7.2

Meizu M1 Metal, la recensione (foto e video)

video Emanuele Cisotti -




Recensione Meizu Metal

La recensione di Meizu M1 Metal è in cantiere da tempo, ma è difficile dire però quando sia realmente arrivato in Europa, visto che, in realtà, in Europa non c’è mai arrivato.

6.5

Confezione

Meizu Metal - 10

La confezione di Metal contiene al suo interno un cavo USB-microUSB e un alimentatore 5V/1.5A. Nella spedizione viene incluso anche un adattatore per l’Italia.

7.5

Costruzione ed Ergonomia

Meizu Metal - 7

Meizu M1 Metal non tradisce le radici dell’azienda e sembra, fin dalla prima occhiata, in tutto e per tutti uno smartphone della casa cinese. In mano lo smartphone si regge bene e stupisce fin da subito la qualità del suo metallo posteriore che è stato verniciato, dando quindi un effetto a metà strada fra il metallo e la plastica. Qualsiasi sia il vostro pensiero a riguardo, dobbiamo a mettere che quantomeno è una soluzione diversa rispetto alla buona parte dei prodotti in circolazione. Il prodotto risulta appena scivoloso, comunque meno degli ultimi smartphone Meizu in metallo (ma più di quelli in plastica). I tasti fisici (sempre di metallo) sono posizionati invece sulla parte destra.

8.0

Hardware

Meizu Metal - 4

Il processore che spinge questo smartphone è un Mediatek MT6795 Helio X10 octa core da 2 GHz con GPU PowerVR G6200. Le prestazioni sono decisamente buone e questo anche grazie ai 2 GB di RAM, commisurati al tipo di dispositivo. La memoria interna ammonta a 16 GB (c’è anche una versione da 32 GB) ed è espandibile utilizzando una microSD. È importante sapere però che l’utilizzo di una microSD vi impedirà di utilizzare una seconda scheda SIM. La connettività è LTE 4G fino a 150 Mbps, ma rimane fuori la frequenza da 800 MHz in 4G. La Wi-Fi supporta la doppia banda (standard ac) e il Bluetooth è 4.1. Manca l’NFC, è presente invece il led di notifica.

Lo speaker è situato nel lato corto inferiore del telefono e ha un buon volume, anche se una qualità solo nella media (con qualche aberrazione del suono al volume massimo). Frontalmente, nascosto nel tasto home fisico, troviamo anche il lettore di impronte digitali, estremamente preciso e molto veloce nel riconoscimento. Può essere utilizzato non solo per sbloccare lo schermo, ma anche per proteggere file o applicazioni.

SCHEDA: Meizu M1 Metal

7.5

Fotocamera

2016-01-29 10.38.45

La fotocamera principale ha una risoluzione di 13 megapixel ed è supportata da un doppio led flash a doppia tonalità. Le foto che scatta sono leggermente superiori alla media: certo, con poca luce il rumore digitale aumenta rapidamente ma con buona luce il livello di dettaglio è notevole. Buone le funzionalità software che si raggiungo anche abbastanza facilmente, escludendo la registrazione video (a 1080p) che richiede troppi pasaggi. Presente l’HDR, lo slow motion e la modalità bellezza, sfruttabile anche grazie alla fotocamera frontale da 5 megapixel (e apertura f/2.0).

SAMPLE: Foto – Video

8.5

Display

Meizu Metal - 8

Il display di questo Metal di Meizu è da ben 5,5 pollici ed è realizzato in tecnologia LTPS IPS. La risoluzione è di 1920 x 1080 pixel, sufficiente per le dimensioni del display. La luminosità è buona ed è buono anche il range di valori in cui varia, diventando molto luminoso all’aperto e più confortevole al buio. Buoni anche gli angoli di visione e avremmo forse solo voluto un po’ più di oleofobicità del vetro esterno.

6.5

Software

2016-01-29 10.37.532016-01-29 10.38.11

Meizu M1 Metal non è stato commercializzato in Europa e il motivo in realtà è chiaro comprendendo il software. Benché M1 Metal abbia la FlyMe 5.1.2 (quella vista anche su Pro 5) questa è basata però su YunOS 3.1.6. Per chi non lo sapesse si tratta di un sistema operativo basato sul codice di Android, ma realizzato da Alibaba (il famoso “Amazon” cinese) e che era stato molto criticato in passato per proporre app pirata nel suo store. È un sistema operativo quindi pensato esclusivamente per il mercato asiatico e che quindi non ha una controparte occidentale. All’atto pratico però in realtà le differenze sono quasi inesistenti. Il sistema appare come se fosse una FlyMe basata su Android ed è comunque possibile installare il Play Store e anche le app ad esso associate. Non manca però qualche problema. Non siamo infatti riusciti a completare l’accesso in Instagram e l’app di Facebook crasha ad ogni avvio.

Per il resto l’esperienza è identica a quella degli altri smartphone Meizu con le stesse funzionalità e le stesse app. Abbiamo per esempio le gesture, la gestione dei permessi, la modalità non disturbare, il blocco dello schermo tenendo premuto il tasto home e lo Smart Touch, un piccolo pallino per “portarsi appresso” alcune gesture a schermo acceso. Tutto il sistema è in inglese ed è possibile (con un po’ di pazienza) impostare la lingua delle app di terze parti in italiano usando MoreLocale 2. Bene le prestazioni del browser che offre una buona esperienza d’uso anche se lo scroll è rallentato via software.

6.0

Autonomia

La batteria da 3140 mAh non ci ha convinto appieno. Con un utilizzo intenso vi ci vorrà necessariamente una seconda carica prima di cena, mentre con un utilizzo più blando potreste arrivare anche a fine giornata, ma senza certezza di questo.

Prezzo

Meizu Metal viene importato e venduto in Italia da Honorbuy che vende la versione da 16GB a 231€, un prezzo interessante ma che comunque fatica a trovare il suo spazio (comparandolo anche ad altri prodotti Meizu).

Benchmark

Foto

Giudizio Finale

Meizu Metal

7.2

Meizu Metal

Meizu Metal è un prodotto estremamente interessante e che trova nella verniciatura del suo metallo un punto distintivo. È il classico buon smartphone Meizu, con tanti pregi, lo schermo fra tutti. È però un dispositivo destinato al mercato asiatico e si nota in vari dettagli. Consigliato quindi solo a chi sa quello sta acquistando.

di Emanuele Cisotti
Pro
  • Piacevole la verniciatura del metallo
  • Bel display
  • Fotocamera sopra la media
  • Sistema ben strutturato
Contro
  • A volte ci sono dei cali di prestazioni
  • Non è pensato per il nostro mercato
  • Autonomia sottotono
  • Problemi con alcune app