8.6

Meizu MX5, la recensione (foto e video)

Meizu MX5video Emanuele Cisotti -




Recensione Meizu MX5

A meno di un anno dal lancio di MX4 ed MX4 Pro, Meizu ci prova di nuovo, con il suo nuovo top di gamma, dal nome poco fantasioso di MX5.

7.5

Confezione

Meizu MX5  - 1

All’interno della confezione (che i più attenti avranno notato aver cambiato forma) troverete un cavo USB-microUSB, un alimentatore da parete da 2A che supporta la ricarica rapida e un paio di cuffie stereo di buona qualità.

8.5

Costruzione ed Ergonomia

Meizu MX5  - 8

MX5 è aumentato nelle sue dimensioni, vista la presenza di un display ancor più generoso rispetto al passato. È cambiato però in molti punti, abbracciando una nuova scocca interamente in metallo e un nuovo, e più intelligente, posizionamento del tasto di accensione, adesso sul lato destro. Lo smartphone è leggero (149 grammi) e sottile (7,6 millimetri) e in mano si utilizza abbastanza agevolmente. Ricordatevi però che si tratta pur sempre di un phablet.

La scocca in metallo dona al prodotto sicuramente una sensazione di rinnovata qualità, anche se il mix di design non ci ha fatto rimanere a bocca aperta per fantasia e scelte estetiche. Si tratta forse ancora troppo di un prodotto vicino ai gusti asiatici, ma che ogni anno offre comunque sempre qualcosa di interessante in più (con buona pace di chi piange il tasto luminoso circolare).

9.0

Hardware

Meizu MX5  - 9

Il processore è un potente Mediatek MT6795 della famiglia Helio X10, con otto core da ben 2,2 GHz. Abbiamo poi ben 3 GB di RAM e una memoria interna disponibile nei tagli da 16, 32 a 64 GB. Noi abbiamo provato quello a taglio inferiore e purtroppo la memoria non è espandibile. Lo slot offre alloggiamento per ben due nanoSIM, entrambe compatibili con le reti LTE (manca la frequenza degli 800 MHz) e che supportano lo switch delle reti a telefono acceso. Abbiamo anche la Wi-Fi ac, il Bluetooth 4.1 e un veloce GPS. Manca invece l’NFC.

Lo speaker è posto nella parte inferiore e ha un buon volume e una buona qualità, sopratutto commisurato al fatto che lo speaker è uno solo. Frontalmente abbiamo poi il tasto fisico (chiamato mTouch) che ha funzione anche di lettore di impronte digitali e se sfiorato funge da tasto indietro. La rilevazione è perfetta e confrontandolo con Galaxy S6 si nota quasi sempre una maggiore velocità (questione di mezzo secondo) per Meizu.

Durante la presentazione di MX5 l’azienda ha poi puntato moltissimo su come si sia lavorato per contenere il surriscaldamento del dispositivo. Ammettiamo di essere rimasti molto impressionati dall’ottimo lavoro svolto il tal senso. L’ottimizzazione è in buona parte software, visto che se si disabilita la modalità energetica bilanciata i primi “bollori” si fanno rapidamente sentire.

SCHEDA: Meizu MX5

7.5

Fotocamera

2015-07-07 08.48.512015-07-07 08.48.56

La fotocamera da 20,7 mantiene il doppio led flash, che però adesso condividono lo stesso spazio (o quasi) e porta in dote un nuovo autofocus laser. Questo serve a mettere a fuoco gli oggetti più rapidamente, anche in condizioni di scarsa luce. È sicuramente un valore aggiunto anche se non abbiamo notato una velocità di messa a fuoco estremamente rapida, ma comunque nella media dei migliori camera phone. La qualità degli scatti è buona, con molti dettagli e ci sono alcune funzioni software interessante, come la possibilità di calibrare il punto dell’esposizione in una zona diversa da quello di messa a fuoco o la modalità manuale.

La qualità degli scatti è superiore a quella di MX4 Pro, anche se non in modo clamoroso. Avremmo apprezzato molto una modalità di HDR automatico, visto che in molte condizioni il bilanciamento delle forte luci non ci ha convinto appieno. Discreti i video (fino alla risoluzione 4K, che però hanno problemi di elaborazione su YouTube) e presenti anche i video in slow motion. La fotocamera frontale è da 5 megapixel con apertura f/2.0.

SAMPLE: Foto – Video

9.0

Display

Meizu MX5  - 7

Lo schermo da 5,5 pollici ha una risoluzione Full HD (1920 x 1080 pixel) ed è realizzato in tecnologia SuperAMOLED. Il pannello scelto per questo dispositivo ci ha convinto: colori pieni (da AMOLED), buona definizione e buoni angoli di visione. Supporta anche le gesture per lo sblocco, come anche il doppio tocco. Tutte funzionalità che si utilizzate assieme al lettore di impronte perdono di significato.

8.0

Software

2015-07-07 08.48.002015-07-07 08.48.24

Android è alla versione 5.0.1 Lollipop, pesantemente personalizzato con l’interfaccia Meizu: la FlyMe, arrivata alla versione 4.5. Rispetto alla precedente versione si hanno molte conferme e pochissime novità (quasi tutte dedicate al mercato asiatico e quindi non presente nel firmware europeo). È tutto al suo posto: file manager con “zona sicura”, possibilità di abilitare i permessi di root con un tap, il piccolo pallino SmartTouch, il tool (sempre più ricco) Sicurezza e la possibilità, molto comoda di ribloccare il dispositivo semplicemente tenendo premuto il tasto centrale.

Nel complesso questa FlyMe quindi non ci ha stupito, visto che non ci sono grosse novità rispetto al passato. Ci ha stupito forse di più il fatto che il firmware internazionale fosse già disponibile sin dal giorno del lancio e che il sistema sia completamente stato ritradotto da zero (mai più modalità energetica Saldo!). Ovviamente presente la lingua italiana ed il Play Store.

Software: Browser

Molto rapido il browser che nasconde alcune chicche interessanti come la modalità notturna, il tasto per scrivere rapidamente una nuova url o la gesture per chiudere i tab.

Software: Multimedia

Sistema multimediale semplice e vincente quello di Meizu. Ci si dovrà inizialmente abituare alla soluzione di Meizu, ma poi sarà facile apprezzarla: solo i file presenti nelle relative cartelle multimediali appariranno nei rispettivi lettori. Con l’unica eccezione delle foto che possono essere pescate a piacimento dalla Galleria.

7.5

Autonomia

Con la modalità energetica bilanciata si hanno risultati discreti, per l’amperaggio della batteria: 3150 mAh. Riuscirete quasi in ogni occasione ad arrivare a fine giornata, anche con un utilizzo più intenso. Quello che vi rimarrà per la giornata seguente vi costringerà però probabilmente ad un’altra ricarica prima di andare a dormire.

8.5

Prezzo

Il prezzo di questo MX5 è una vera killer feature. Parliamo di un prezzo non ufficiale di 349€ per il modello internazionale. Facile pensare ad un prezzo quasi identico anche quando arriverà ufficialmente su Meizu.it. Un abbassamento di prezzo di ben 130€ al lancio rispetto a MX4 Pro, “vecchio” di soli 6 mesi.

Acquisto

È possibile acquistare (con spedizioni da fine luglio) MX5 su Topresellerstore a 349€.

Confronti e speciali

Qui trovate una serie di speciali e confronti realizzati dal nostro team, successivamente alla recensione. Questa sezione viene aggiornata con regolarità.

Benchmark

Foto

Giudizio Finale

Meizu MX5

8.6

Meizu MX5

Meizu MX5 è un telefono che stupisce, principalmente nel prezzo. Non avrà un design ed un software vicino ai gusti occidentali, ma se questi due punti per voi non sono uno scoglio, per meno di 350€ vi porterete a casa uno smartphone top di gamma con un bel display, potente e molto ben costruito.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Buono schermo
  • Sistema molto semplice
  • Ottimo lettore di impronte
  • Potente
Contro
  • Memoria non espandibile
  • Il design è un mix già visto
  • Manca la frequenza degli 800 MHz per l'LTE
  • La fotocamera è solo un piccolo passo avanti
Meizu MX5

Meizu MX5

confronta modello

Ultime dal forum: