8.5

Recensione OnePlus 6T McLaren: fantastico, ma per pochi (foto e video)

Emanuele Cisotti -




Recensione OnePlus 6T McLaren

Sarà una recensione atipica quella di questo OnePlus 6T McLaren Edition. Il motivo è presto detto: si tratta di una variante di OnePlus 6T che differisce in così poche cose da rendere inutile un’altra recensione completa. Il suggerimento quindi, prima di proseguire con la lettura, è di leggere la recensione completa di OnePlus 6T.

Un minimo di storia: OnePlus 6T è stato lanciato a fine ottobre ed è a dicembre che l’azienda ha scelto, in collaborazione con la famosa casa automobilistica e di corse, di realizzare una variante McLaren Edition di questo modello. È una moda che riprende quanto già visto da OPPO con Lamborghini, Honor con Audi e Huawei con Porsche. Questa variante non fa differenza, cambiano alcune specifiche ma il prodotto rimane in sostanza quello.

Partiamo dalla confezione che si presenta più grande e arancione. Aprendola troviamo una scatola con effetto fibra di carbonio. Al suo interno troviamo subito un libro quadrato che racconta la storia di OnePlus e quella di McLaren. Una volta avviato lo smartphone scoprirete che potrete usare un’app preinstallata per dare vita a questo libro con video, interviste e foto, grazie all’utilizzo della fotocamera e della realtà aumentata. Un modo simpatico per dare il senso a quello che sarebbe altrimenti solo un piccolo libro per collezionisti. Simpatica la presentazione dello smartphone rivolto con il retro in pole position nell’ultima pagina di questo libro.

Proseguiamo analizzando il contenuto della confezione. Troviamo una cover in kevlar che avvolge e protegge lo smartphone. La potete comprare anche sul sito OnePlus, con la differenza che non riporterà anche il logo McLaren. Subito sotto troviamo fra due lastre di plexiglass un piccolo pezzo di fibra di carbonio che rappresenta il logo McLaren. Un altro piccolo gadget sicuramente graditi agli amanti del brand. Abbiamo poi un ottimo cavo USB/USB-C arancione con filo in tessuto e un adattatore da USB-C a jack audio da 3,5 millimetri. E infine l’alimentatore Warp Charge che permette di caricare (grazie all’uscita 5V/6A) lo smartphone di quasi il 50% in soli 20 minuti, davvero niente male, anche se altre aziende si sono spinte anche oltre.

Lo smartphone ha le stesse forme e dimensioni di un classico OnePlus 6T ma il design della parte posteriore è decisamente diverso. Abbiamo una finitura in vetro lucido che mostra dei riflessi di fibra di carbonio subito sotto nella parte centrale, anche se solo quando la luce si riflette su di lui. Sempre visibile e molto spettacolare il bordo arancione che delimita la parte inferiore e laterale dello smartphone, andando poi a sfumare verso l’alto nel vetro nero. Per il resto lo smartphone è lo stesso bellissimo OnePlus 6T di sempre.

L’unica differenza hardware è nei 10 GB di RAM, mentre prima il taglio da 256GB di memoria interna (come questo) aveva “solo” 8 GB di RAM. Impossibile notare la differenza, forse fra qualche anno. Ma quanti di preciso non si sa. Dobbiamo andare al 2015 con il OnePlus 2 per trovare utenti che utilizzano un OnePlus con 3 GB di RAM, forse gli unici che potrebbero realisticamente aver bisogno di più RAM. Chissà cosa succederà in futuro, ma intanto ora avete 10 GB di RAM.

Il software è quasi uguale (sempre Android 9 Pie con Oxygen OS 9.0.11) e l’unica differenza è nel colore del tema, nell’animazione di accensione, in una suoneria e in una nuova animazione dello sblocco con l’impronta sotto al display.

OnePlus 6T McLaren sul sito ufficiale è al momento esaurito ed è difficile dire se tornerà mai disponibile. Il suo prezzo di vendita è di 709€, un prezzo più alto dei 639€ richiesti per la versione più potente di OnePlus 6T in commercio, ma poi neanche troppi se pensiamo all’esclusività del prodotto. Noi abbiamo preso il nostro OnePlus 6T McLaren su Gearbest che al momento lo vende a circa 740€ nella versione cinese con Hydrogen OS. La procedura di installazione della Oxygen OS è più complicata di quella di un OnePlus generico in quanto bisogna necessariamente prima installare una base “solida” di Oxygen OS tramite fastboot. Trovate la guida qui su XDA, personalmente testata. Non è una guida complessa, ma dovete sicuramente aver già avuto a che fare con fastboot e adb.

Il prezzo di Gearbest è più alto di quello di OnePlus, ma essendo un pezzo da collezionisti e amanti del brand era facile intuire che il prezzo sarebbe salito invece che scendere vicini alla fine delle scorte. Noi speriamo però comunque che altre scorte possano arrivare per abbassare il prezzo (e farlo ancora di più su Gearbest). Il prezzo del box sotto non si aggiorna in automatico, quindi verificate voi eventuali abbassamenti di prezzo.

Giudizio Finale

OnePlus 6T McLaren

8.5

OnePlus 6T McLaren

OnePlus 6T McLaren non è per tutti, ma se siete degli amanti del brand o semplicemente vi piace il OnePlus 6T e non avete problemi di budget, questo prodotto vi farà innamorare e lo farà anche per la sua esclusività. Per tutti gli altri un "normale" OnePlus 6T andrà più che bene.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Esclusivo
  • Design originale e intrigante
  • Ricarica Warp Charge
  • È un OnePlus 6T
Contro
  • Il prezzo sale
  • La RAM in più non serve (per ora)
  • Dalla Cina serve un po' di esperienza

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina AndroidWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.