8.5

Recensione OnePlus 8T: il ritorno sulla “piatta” via (foto e video)

Emanuele Cisotti -




Recensione OnePlus 8T

OnePlus aggiorna la sua linea di smartphone anche questo autunno, ma portando avanti una scelta un po’ atipica, ma comunque comprensibile: rinnovare solo la versione “base” del suo smartphone e non la versione Pro. Tutto sommato una scelta comprensibile considerando quanto ancora validi siano i modelli di OnePlus precedenti (come sempre) e visto come OnePlus 8 era stato quello che ci aveva convinto meno. Scopriamo quindi oggi OnePlus 8T nella nostra recensione completa.

LEGGI ANCHE: Recensioni OnePlus

7.5

Confezione

All’interno della confezione rossa troviamo un cavo USB-C/USB-C (finalmente!), un nuovo alimentatore da 65W, i manuali, gli adesivi OnePlus e anche una gradita cover in silicone trasparente. L’immagine in apertura è quella della confezione per la stampa. Nel video vi mostreremo anche la nuova cover con effetto “tech” trasparente.

9.0

Costruzione ed Ergonomia

OnePlus 8T è ancora riconoscibilmente uno smartphone OnePlus: mantiene le stesse linee e adotta la colorazione acquamarina di OnePlus Nord. La fotocamera è stata spostata nell’angolo in alto a sinistra, ma fra tutte le soluzioni viste fino ad oggi questa è una delle più armoniche. L’azienda ci ha spiegato di averlo fatto per avere più spazio all’interno della scocca e per ottimizzare meglio il posizionamento dei vari componenti. Poco male. Lo smartphone è realizzato in metallo e vetro lucido (almeno nella versione azzurra) ma in mano appare comunque leggero, nonostante i suoi 188 grammi. Saranno probabilmente le dimensioni indubbiamente generose. Lo smartphone non è impermeabile ma come sempre l’azienda ci fa capire di averlo comunque testato in situazioni “umide”.



9.0

Hardware

OnePlus 8T aggiorna leggermente il suo hardware ma rimane a grandi linee lo stesso smartphone di inizio anno. Il processore è lo Snapdragon 865 octa core da 2,84 GHz con GPU Adreno 650. La RAM è sempre disponibile nei tagli da 8 e 12 GB LPDDR4X e di pari passo la memoria interna è sempre da 128 e 256 GB UFS 3.1. Velocissima ma non espandibile. Lo slot estraibile da però accesso agli alloggiamenti per due nanoSIM. La connettività è 5G, abbiamo il Wi-Fi ax (6), il Bluetooth 5.1 e il chip NFC. Ancora presente il connettore USB-C 3.1 con uscita video, il dual GPS e il lettore di impronte digitali all’interno del display: preciso e veloce. La camera di vapore per raffreddare lo smartphone durante l’utilizzo intenso è stata poi resa ancora più grande. Sempre presente l’interruttore a tre stati fisico sul lato destro dello smartphone per regolare le impostazioni della suoneria. L’audio è stereo ed è di buona qualità. È ovviamente sparito (da un po’) il jack audio da 3,5 millimetri.

SCHEDA: OnePlus 8T

7.5

Fotocamera

OnePlus 8T ha un set di quattro fotocamere, una in più del precedente modello. Abbiamo una fotocamera principale da 48 megapixel ƒ/1.7, una grandangolare da 16 megapixel ƒ/2.2 e una macro che ora sale di risoluzione arrivando a 5 megapixel (sempre pochi). Il nuovo sensore aggiuntivo è una 2 megapixel in bianco e nero che cattura dei dettagli in più per migliorare le foto. Difficile valutare quale possa essere davvero il suo contributo. Secondo le nostre prove è il classico sensore aggiuntivo di quasi nulla utilità se non aumentare il numero totale di fotocamere. I risultati ci sono parsi simili a quelli del modello precedente. Buoni per quanto riguarda i colori e la messa a fuoco, anche se a volte un po’ meno nitide di quanto ci saremmo immaginati. Buone foto nel complesso ma che non riescono a stupire se consideriamo OnePlus 8T come un top di gamma come davvero è. Vi consigliamo comunque di guardare le foto a seguire perché il nostro essere più severi è guidato dal prezzo dello smartphone: per molti la qualità sarà ben oltre le aspettative. Ok la modalità notturna, che migliora molto la luminosità delle foto scattate di notte, ma che mette in risalto anche il rumore digitale in certi contesti. Solo nella media la fotocamera frontale da 16 megapixel ƒ/2.4 che con luce imperfetta tende anche lei a mettere in risalto un po’ il rumore digitale.

Ci sono stati invece miglioramenti nel comparto video, dove è ancora possibile fare ottimi filmati in 4K a 60fps. In più è sempre possibile attivare la super-stabilizzazione in Full HD o la modalità Cine che realizza video nel formato 20:9. Le novità sono la modalità bokeh, che funziona in modo veramente notevole e che permette di fare video di persone con lo sfondo sfocato, e la modalità notturna che schiarisce molto i filmati. Il risultato, per quanto un po’ artificioso in certi casi, è comunque probabilmente più che buono per chiunque vorrà utilizzarlo in condizioni di luce così sfavorevoli. Frontalmente la videocamera si ferma al Full HD.

9.5

Display

Lo schermo rimane da 6,55″ e la sua risoluzione è sempre di 1080 x 2400 pixel nel formato 20:9 e tecnologia AMOLED. Il display supporta adesso il refresh rate aumentato a 120 Hz, salendo ancora dai 90 Hz del modello precedente. Ma la grande differenza che farà felice molti è che lo schermo è piatto e non più curvo sui lati: una soluzione che aveva lasciato orfani molti amanti dei display piatti con la precedente generazione. Lo schermo copre al 100% gli spazi colore P3 e sRGB ed è adesso realizzato con una nuova tecnologia flessibile che ha permesso di avere uno schermo più sottile (e che quindi occupa meno spazio all’interno della scocca) e con un bordo inferiore ridotto, esattamente come succede negli iPhone. Uno schermo eccellente e che ora può essere sfruttato ancora meglio grazie alla nuova modalità always-on.

9.0

Software

OnePlus 8T è il primo smartphone in cui troviamo all’interno Android 11 nativamente. Un bel risultato. Ovviamente questa versione di Android è personalizzata con la OxygenOS 11, che abbiamo già avuto modo di analizzare separatamente. Vale la pena comunque evidenziare le funzioni principali: fra tutte come già dicevamo la modalità always-on che permette di controllare la presenza di notifiche anche a schermo bloccato e senza sollevare lo smartphone. La grafica riflette quella dello schermo adattivo (che poi non è altro che una sorta di non-always-on su richiesta) e fra i vari temi abbiamo delle sorprese. Alcune, come quella dello “schizzo” dello sfondo stilizzato o quella delle bitmoji, ancora non disponibili, ma fra questa anche una simpatica modalità con una barra che si interrompe quanto più avete utilizzato lo smartphone durante la giornata, per ridurre la propria dipendenza dallo smartphone. Allo stesso modo anche la nuova Zen Mode 2.0 che permette di bloccare l’utilizzo dello smartphone ora per periodi più lunghi e anche in gruppo da remoto.

Tra le altre novità la modalità scura è stata affinata, il registrazione può trascrivere il testo (al momento solo in inglese e cinese) e l’intera grafica è stata leggermente risistemata con l’introduzione anche di un nuovo font (che a noi personalmente non ha fatto impazzire). Oltre a questo troviamo tutto quello che avevamo apprezzato dalla versioni precedenti e insieme a queste funzioni anche la fluidità e la velocità dell’intero sistema è ancora al suo posto.

8.0

Autonomia

OnePlus 8T ha una batteria da 4.500 mAh, ovvero leggermente più grande del modello precedente. Una bella sorpresa, assieme al nuovo sistema di ricarica. Andiamo con ordine. Nonostante il refresh rate aumentato ci è sembrato come OnePlus 8T abbia comunque retto bene e con un utilizzo medio-intenso si riesca ad arrivare a fine giornata, anche se magari un po’ precisi. A 60 Hz invece questo traguardo è una garanzia, anche con un utilizzo stress. La ricarica come dicevamo è stata poi ancora velocizzata, arrivando ora a 65W. Questo vuol dire una ricarica da 0 a 100 in circa 40 minuti. E non solo: l’alimentatore in dotazione è standard PD e quindi può anche caricare altri dispositivi fino a 45W, con il nuovo cavo USB-C/USB-C in dotazione. Manca purtroppo la ricarica wireless.

7.0

Prezzo

OnePlus 8T arriva sul mercato a 599€, ovvero un prezzo più simile a quello di OnePlus 7T che a quello di OnePlus 8. Lo smartphone non è una grande novità in termini hardware e di funzioni ma il passo indietro sul display curvo fa sì che sia uno smartphone intermedio che ad oggi mancava nella lineup OnePlus, fra 8 Pro e Nord. Brava OnePlus ad aver ricostruito una famiglia di prodotti sensata, dopo lo scivolone di OnePlus 8. Per la variante 12 / 256 ci vorranno 699€ (comunque meno della versione “base” di OnePlus 8).

È disponibile sul sito OnePlus e su Amazon.

Foto

Giudizio Finale

OnePlus 8T

8.5

OnePlus 8T

OnePlus 8T non stravolge il mercato e nemmeno i piani di OnePlus, ma aggiusta un percorso che era leggermente andato fuori dai binari con OnePlus 8. Il prezzo è più inquadrato, lo schermo piatto mancava nella fascia alta dell'azienda e gli aggiustamenti hardware male non fanno. Brava OnePlus.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Ottimo hardware
  • Ottimo software
  • Bellissimo schermo (a 120Hz)
  • Nuova ricarica a 65W
Contro
  • Memoria non espandibile
  • Niente jack audio
  • Fotocamere solo nella media
  • Niente ricarica wireless
OnePlus 8T

OnePlus 8T

8.5

  • CPU
    octa 2.84 GHz
  • Display
    6,55" FHD+ / 1080 x 2400 px
  • RAM
    8 GB
  • Frontale
    16 Mpx ƒ/2.4
  • Fotocamera
    48 Mpx ƒ/1.7
  • Batteria
    4500 mAh
OnePlus 8T (12 GB)

OnePlus 8T (12 GB)

8.5

  • CPU
    octa 2.84 GHz
  • Display
    6,55" FHD+ / 1080 x 2400 px
  • RAM
    12 GB
  • Frontale
    16 Mpx ƒ/2.4
  • Fotocamera
    48 Mpx ƒ/1.7
  • Batteria
    4500 mAh

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina AndroidWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.