7.5

Recensione OPPO A9 2020 (foto e video)

Emanuele Cisotti -




Recensione OPPO A9 2020

OPPO A9 2020 è uno smartphone lanciato a fine 2019 e che va a coprire un segmento molto combattuto, ovvero quello della fascia medio-bassa. Scopriamo nella nostra recensione se il curato smartphone dell’azienda cinese si è comportato secondo le aspettative.

LEGGI ANCHE: Recensioni OPPO

8.0

Confezione

La confezione di OPPO A9 2020 contiene al suo interno un alimentatore da 10W, un cavo USB/USB-C, un paio di cuffie stereo e anche una custodia: regalo sempre gradito.

7.5

Costruzione ed Ergonomia

OPPO A9 2020 non avrà un design particolare come altri smartphone dell’azienda cinese ma è comunque particolare quantomeno nella sua finitura blu/viola da noi provata. La cornice e la cover posteriore sono realizzate in policarbonato. Sembrano comunque essere robuste e non hanno mostrato segni di flessioni o di facilità nel graffiarsi. In mano si impugna bene e il peso, nonostante la scheda tecnica parli di ben 195 grammi non si fa sentire particolarmente. Questo probabilmente a causa delle dimensioni non certo contenute, che fanno sì che questo peso si distribuisca in modo abbastanza equilibrato.


8.0

Hardware

OPPO A9 2020 è uno smartphone di fascia media e come tale implementa un hardware non da top di gamma, ma che comunque possa nel complesso offrire un’esperienza che comprenda qualsiasi tipo di utilizzo, senza mai mostrare particolari segni di “cedimento”. Abbiamo un processore Snapdragon 665 octa core da 2 GHz con GPU Adreno 610, 4 GB di RAM e 128 GB di memoria interna UFS 2.1. Questa memoria è anche espandibile grazie al modulo triplo estraibile, che oltre alla microSD può alloggiare anche due nanoSIM. Buona la connettività: LTE 4G fino a 450 Mbps, Wi-Fi ac dual band, Bluetooth 5.0, NFC e anche radio FM. A compltetare il pacchetto abbiamo anche il jack audio da 3,5 millimetri per le cuffie, oltre al lettore di impronte digitali classico posizionato sul retro. Questo è l’unico vero sblocco biometrico presente e risulta preciso e rapido. Si può anche utilizzare la fotocamera frontale per un riconoscimento del volto 2D, ma non è un metodo particolarmente sicuro. L’audio offerto dallo speaker sul fondo è nella media per gli smartphone di questa categoria.

SCHEDA: OPPO A9 2020

7.5

Fotocamera

OPPO A9 2020 è dotato di ben 4 fotocamere. La principale è una 48 megapixel ƒ/1.8, supportata da una 8 megapixel ƒ/2.3 grandangolare e due 2 megapixel: una per l’effetto bokeh e una in bianco e nero per aumentare la nitidezza. Ancora una volta i troviamo a confermare che i due sensori a bassa risoluzione servano principalmente per poter aumentare il numero di fotocamere sulla scheda tecnica. Le foto sono nel complesso buone, sia con poca luce che con buona luce, ma ammettiamo di non aver trovato nessun contesto in cui la fotocamere ci abbia davvero “raccontato” qualcosa in più diverso dalla concorrenza, un po’ in controtendenza con la qualità di OPPO. Guardate comunque le foto sotto con i vostri occhi: perché a qualche scatto deludente si alternano foto veramente convincenti. Il software è semplice e non particolarmente dotato di “fronzoli”: per molti sarà sicuramente un pregio. Peccato aver posizionato il tasto per l’attivazione del grandangolo così lontano dal tasto di scatto.

Le foto nel complesso, come dicevamo, sono buone, ma non è impossibile realizzare qualche scatto un po’ poco nitido o con i colori poco vividi. Con poca luce gli scatti sono migliorabili tramite la modalità di scatto notturna, che restringe leggermente il campo ma migliora decisamente il risultato finale. La fotocamera grandangolare invece non ci ha convinto nelle situazioni di poca luce, mentre invece è più che sufficiente nel caso venga utilizzata di giorno all’esterno. I video vengono realizzati in 4K o in Full HD, ma sempre a 30 fps. I risultati sono accettabili ma non sono straordinari, in sostanza ripetendo i risultati del reparto fotografico. La stabilizzazione è migliore a risoluzione più bassa ma si intravedono comunque delle vibrazioni accentuate se si cammina mentre si registra. Discreta la fotocamera frontale da 16 megapixel ƒ/2.0 che vi permette di scattare foto più che buone in varie condizioni di luce.

6.5

Display

OPPO A9 2020 è dotato di un ampio display da 6,5 pollici HD+ (1600 x 720 pixel). La tecnologia utilizzata è quella IPS e il formato è l’ormai rodato 20:9 “allungato”. La risoluzione non è certo altissima, ma non è mai davvero un impedimento per l’utilizzo quotidiano, come lo è invece il tratttamento oleofobico inadeguato. Questo vuol dire che con l’utilizzo lo schermo diventerà abbastanza sporco da diventare fastidioso e l’unico modo è pulirlo a fondo (un semplice passaggio sulla maglietta sarà solo un palliativo). Peccato che OPPO si cascata su questo dettaglio. Per il resto rimane uno schermo godibile, sul qualche è meglio forse applicare una pellicola di buona qualità.

7.5

Software

OPPO ha ovviamente personalizzato Android 9.0 Pie con la sua interfaccia ColorOS 6.0.1. Peccato per le patch di sicurezza ferme a settembre 2019 nel momento della recensione (gennaio 2020): una conferma che OPPO debba ancora lavorare meglio sugli aggiornamenti, che comunque arrivano come verificato su altri dispositivi. Come abbiamo avuto modo di dire più volte siamo felici che OPPO abbia lavorato così bene su questa ColorOS 6 che segna un netto taglio con il passato, ma c’è ancora del lavoro da fare per arrivare al pari della concorrenza, sopratutto dal punto di vista delle “finiture”. C’è però da dire che in termini di funzionalità non ha mancanze macroscopiche e anzi risulta un’interfaccia semplice e completa. Abbiamo la possibilità di impostare l’assistente vocale sul tasto di accensione con una pressione di un paio di secondi o di clonare le app per usarle con un secondo account. Troviamo poi uno spazio gioco che migliora le prestazioni in gioco e la possibilità di dividere lo schermo per usare due app in contemporanea. Chiudiamo con le gesture che oltre ad alcune “scorciatoie” possono funzionare anche da sistema per navigare fra le schermate, al posto dei tasti virtuali. Il sistema di gesti è quello più utilizzato, con indietro implementato come uno scorrimento dal lato verso l’interno: comodo ma a volte può interferire con il funzionamento di alcune app.

8.0

Autonomia

OPPO A9 2020 è dotato di una batteria particolarmente corposa, ovvero da ben 5.000 mAh, una bella sorpresa. L’autonomia è di conseguenza veramente notevole superando agevolmente qualsiasi giornata anche con l’utilizzo più intenso. E nel caso di un utilizzo più moderato è invece assolutamente possibile arrivare a raggiungere anche due giorni con una singola carica. La ricarica rapida lavora solo a 10W e un po’ di pazienza è quindi richiesta per la ricarica completa.

7.0

Prezzo

OPPO A9 2020 è disponibile in Italia a 249€, un prezzo corretto per il tipo di dispositivo, ma che da solo non basta per consigliarne l’acquisto. Unieuro e Mediaworld, che vendono lo smartphone lo hanno però scontato da qualche giorno al prezzo di 199€, più inquadrato nell’ottica di rendere questo smartphone una buona alternativa economica ai marchi più conosciuti.

Benchmark

Foto

Giudizio Finale

OPPO A9 2020

7.5

OPPO A9 2020

OPPO A9 2020 è uno smartphone interessante che scivola un po' sulla protezione oleofobica del display e su un software non fra i più interessanti. Ma è una questione di priorità: con i giusti sconti vi porterete a casa un bello smartphone, dal display ampio e l'ottima autonomia. La concorrenza però ovviamente non manca e A9 2020 potrebbe perdersi in questo mare di offerte.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Tanta memoria (+ microSD)
  • Display ampio e luminoso
  • Desgin gradevole
  • Ottima autonomia
Contro
  • Schermo poco oleofobico
  • Software con pochi spunti
  • Risultati delle fotocamere altalenanti
  • Ricarica non molto rapida
OPPO A9 (2020)

OPPO A9 (2020)

7.5

  • CPU
    octa 2 GHz
  • Display
    6,5" FHD+ / 1080 x 2340 px
  • RAM
    4 GB
  • Frontale
    16 Mpx Ć’/2.0
  • Fotocamera
    48 Mpx Ć’/1.8
  • Batteria
    5000 mAh

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina AndroidWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.