7.7

Misfit Vapor, la recensione (foto e video)

Emanuele Cisotti




Recensione Misfit Vapor

Benché il numero delle novità nel mondo degli smartwatch non sia certo importante, rimane un campo molto interessante. Quando parliamo poi di Misfit Vapor sicuramente in molti drizzeranno le orecchie. Fu presentato ad inizio 2017 e inizialmente se ne conosceva solo il nome, il design e il prezzo di vendita. Ora è arrivato e finalmente possiamo recensirlo per voi.

LEGGI ANCHE: Migliori smartwatch

7.0

Confezione

Non ci sono grandi sorprese nella confezione di questo dispositivo. Oltre all’orologio, disponibile comunque in vari colori e con vari cinturini diversi, troviamo la base di ricarica magnetica con un lungo cavo bianco. La base è dotata di quattro pin dorati e l’orologio vi si appoggia sopra per iniziare la carica. Purtroppo questa base non è gommata nella parte inferiore e l’orologio potrebbe anche ruotare se urtato accidentalmente. Avremmo preferito un aggancio più solido.

8.5

Costruzione e vestibilità

Vapor ha un design molto semplice e minimale che ci ha convinto molto. È realizzato in acciaio ed è perfettamente circolare, senza fronzoli di sorta. Il cinturino è collegato tramite due piccole alette alle due estremità che sporgono dalla cassa. Per il resto il design non è interrotto da nient’altro se non dal tasto fisico sul lato destro. Al polso l’orologio è tutto sommato discreto e non particolarmente appariscente, nonostante lo spessore non particolarmente contenuto. Il cinturino è abbastanza comodo, anche se quello in gomma da noi provato era forse un po’ troppo morbido e facile da sporcare.

7.5

Hardware

Nessuna novità particolare nell’hardware di questo dispositivo che rimane nella media dei prodotti Android Wear in circolazione: 4 GB di memoria interna, 512 MB di RAM e processore Snapdragon Wear 2100. Le prestazioni sono buone, benché non fulminee come in realtà sono in pochi altri concorrenti. Abbiamo il sensore di battito cardiaco sulla parte inferiore ed il Wi-Fi per la connessione senza smartphone. Abbiamo però notato che la connessione non viene mantenuta finché il Bluetooth rimane collegato allo smartphone.

Non è dotato di GPS e non è quindi autonomo per tracciare il fitness, così come non è dotato di NFC e non potrà essere usato per Android Pay quando arriverà. Purtroppo non è presente neanche uno speaker per fare telefonate al polso, così come non esiste una variante con 3G/4G. Quello che invece è presente è la corona circolare touch, ad eccezione di una piccola parte in basso. È una funzionalità simpatico ma noi non l’abbiamo praticamente mai usata, visto che non è più comodo di scorrere il dito sullo schermo e che ruotando il dito lungo la corona si tende a coprire il display.

8.5

Display

Misfit Vapor ha un display da 1,39″ in tecnologia AMOLED e risoluzione di 326 pixel di diagonale. Per fortuna non c’è nessuna mezzaluna nera in questo display. Si tratta di uno schermo luminoso e dai bei contrasti. È presente la luminosità automatica che funziona discretamente anche se forse punta un po’ al ribasso per contenere i consumi.

7.5

Software

Misfit Vapor è il primo smartwatch Android Wear che proviamo aggiornato alla versione 2.9 che ha come base Oreo 8.0. Non ci sono novità nel sistema se non nel modo in cui vengono mostrate le notifiche e nella gestione che è possibile fare delle singole notifiche delle varie applicazioni. Si può sempre rispondere a voce, con la piccola tastiera, con le emoji o con messaggi predefiniti. Si può ancora ovviamente anche interagire con l’orologio vocalmente utilizzando Google Assistant, seppur di default l’attivazione vocale con Ok Google sia disattivata. Si possono scaricare dal Play Store integrato applicazioni standalone da far girare sull’orologio. La situazione in questo senso non si sta evolvendo in modo particolarmente rapido ma è comunque una funzione molto gradita.

Presenti poi le gesture per risvegliare lo schermo o per scorrere le notifiche. Ora è possibile attivare il blocco della riattivazione del display con il tocco, costringendovi quindi sempre a premere il tasto fisico. Misfit arricchisce l’orologio con alcune sue app: un orologio globale (utilizzabile solo con la ghiera esterna), un’app del meteo (che non siamo riusciti a far funzionare), un software per calcolare il battito cardiaco e quello per il fitness.

Quest’ultima app è abbastanza modesta, ma vi permette di scegliere fra vari sport (camminata, corsa, bicicletta, nuoto ed escursionismo) e se dev’essere un esercizio libero o se impostare una distanza o un tempo target. Infine potrete anche abilitare la pausa automatica. Anche la revisione dai dati è molto basilare e non ci sono particolari grafici o altro da cui prendere spunto. Questo vale anche per l’app per smartphone che punta principalmente sull’aspetto social, e quindi confrontare i risultati quotidiani calcolati con un punteggio con gli amici, piuttosto che sull’attività fisica vera e propria. È comunque possibile sincronizzare il tutto con altre app del fitness come Swim IO, MyFitnessPal, RunKeeper, Walgreens e MapMyFitness.

Chiudiamo con i quadrati personalizzati di Misfit: alcuni sono gradevoli e tutti sono estremamente personalizzabili. Non sono comunque i più belli in circolazione e pertanto meglio spendere un po’ di tempo a cercare qualche altra alternativa.

7.0

Autonomia

La batteria di questo Vapor è purtroppo solo nella media degli orologi di questo tipo. Parliamo di circa 1 giorno e mezzo spegnendolo la notte. Questo vi renderà quindi quasi impossibile usarlo per tracciare il sonno la notte.

8.0

Prezzo

Misfit Vapor ha un prezzo aggressivo: 199€. Non è il più basso in assoluto ma è comunque abbastanza basso da chi vuole farsi un regalo e acquistare un orologio Android Wear.

Acquisto

Misfit Vapor è disponibile sullo store dell’azienda in varie colorazioni e con vari cinturini. Allo stesso modo potrete comprarlo anche su Amazon.

Foto

Giudizio Finale

Misfit Vapor

7.7

Misfit Vapor

Misfit Vapor si è fatto attendere probabilmente un po' troppo a lungo ma finalmente è arrivato. Non è una rivoluzione per quanto riguarda il mondo Android Wear, ma piuttosto è un'ottima alternativa visto il prezzo di lancio sotto i 200€, il buon display ed il design minimale ma curato. Peccato per l'assenza di GPS ed NFC e per l'autonomia che non si discosta dalla concorrenza.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Bel display
  • Design minimale e pulito
  • Aggiornato ad Oreo
  • Prezzo contenuto
Contro
  • Niente GPS e NFC
  • Autonomia che non arriva a 2 giorni
  • Non c'è uno speaker
  • Il software Misfit per il fitness è un po' povero