7.4

Recensione Minix Neo T5: c’è Android TV, ma è ciò che manca ad essere più importante (foto e video)

Nicola Ligas




Recensione Minix Neo T5

Minix torna a calcare la scena dei box TV, e lo fa con un inedito modello che per la prima volta monta Android TV. Sì, parliamo di un box certificato Google, come ce ne sono pochi sul mercato, e con tutta la qualità cui Minix ci ha abituato nel corso del tempo. Basterà?

LEGGI ANCHE: Migliori TV Box

7.5

Confezione

Nella confezione del Minix Neo T5 troviamo box, cavo HDMI e telecomando; quest’ultimo privo delle due batterie AAA necessarie per alimentarlo. Piccola nota positiva: l’alimentatore ha tante prese diverse intercambiabili, quindi nella remota ipotesi che voleste viaggiare col T5 appresso, non avrete difficoltà nell’usarlo anche all’estero.

7.5

Hardware

  • CPU: Amlogic S905X2 quad-core Cortex-A53 con GPU Mali-G31 MP2
  • RAM: 2 GB DDR3
  • Memoria interna: 16 GB eMMC 5.1
  • Connettività: Wi-Fi 802.11ac 2 x 2 MIMO Dual-Band, Bluetooth 4.2, 1x USB 3.0, 1x USB 2.0, microSD, HDMI 2.1, SPDIF, Gigabit Ethernet, jack audio
  • Video decoding: AVS2-P2, VP9 e H.265/H.264 a 10 bit, fino in 4K@60fps, H.264/AVC fino in 4K@30fps, H.264 MVC, MPEG-4 ASP fino in 1080p@60fps, supporto HDR10, HLG e Dolby Vision
  • OS: Android TV 9.0 Pie, patch agosto 2019

Minix sceglie ancora una volta gli ottimi SoC di Amlogic, che nella variante S905X2 dà il meglio. Si tratta infatti del primo processore Amlogic son supporto USB 3.0, che permette di riprodurre facilmente e fluidamente contenuti da pendrive o dischi esterni collegati al box. Inoltre, per quanto sia “solo” un quad-core, le sue performance single-core sono ottime, e più che sufficienti per navigare rapidamente nell’interfaccia ed avviare la maggior parte delle applicazioni in pochi istanti. Da notare anche il completo supporto HDR (solo in HEVC), che include HDR10, HLG e Dolby Vision.

Le porte USB sono però solo 2, delle quali una sola 3.0. In compenso abbiamo anche un slot microSD per una facile espansione di memoria, o per traghettare qualche apk sul box (ne parleremo meglio dopo). Bene avere la porta Ethernet

6.5

Telecomando

Il telecomando fornito in confezione è noto ormai da anni a chiunque conosca i prodotti Minix. Ci sono i classici pulsanti di Android (home, back e multitasking), la regolazione del volume, le frecce direzionali e poco altro. Va bene per muoversi nell’interfaccia di Android TV, ma nulla più. E non ha il microfono. Grazie alla compatibilità con HDMI-CEC potete usare il telecomando della vostra TV e non sentirete probabilmente grossi benefici nell’usare quello di Minix.

Minix realizza però due alternative chiamate Neo A2 Lite e Neo A3. Il primo è un telecomando con tastiera integrata sul retro, utile soprattutto se volete usare il vostro box anche per navigare. Il secondo è identico, ma con in più un microfono integrato, che ben si sposa con la presenza di Google Assistant sul box stesso.

7.5

Esperienza d'uso

Cercate un’esperienza Android TV? Minix Neo T5 è una delle poche alternative presenti sul mercato. Perché preferirlo ad esempio ad un Mi Box S di Xiaomi (qui la nostra recensione)? Perché un po’ più potente, capace di riprodurre praticamente qualsiasi formato video, dotato di più memoria (anche espandibile), porta Ethernet, e più capace nei giochi, per quanto si parli di giochi basilari come quelli presenti nel Play Store di Android TV (che continua ad essere troppo limitato, in senso generale). In ogni caso riuscirete a godervi pienamente i vari Asphalt 8 e Bombsquad, cosa che non potevamo dire dell’esperienza sul box di Xiaomi.

Tutto bene quindi? No, perché mancano Netflix e Prime Video. Sì, avete letto bene. Il box non è certificato Netflix, e non ha Prime Video presintallato, e per questo motivo nessuno dei due è presente sullo store di Android  TV.

Si può ovviare installando gli APK manualmente, ma ci sono comunque dei limiti. Anzitutto dovrete sempre aggiornare le app manualmente, non essendo presenti sullo store e non ricevendo quindi update automatici in futuro. A parte questo, Prime Video sembra limitato al full HD, per qualche motivo probabilmente legato ai DRM che al momento ci sfugge. In ogni caso l’app funziona a dovere e l’esperienza, al netto della risoluzione, è identica a quella che avreste avuto se l’app fosse stata preinstallata

Con Netflix le cose sono un po’ più complicate. Minix raccomanda di usare questo APK (è un file zip con due apk, da installare entrambi: il metodo più rapido è facile consiste nel metterli su pendrive e poi usare un file manager che potete tranquillamente scaricare dallo store), che in ogni caso non è della versione per Android TV (che non funziona in alcun modo), bensì di quella per smartphone. Questo introduce ulteriori complicazioni, perché avrete bisogno di un (air) mouse per muovervi nell’interfaccia, dato che le frecce direzionali del telecomando non funzionano con l’app per telefoni. E sia chiaro poi che, non essendo un box certificato Netflix, potete scordarvi di riprodurre contenuti a risoluzioni superiori al 480p.

C’è una possibile alternativa, ovvero utilizzare l’add-on Netflix per Kodi (l’installazione non è banalissima, ma seguendo la procedura descritta dovreste farcela). Non è la stessa cosa a livello di interfaccia e c’è da smanettare un po’ di più per far funzionare tutto, ma almeno avrete un’esperienza più a misura di TV, per quanto sempre limitata a 480p.

Insomma, due occasioni mancate, per quanto (in parte) si possa rimediare manualmente. Ed è davvero un peccato perché sotto ogni altro aspetto siamo di fronte ad un box quasi impeccabile. Neo T5 è reattivo, rapidissimo nell’apertura di contenuti locali (Plex e Kodi funzionano alla grande e la rapidità della USB 3.0 vi consente un playback fluido anche in 4K HDR, ad alto bitrate, in H.264H.265VP9 ed altri codec). Inoltre ci sono altri servizi di streaming con le loro app ufficiali per Android TV: Infinity, TIM Vision, Rai Play, Rakuten, Chili, Spotify e altri, che rendono ancor più pesante l’assenza di Netflix e Prime Video.

La presenza di Android TV rende tutto sia più piacevole che, in minima parte, più frustrante. Il suo store è ancora molto limitato, e probabilmente lo sarà sempre, ma al contempo avrete la garanzia che quelle che ci sono funzionano bene sulla TV. “Funzionano bene” vuol dire si controllano a dovere col telecomando, che tutte le funzioni sono pensate per l’uso su TV e non su smartphone, e che tutte le opzioni sono raggiungibili senza complicazioni. Al contempo non è un box sul quale far girare qualsiasi app siate abituati ad avere su smartphone.

Chiariamo però, a scanso di equivoci, che essendo un dispositivo Android TV potrete usarlo come fosse un Chromecast, ovvero per castare contenuti da tutte le app che volete (ma non Netflix).

Chiudiamo però con un ulteriore dubbio, relativo alla gestione dei profili di colore, che potrebbe darvi qualche problema a seconda del tipo di televisore, riproducendo colori meno intensi ad alta risoluzione (vedi video).

6.5

Prezzo

Il listino ufficiale di Minix Neo T5 dovrebbe essere di 85 euro, ma al momento non siamo riusciti a trovarlo a questo prezzo. Il box è da poco sul mercato e non è ancora arrivato su Amazon Italia. Come alternative migliori abbiamo trovato Amazon UK, che lo spedisce anche in Italia per 86 sterline circa in totale (poco più di 100 euro), consegna inclusa; oppure GearBest, che ha praticamente lo stesso prezzo.

Su Amazon Italia si trovano invece i due telecomandi A3 e A2 Lite, caldamente consigliati per l’utilizzo con questo (o con qualsiasi altro) box.

Foto

Giudizio Finale

Minix Neo T5

7.4

Minix Neo T5

Minix Neo T5 è un box con delle ottime premesse, che però alla resa dei conti restano in parte solo promesse. Reattivo e rapido nell'interfaccia e nella riproduzione di contenuti multimediali, ha come principale punto debole l'assenza di Netflix e Prime Video, che può essere colmata manualmente, ma con un'esperienza che non è paragonabile a quella avremmo avuto altrimenti. Qualche possibile problema nella riproduzione dei colori in 4K ed un prezzo di lancio un po' troppo elevato spingono ulteriormente ad aspettare qualche offerta, piuttosto che affrettarsi all'acquisto natalizio.

di Nicola Ligas
Pro
  • Ottimo riproduttore multimediale
  • USB 3.0
  • Android TV (per l'interfaccia)
  • Buone performance generali
Contro
  • No Netflix, no Prime Video
  • Prezzo non troppo contenuto
  • Lo store di Android TV ha ancora i suoi limiti
  • Non il migliore nel gaming

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina AndroidWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.