8.6

Motorola Moto X (2014), la recensione (foto e video)

video Emanuele Cisotti -




Recensione Motorola Moto X (2014)

Motorola Moto X della precedente generazione fu un grandissimo passo in avanti e, allo stesso tempo, un grandissimo ritorno per Motorola nel nostro paese, purtroppo però con oltre 8 mesi di ritardo rispetto al lancio originale negli Stati Uniti. Moto X (2014) invece arriva quasi in concomitanza, grazie ad un lancio semi-globale. Lo smartphone di Motorola è tornato. Ed è ancora più intelligente.

7.0

Confezione

Motorola Moto X 201415

All’interno della confezione (di dimensioni veramente enormi, specialmente se paragonato al passato parco di Motorola) troviamo della semplice manualistica, un accessorio per rimuovere il carrellino della nanoSIM, il cavo USB-microUSB e un alimentatore da 1,15A con ben due porte USB. Il nostro adattatore però è versione UK e quindi non sappiamo se quello italiano avrà le stesse caratteristiche.

9.0

Costruzione ed Ergonomia

Motorola Moto X 201407

Moto X è cresciuto rispetto al passato, ma allo stesso tempo ne ha guadagnato in design e sopratutto in qualità costruttiva. Adesso lo smartphone ha una struttura in alluminio che spezza il design e che lo rende sopratutto più rigido e gli permette anche di essere più piacevole da tenere in mano. È l’enorme cura per i dettagli però che ci ha stupito, quasi Motorola avesse avuto a che fare con un prodotto di arredamento, piuttosto che con un telefono. Le due griglie frontali sono leggermente rialzate (ma frontalmente non si nota) e permettono di non fare toccare i display (che a sua volta ha un bellissimo effetto stondato sui bordi) quando il telefono è poggiato con display sul piano. Sempre rigato (e ruvido) è anche il tasto di accensione e lo stacco netto dei colori posteriormente gli donano una notevole eleganza, assieme alla simmetria data dal jack audio, sotto il quale è incolonnata la fotocamera (con la sua ghiera flash) e il simbolo Motorola. Quest’ultimo è un semplice elemento decorativo e Motorola ha scelto di non sfruttarlo come tasto. Scelta discutibile per qualcuno, un elemento estetico forte per altri.

È comunque comprensibile che a qualcuno non piaccia il design dello smartphone, visto che solitamente qualsiasi azzardo fatto nel campo del disegno industriale porta necessariamente a scontentare una fetta di utenza. Appoggiamo comunque la scelta fatta da Motorola e, per il nostro gusto, promuoviamo appieno questo dispositivo. Un consiglio prima di giudicarlo: toccatelo con mano. Sarà disponibile (anche in Italia) anche nella variante con retro in bambù ad un prezzo probabilmente più alto di 100€ (Motorola non ha saputo darci conferme).

8.0

Hardware

Motorola Moto X 201412

Motorola Moto X (2014) è, finalmente, davvero un top di gamma, alla pari con la concorrenza, per buona parte della sua scheda tecnica. Abbiamo un processore Snapdragon 801 quad core da 2,5 GHz, 2 GB di RAM e 16 GB di memoria interna non espandibili. Quest’ultimo è in assoluto l’unico vero grande tallone d’Achille dello smartphone, rendendolo, senza possibilità di ripensamenti, inutile per chi tiene molti file sul telefono o vuole installare molti giochi. La rete è poi LTE fino a 150 Mbps, la Wi-Fi supporta le due bande e il bluetooth è 4.0.

Lo speaker è posto frontalmente nella parte inferiore e offre un’audio corposo, ricco e ad un buon volume. Peccato solo che la griglia che si trova nella parte superiore non sia anch’essa uno speaker. Motorola ha poi fatto come al solito “scorpacciata” di sensori, mantenendo attivo il controllo a mani libere, le notifiche attive e adesso dei nuovi sensori sulla parte frontale (dovrebbero essere ad infrarossi) che riconoscono l’avvicinarsi di una mano.

SCHEDA: Motorola Moto X (2014)

7.0

Fotocamera

Moto X 2014 screenshot fotocamera

La fotocamera di Motorola Moto X (2014) ha fatto un discreto passo in avanti, anche solo per essere adesso da 13 megapixel. Il software rimane comunque abbastanza scarno, con un’interfaccia sicuramente migliorabile e pochissime opzioni a disposizione. La vera forza di questa fotocamera, così come sul precedente modello, è l’attivazione dell’HDR automatico che aiuta a tirare fuori scatti sempre interessanti, ricchi di colore e dettagli, in ogni condizione di luce. Anche con scarsa luminosità, basterà un po’ di mano ferma per realizzare foto interessanti. Sia chiaro però che non sarà possibile confrontare la qualità degli scatti con buona parte degli altri top di gamma, ma il miglioramento comunque c’è stato e l’HDR automatico è una specie di bacchetta magica (sempre che non siate dei fotografi alla ricerca della foto realistica e che buona parte dell’utilizzo sia relativo allo smartphone stesso).

SAMPLE: Foto – Video (1080p4K)

9.0

Display

Motorola Moto X 201404

Lo schermo è adesso da 5,2 pollici (un bel salto in avanti rispetto al precedente 4,7 pollici) e diventa anche Full HD (1920 x 1080 pixel). Rimane in tecnologia AMOLED, indispensabile per l’utilizzo delle notifiche attive. I colori sono forse un po’ “sparati” (saturi), ma nel complesso è ancora un bellissimo schermo con un’ottima luminosità automatica e con degli angoli di visione superiori alla media, anche sotto la luce diretta del sole.

8.0

Software

Moto X 2014 screenshot comandi vocaliMoto X 2014 screenshot home

Motorola non cambia la sua politica e all’interno di questo Moto X (2a generazione) troviamo Android in una incarnazione quasi stock alla versione 4.4. KitKat (promesso l’aggiornamento ad Android L). Il sistema è veramente molto fluido e la mano di Motorola si vede solo in determinate situazioni. Da sole le due funzioni di notifiche attive e di controllo a mani libere bastano a rendere il sistema abbastanza evoluto da far comprendere l’enorme lavoro svolto dall’azienda stessa. Tutti gli altri software di Motorola sono stati poi raggruppati (ad eccezione di Migrate) sotto una nuova app: Moto. All’interno troviamo le impostazioni per le funzionalità descritte prima, oltre che ad Assist (che adatterà le funzionalità del telefono in base alle operazioni in esecuzione) e Voice per personalizzare il comando per attivare il controllo vocale, che ricordiamo funziona anche a telefono completamente bloccato.

Vi basterà poi avvicinare la mano al telefono per risvegliare le notifiche attive (che saranno comunque presenti ad intervalli regolari anche se disattiverete questa funzione), funzionalità veramente ben fatta, oltre alle notifiche attive stesse che vi permetteranno di leggere un’anteprima delle notifiche senza sbloccare il telefono.

FOCUS:

Software: Browser

Moto X 2014 screenshot Chrome

L’unico browser presente è Chrome, sempre più fluido e funzionale ad ogni aggiornamento e molto rapido nel percepire ogni input anche su questo Moto X (2014) (dopotutto è sempre uno Snapdragon 801!).

Software: Multimedia

Moto X 2014 screenshot Momenti salienti

Il comparto multimediale è in parte sacrificato da Motorola che non personalizza il software con un lettore musicale proprietario (Play Music è già installato), ma include però una galleria personale che supporta adesso anche la creazioni di piccoli filmati, partendo dai vostri video e le vostre foto, chiamati Momenti Salienti.

7.0

Autonomia

Moto X 2014 screenshot Batteria

La batteria di questo smartphone è da soli 2300 mAh, effettivamente pochi se si pensa al fatto che comunque le dimensioni sono notevolmente aumentate rispetto al precedente Moto X (dove era da 2200 mAh). Detto questo segnaliamo comunque come non ci siano particolari criticità nell’autonomia stessa e come vi porterà a sera con un utilizzo medio, e come invece avrà bisogno di una ricarica aggiuntiva prima di sera se il vostro uso è definibile “stress”. Rimane il rammarico di non aver incluso una batteria più capiente (come ha fatto la concorrenza), ma non lo considereremo comunque una criticità di questo Moto X.

8.0

Prezzo

Motorola Moto X (2nd gen) viene venduto a 499€, anche se come detto, potrebbe essere lanciato in un primo momento solo nella variante bambù a 599€. Considereremo comunque il primo prezzo come buono.

Acquisto

Motorola Moto X è disponibile nel colore nero a 539€ su eXpansys e in bambù a 549€.

Benchmark

benchmark moto x 2014

Confronti e Speciali

Foto

Giudizio Finale

Motorola Moto X (2014)

8.6

Motorola Moto X (2014)

Motorola Moto X (2014) è un terminale ottimo, venduto ad un prezzo sensibilmente inferiore a molti dei top di gamma (la maggior parte aveva un prezzo di circa 699€ al lancio). I suoi pregi sono sicuramente il design, la qualità costruttiva, lo schermo e l'avere un software intelligente come nessun altro smartphone Android è stato fino ad oggi. Il suo vero tallone d'achille è la memoria non espandibile e se quindi per voi avere un buon numero di memoria libera interna è una priorità vi consigliamo di attendere la variante da 32 GB (o puntare su un altro modello, ovviamente). L'autonomia potrebbe tenere alla larga chi fa un uso molto intenso dello smartphone durante la giornata o chi semplicemente è rimasto "scottato" dalla scarsa capacità della batteria, ma per molti potrebbe non rappresentare un problema.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Design curato e ricercato
  • Ottima qualità costruttiva
  • Display molto buono
  • Funzioni davvero smart
Contro
  • Memoria non espandibile
  • La batteria poteva essere più capiente
  • Niente Moto Maker in Italia
  • Android stock è ancora troppo scarno per certi utenti
Motorola Moto X (2014)

Motorola Moto X (2014)

confronta modello

Ultime dal forum: