8.7

Recensione OnePlus 8 Pro: il miglior smartphone premium del 2020? (foto e video)

Emanuele Cisotti -




Recensione OnePlus 8 Pro

OnePlus è cresciuta molto negli anni, partendo da una famiglia di prodotti super-economici su invito e arrivando a una linea di prodotti di fascia molto alta pronti a confrontarsi con i grandi big storici. E questo 2020 è la conferma di questo percorso, forse anche troppo graduale. Oggi recensiamo OnePlus 8 Pro.

LEGGI ANCHE: Migliori smartphone dual SIM

8.0

Confezione

La confezione di OnePlus 8 Pro è simile a quella del suo predecessore. Rossa con le grafiche nere e una maniacale attenzione ai dettagli tipografici e di impacchettamento. Non sono dettagli che tutti possono apprezzare, ma per l’azienda hanno un costo decisamente superiore a chi semplicemente imbusta i cavi e li adagia in una scatola vuota. Sicuramente un’attenzione che abbiamo apprezzato da uno smartphone che si fa “ben” pagare. All’interno abbiamo un alimentatore a ricarica rapida da 30W, un cavo USB/USB-C e una cover in silicone trasparente con sopra lo storico logo Never Settle.

9.5

Costruzione ed Ergonomia

Il colore identificativo di questa generazione di OnePlus è il verde. OnePlus 8 Pro ha una finitura satinata opaca e la scocca posteriore è in vetro. Il profilo è in metallo anch’esso satinato e richiama lo stesso colore del vetro posteriore. È una finitura simile a quella vista su qualche altro top di gamma 2019/2020 e che apprezziamo moltissimo. È gradevole al tatto e trattiene molto poco le impronte. In mano la sensazione di qualità è uguale se non superiore a molti top di gamma recenti. I tasti fisici hanno un’ottima risposta al click e la fotocamera posteriore, per quanto comunque sporgente, è almeno centrata e questo riduce molto i fastidi quando lo si utilizza su di un piano. Lo smartphone non è poi compatto ma ha delle forme comunque ergonomiche che non rendono l’utilizzo quotidiano complicato. In più OnePlus 8 Pro è poi anche impermeabile secondo lo standard IP68, rendendolo di fatto lo smartphone top di gamma che in tanti aspettavano. Almeno su questo fronte. Con i suoi 199 grammi e poi più leggero del suo predecessore.

9.5

Hardware

Il paragrafo che dedichiamo all’hardware tiene conto della parte più “cruda” dei componenti di un telefono. OnePlus su questo fronte è sempre stata molto attenta, con l’intenzione proprio di offrire il meglio in termini di potenza. Con OnePlus 8 Pro però è l’insieme a essere davvero top. Ripartiamo però dalle basi: il processore è il potentissimo Snapdragon 865 octa core da 2,84 GHz, abbiamo poi la GPU Adreno 650, 8 o 12 GB di RAM LPDDR5, 128 o 256 GB di memoria interna UFS 3.0 e anche la connettività 5G, forse ancora utile per pochi ma presente in uno smartphone che per molti dovrà essere il compagno di vita per molti anni. Arriva poi anche la connettività Wi-Fi 6, assieme al Bluetooth 5.1 e all’immancabile NFC. Non manca la porta USB-C 3.1 e il buon lettore di impronte ottico sotto al display. Eccellente infine il nuovo motorino della vibrazione che restituisce un feedback aptico preciso e che da grande soddisfazione. E come ogni OnePlus che si rispetti anche 8 Pro ha il classico switch fisico per la suoneria. E anche nel 2020 ci domandiamo: perché la concorrenza non lo copia?

Cosa manca? Quello che manca da sempre: l’espandibilità della memoria, così come anche il jack audio sparito da alcune iterazioni.

SCHEDA: OnePlus 8 Pro

8.5

Fotocamera

OnePlus 8 Pro è dotato di un sistema di quattro fotocamere. La principale è una nuova 48 megapixel ƒ/1.78 stabilizzata otticamente (per la precisione una Sony IMX689), supportata da una seconda 48 megapixel ƒ/2.2 grandangolare e una 8 megapixel ƒ/2.4 stabilizzata otticamente che funge da zoom 3x ottico. Il quarto sensore è una 5 megapixel ƒ/2.4 color filter che dovrebbe aiutare a gestire meglio il colore e realizzare immagini con filtri interessanti. È difficile valutare se porti un contributo nell’utilizzo quotidiano, ma per la sezione dei filtri, ad eccezione della bizzarra modalità di fotocromia, non ci è sembrata particolarmente utile. L’interfaccia di scatto è molto semplice e comoda da utilizzare, al netto di qualche tocco involontario per il bordo curvo. Le foto ci hanno convinto quasi da subito, per un grande dettaglio e un’ottima gestione delle luci. Nel mucchio degli scatti realizzati ce n’è ancora qualcuno stranamente fuori posto (non perfettamente a fuoco o magari con una scelta imprecisa dei colori), ma sono l’eccezione che conferma la regola. OnePlus 8 Pro ha fatto nel 2020 un salto in avanti nel campo fotografico che in tanti si attendevano da molto tempo. Sono tanti gli esempi di scatti che ci hanno convinto anche più dei pluripremiati (fin’ora) del 2020, anche con poca luce o al buio totale, dove la modalità notturna sembra funzionare meglio di sempre.

Non è istantaneamente diventato il nostro cameraphone di riferimento, ma in buona parte si è colmato il gap con la concorrenza, come hanno fatto anche OPPO e Xiaomi sempre quest’anno. Particolarmente notevole anche il passo in avanti fatto nei video, sia dal punto di vista tecnologico che dal punto di vista dei risultati. Abbiamo 3 microfoni per l’audio zoom e la possibilità di fare video in 4K a 60fps da tutte le fotocamere principali, selezionandole durante la registrazione stessa. È poi presente anche una modalità stabilizzata (FullHD o 4K a 30fps) che massimizza la stabilizzazione, riducendo la qualità. Al netto delle situazioni più concitate abbiamo trovato che anche la modalità classica garantisse comunque una buona stabilizzazione. Abbiamo poi anche una modalità di registrazione video HDR e un nuovo formato CineVideo in 21:9, molto scenico. Entrambe queste opzioni ci fanno perdere l’opzione della super stabilizzazione. In un contesto come quello attuale casalingo siamo rimasti piacevolmente colpito dal comparto video e speriamo di poterlo stressare maggiormente nel prossimo futuro. C’è però al momento un bug: in 4K a 60fps rapidi cambi di inquadratura a volte si traducono i rallentamenti e brevi blocchi dell’immagine. Sicuramente qualcosa però risolvibile tramite software.

10.0

Display

Lo schermo di OnePlus 8 Pro è un 6,78 pollici Fluid AMOLED con risoluzione QHD+ (1440 x 3168 pixel). Iniziamo dall’unica critica che siamo riusciti a fargli: ai lati lo schermo è un po’ troppo curvo e in qualche rara occasione abbiamo registrato qualche tocco involontario. Per il resto questo pannello è sostanzialmente eccezionale. Abbiamo un’ottima luminosità, ottimi angoli di visione, 3 tarature e una nuova apprezzatissima “tonalità confortevole” che modifica la tonalità del display con quella più adatta per l’ambiente in cui siamo. Non mancano poi l’adaptive display (che nei prossimi aggiornamenti sembra potrebbe diventare anche un awlays-on display), la modalità notturna, la modalità lettura e la modalità in bianco e nero. Ci sono poi un paio di novità molto gradite. Lo schermo diventa a 120 Hz, ovvero garantisce una frequenza di aggiornamento doppia rispetto allo standard, offrendo una fluidità percepita altissima. Si può sempre tornare a 60 Hz se si vuole salvaguardare un po’ di batteria in più.  Una funzionalità chiamata motion graphic smoothing aiuta poi ad aumentare la fluidità dei filmati affinché possano godere di questa elevata frequenza di aggiornamento del display, che in automatico non si attiva in alcune app, come la fotocamera, per ottimizzare i consumi energetici. Lo schermo è poi ancora HDR10+. Questo pannello è interrotto da un piccolo foto per la fotocamera, che nei nostri test non è stato però affatto d’intralcio.

9.0

Software

OnePlus 8 Pro è ovviamente uno smartphone con Android (alla versione 10 in questo caso) con la personalizzazione dell’azienda, per la precisione la OxygenOS 10.5.2 al momento della prova. Se le ultime versioni della OxygenOS ci avevano convinto ogni volta di più questa iterazione è stata una piacevole conferma. Abbiamo ritrovato funzionalità come la Zen Mode che garantisce una breve disintossicazione dello smartphone, il game space per raccogliere i propri giochi e un launcher estremamente completo (e che si aggiorna di frequente tramite Play Store) con funzioni di personalizzazioni ampie e un menù segreto per nascondere le applicazioni che vogliamo non siano visibili a tutti. Ottime le gesture di navigazione, così come è anche comodo il menù di accesso rapido tenendo premuto il lettore di impronte durante lo sblocco. Il tasto di accensione è stato poi assegnato definitivamente all’assistente vocale e ora per spegnere il telefono si deve tenere premuto anche il tasto per alzare il volume (sì, come su iPhone!). Ci è piaciuta come modifica, ma se non fosse di vostro gradimento potrete tornare indietro dalle impostazioni. In più OnePlus 8 Pro è Alexa Ready, ma al momento della recensione non era ancora possibile attivarlo come predefinito. Il tutto in più è fluido e pieno di chicche che si scoprono solo nei mesi. Rinnovata anche la modalità scura, che però non può essere programmata secondo l’orario. Una modalità desktop (come quella Samsung e Huawei) avrebbe reso l’OxygenOS praticamente perfetta.

7.5

Autonomia

Un bel passo in avanti per la batteria che guadagna oltre il 10% rispetto al modello precedente e arrivano a ben 4.510 mAh. L’autonomia è sufficiente per arrivare a fine giornata con un utilizzo medio mantenendo l’impostazione dello schermo a 120 Hz, ma non in caso di utilizzo intenso. Questo è invece possibile abbassando il refresh rate a 60 Hz. I suoi assi nella manica sono però due: non solo la solita Warp Charge 30T da 30W, ma anche ora la ricarica wireless a 30W e la ricarica wireless inversa.

6.0

Prezzo

OnePlus 8 Pro è disponibile in due tagli di memoria. Quello “base” ha un prezzo di 919€ (8 / 128), mentre ci vogliono 1019€ (12 / 256) per la variante da noi testata. Sono tanti indubbiamente, ma per assurdo è più corretto questo prezzo di quello degli altri anni dove il prezzo era inferiore ma comunque alto e dove la differenza rispetto alla concorrenza era più marcata. 1000€ per un OnePlus hanno senso? Se guardiamo il mercato da lontano possiamo dire che questo smartphone merita di costare quanto gli altri della concorrenza e a volte anche più di alcuni di questi. Ribadiamo comunque che le cifre richieste sono alte, anche in considerazione del fatto che il prezzo degli smartphone OnePlus solitamente non oscilla molto nei mesi.

È disponibile per l’acquisto su Amazon.

Confronti

Confronti con altri smartphone:

Foto

Giudizio Finale

OnePlus 8 Pro

8.7

OnePlus 8 Pro

OnePlus 8 Pro si leva di dosso quella patina di "ex low cost" andando dritto al sodo: lo smartphone è un vero smartphone premium e si merita come gli altri di stare nell'olimpo dei top di gamma. E ci sono molte cose a confermarlo: l'ottima qualità costruttiva, il fantastico display, la fotocamera nettamente migliorata, il miglior software Android in circolazione e due aggiunte da tempo desiderate: l'impermeabilità e la ricarica wireless. Anche il prezzo di conseguenza si è alzato "nell'olimpo dei top di gamma".

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Ottimo hardware
  • Ottimo software
  • Bellissimo schermo (a 120Hz)
  • Ricarica a 30W (cablata e wireless)
Contro
  • Memoria non espandibile
  • Il prezzo si alza
  • Bug nei video in 4K@60fps
OnePlus 8 Pro

OnePlus 8 Pro

8.7

  • CPU
    octa 2.86 GHz
  • Display
    6,78" QHD+ / 1440 x 3168 px
  • RAM
    8 GB
  • Frontale
    16 Mpx ƒ/2.45
  • Fotocamera
    48 Mpx ƒ/1.78
  • Batteria
    4510 mAh
Domande e risposte
Quando esce OnePlus 8 Pro?
OnePlus 8 Pro è disponibile dal 21 aprile 2020, con l'eccezione della variante Interstellar Glow, che arriva il 4 maggio 2020.
Quanto costa OnePlus 8 Pro?
OnePlus 8 Pro è disponibile in due versioni. Quella con 8 GB di RAM e 128 GB di memoria interna costa 919€, mentre quella con 12 GB di RAM e 256 GB di memoria interna costa 1019€.
Cosa c'è nella confezione di OnePlus 8 Pro?
All'interno della confezione è presente un alimentatore da 30W, il cavo USB e una cover in silicone.
Quali sono le fotocamere di OnePlus 8 Pro?
OnePlus 8 Pro ha quattro fotocamere. La principale è una 48 megapixel e anche la grandangolare ha la stessa risoluzione. Abbiamo uno zoom 3x da 8 megapixel e una color filter da 5 megapixel.

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina AndroidWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.