Recensione Motorola RAZR 2022: non fa una piega

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti

Recensione Motorola RAZR (2022)

Dopo un anno di pausa arriva sul mercato italiano il nuovo RAZR 2022, l'ultimo pieghevole dell'azienda alata. Scopriamolo nella nostra recensione completa.

PRO

  • Le piega interna quasi non si vede
  • Ampio display esterno
  • Software veloce e pulito
  • Buon hardware

CONTRO

  • È un po' largo (soprattutto da chiuso)
  • Fotocamere solo nella media
  • Manca la ricarica wireless
  • Esternamente trattiene un po' le impronte

Confezione

La confezione di RAZR 2022 contiene al suo interno, oltre allo smartphone, una cover in plastica rigida in due parti trasparente, un alimentatore da 30W e un cavo USB-C/USB-C.

Costruzione ed Ergonomia

RAZR 2022 è un pieghevole dello stesso formato dei precedenti RAZR e RAZR 5G. Cambia però sotto molti aspetti e se il termine RAZR all'inizio era sinonimo di un dispositivo sottile e con un formato ben preciso: piccolo mento integrato nella parte inferiore dello stesso spessore dello smartphone da chiuso e frontalmente un ampio display secondario. Se quest'ultimo aspetto non è cambiato è cambiato invece il resto. RAZR 2022 è a tutti gli effetti uno smartphone pieghevole più classico, per quanto un dispositivo di questa categoria possa intendersi tale.

Il mento inferiore è sparito e ora lo smartphone è diviso in due metà esattamente uguali che da chiuso si sovrappongono perfettamente. Cambia anche il design dello schermo interno che ora è "classico" e non ha più il notch in alto.

Dal punto di vista costruttivo lo smartphone è realizzato in metallo ed è protetto fronte retro dal vetro Gorilla Glass 5. Posteriormente con una finitura satinata che simula quasi un po' l'effetto del metallo del RAZR originale. Lo smartphone da chiuso è ovviamente un po' spesso (17mm), ma è la sua notevole larghezza di ben 79,8 mm ad averci colpito in particolar modo. È uno smartphone che in un certo senso fallisce nello scopo di "sparire" in tasca, dove invece si fa comunque notare vista la sua larghezza. Una volta aperto la larghezza si può ancora notare (ovviamente), ma l'ampio display vi ripagherà.

Motorola RAZR 2022 è poi splashproof e può quindi resistere agli spruzzi secondo la certificazione IP52. La cerniera è poi ora più robusta e lo smartphone può essere bloccato a varie angolazioni. Nel nostro caso muovendo con forza le due metà riusciamo però a sentire un po' di movimento.

Non è motivo di preoccupazione, ma di sicuro tradisce un po' la sua qualità costruttiva premium.

Il processore di questo smartphone è lo Snapdragon 8+ Gen 1 octa core da 3,2 GHz, con GPU Adreno 730, 8 GB di RAM LPDDR5 e 256 GB di memoria interna UFS 3.1. Buona la connettività: Wi-Fi 6E, Bluetooth 5.1, 5G, NFC e uscita USB-C 3.1. In più abbiamo anche il supporto alle eSIM per una seconda SIM. Le prestazioni di questa CPU sono da smartphone premium e l'azienda ha finalmente rinunciato ai processori di fascia media per questa linea di prodotto. Viste le dimensioni contenute del formato pieghevole sul lungo periodo il processore deve un po' limitare le prestazioni, ma non si riflette questo in uno smartphone caldo. Buono l'audio stereo. Abbiamo poi il supporto all'audio Dolby Atmos. Non è presente (come quasi ovvio) il jack audio da 3,5 millimetri.

Fotocamera

RAZR 2022 è dotato di due fotocamere principali: una 50 megapixel stabilizzata otticamente ƒ/1.8 e una 13 megapixel grandangolare ƒ/2.2 con messa a fuoco automatica per poter scattare anche foto in modalità macro.

Le foto scattate da questo smartphone sono più che discrete per uno smartphone top di gamma, anche se non arrivano al livello delle fotocamere premium. Le immagini sono nitide, anche se non sempre perfette dal punto di vista del bilanciamento dei colori e delle luci. Scorrendo la nostra galleria vedrete come comunque non siano molti i casi "incriminati". Meno bene con poca luce dove l'immagine diventa rapidamente impastata e priva di dettagli. La modalità notturna manuale migliora leggermente la situazione, ma senza ribaltarla in positivo. Discreta la fotocamera grandangolare nel complesso, anche se a volte la messa a fuoco è un po' lenta. Ci permette però di fare quantomeno delle buone foto macro. Queste due fotocamere possono essere utilizzate anche a smartphone chiuso per scattarsi selfie, rendendole di fatto moto più utili per chi ama scattarsi autoritratti. L'interfaccia di scatto dallo schermo esterno permette infatti di selezionare fra molte opzioni e sfruttare quindi anche la grandangolare e la modalità ritratto (anche in 4:3, cosa che ho scoperto solo al termine della prova).

Scattando foto "normali" potrete comunque sfruttare lo schermo esterno per mostrare l'anteprima al soggetto.

I video possono essere registrati anche in 8K, ma ci siamo soffermati soprattutto sul 4K. I 60fps sono compatibili solo con il sensore principale, mentre la grandangolare si ferma a 30fps. Dalla fotocamera interna ci si ferma invece in Full HD e così è anche se si usano le principali dallo schermo esterno. Un vero peccato, come anche un peccato è il campo molto stretto del sensore principale quando giriamo video dallo schermo esterno. In più quando si fanno video in 4K a 60fps abbiamo notato un lieve calo di framerate nei primi istanti.

Display

Il display principale di questo Motorola RAZR 2022 è un ampio 6,7 pollici con risoluzione di 2400 x 1080 pixel (FullHD+) e realizzato in tecnologia OLED. Il display può variare la sua frequenza di aggiornamento fino a 120 Hz nell'utilizzo quotidiano e fino a 144 Hz in alcuni giochi.

Questo stesso display supporta l'HDR10+ ed è ovviamente pieghevole, pur essendo stato completamente reingegnerizzato rispetto al passato. Questo ha permesso alla piega centrale quasi di sparire definitivamente. Con la giusta luce, alla giusta inclinazione o indugiando sopra con il dito si può ancora notare, ma il passo in avanti rispetto al passato è veramente notevole. In questo moto Motorola ha risolto una delle principali criticità portata come esempio dai suoi detrattori.

Il display esterno è un 2,7 pollici con risoluzione di 800 x 573 pixel. È uno schermo più che discreto per il suo scopo ma forse ci saremmo aspettati di più. Non tanto per il refresh rate a 60 Hz, quanto per le dimensioni e per il trattamento olefobico. Considerando le dimensioni dello smartphone avrebbe potuto essere forse ancora più grande e un miglior trattamento anti impronte ne avrebbe migliorato la visibilità. Nonostante questo rimane lo schermo esterno più ampio in circolazione per questo tipo di dispositivi.

Software

Come in tutti gli smartphone Motorola il software è quello stock di Android 12 con poche modifiche da parte dell'azienda. Abbiamo le varie gesture mutuate da Moto Display, la modalità gioco e Ready For per una modalità desktop davvero valida. Si possono poi applicare di default degli effetti alle videochiamate o espandere la RAM virtualmente (anche se l'opzione è off di default). Grazie al lettore di impronte digitali sul lato destro (preciso e veloce) possiamo poi aprire un menù laterale con le scorciatoie preferite, senza dover avere altri elementi grafici sullo schermo.

Lo schermo esterno ha poi adesso un sistema di pannelli personalizzabili. Il più interessante è sicuramente quello del launcher, che permette in sostanza di aprire qualsiasi applicazione nello schermo esterno, aumentando quindi notevolmente le sue possibilità. Può essere un po' macchinoso all'inizio ricordarsi di poggiare sempre prima il dito sul lettore di impronte, ma ci si abitua.

Peccato solo che ancora una volta Motorola abbia perso l'occasione per presentare il suo smartphone con l'ultima versione di Android o con le patch di sicurezza aggiornate (al momento ferme ad agosto 2022).

Autonomia

La batteria di questo smartphone è da 3.500 mAh. Più grande rispetto al passato ma palesemente non generosa. Comprensibile visto la complessità di smartphone simili. Con un utilizzo medio intenso si arriva sempre a fine giornata, grazie soprattutto all'ottimizzazione energetica di questa CPU. Con un utilizzo intenso potreste però doverlo caricare verso l'ora di cena per proseguire con l'utilizzo. Dipende (ovviamente) anche da quanto riuscite a limitare l'utilizzo grazie allo schermo esterno. La ricarica è rapida a 30W, mentre non è presente la ricarica wireless. Peccato.

Prezzo

Motorola RAZR 2022 viene lanciato a 1199€ un prezzo in linea con il mercato e decisamente più basso del suo predecessore (che però ha ormai 2 anni di età). È un prezzo ancora una volta però, come tutti quelli dei pieghevoli, solo per chi può permettersi di prendere parte a questa "rivoluzione pieghevole" e non certo per tutti.

Lo si trova anche su Amazon. Controllate il box qui sotto per eventuali cali di prezzo.

Foto

Giudizio Finale

Motorola RAZR 2022

Motorola RAZR 2022 è a tutti gli effetti un bel salto in avanti nella storia dei pieghevoli per Motorola, pur abbandonando alcune caratteristiche iconiche dei modelli precedenti: fra tutte la compattezza. Deve combattere nella stessa fascia di prezzo con il concorrente Samsung e questo è sicuramente il suo più grande problema. L'assenza (o quasi) della piega all'interno del display è probabilmente la caratteristica che potrebbe farvi propendere per questo piuttosto che per il suo concorrente diretto.

Sommario

Confezione 7.5

Costruzione ed Ergonomia 7.5

Hardware 8.5

Fotocamera 7.5

Display 8.5

Software 8

Autonomia 7

Prezzo 6

Voto finale

Motorola RAZR 2022

Pro

  • Le piega interna quasi non si vede
  • Ampio display esterno
  • Software veloce e pulito
  • Buon hardware

Contro

  • È un po' largo (soprattutto da chiuso)
  • Fotocamere solo nella media
  • Manca la ricarica wireless
  • Esternamente trattiene un po' le impronte

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti Vive nel mondo della telefonia dal Nokia 3210 e nel mondo di linux da Ubuntu 5.04. Se potesse vivrebbe anche in un mondo di Lego e in uno di musica elettronica.
Motorola RAZR (2022)

Motorola RAZR (2022)

  • Display 6,7" FHD+ / 1080 x 2400 PX
  • Fotocamera 50 MPX ƒ/1.8
  • Frontale 32 MPX ƒ/2.4
  • CPU octa 3.2 GHz
  • RAM 8 GB
  • Memoria Interna 256 GB Espandibile
  • Batteria 3500 mAh
  • Android 12
Mostra i commenti