lavorato bene in questi anni: design, fotocamere, display, ricarica rapida e software. Il prezzo di lancio non è contenuto, ma con la giusta offerta è indubbiamente uno smartphone interessante.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Ottimo display (a 90 Hz)
  • Fotocamere sopra la media
  • Ricarica molto rapida
  • Design ricercato
Contro
  • Prezzo alto
  • Memoria non espandibile
  • Niente jack audio
  • Vibrazione un po' secca

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina AndroidWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.