Recensione Huawei P50 Pocket

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti

Recensione Huawei P50 Pocket

Avevamo lasciato Huawei con l'ultimo suo smartphone pieghevole due anni fa. Un prodotto incredibile, realizzato principalmente per mostrare al mondo di cosa era capace.

PRO

  • Ottime foto e video
  • Buon display interno
  • Compatto e leggero
  • Software fluido

CONTRO

  • Prezzo alto
  • Schermo esterno piccolo
  • Niente 5G
  • Manca una fotocamera zoom

Confezione

La particolare confezione di questa Premium Edition di P50 Pocket contiene all'interno, oltre allo smartphone, un alimentatore da 40W, un cavo USB/USB-C e una cover in due parti (che non abbiamo potuto provare).

Costruzione ed Ergonomia

Huawei P50 Pocket è uno smartphone pieghevole nel formato "a conchiglia". Lo smartphone è realizzato con quindi due parti in metallo separate che si aprono e chiudono attorno ad una cerniera centrale. Il tutto è realizzato in metallo, mentre la copertura di queste due metà è in vetro. L'unica versione venduta in Italia è quella Premium, disegnada da Iris van Harpen. Si tratta di un design appariscente con finitura dorata e una trama in rilievo effetto foglie. O piace o non piace, senza mezze misure e per quello che abbiamo potuto constatare purtroppo è più preponderante la seconda fazione. Ma per fortuna il gusto personale non si discute.

In mano lo smartphone è estremamente compatto con uno spessore di soli circa 15 millimetri da chiuso in un "pacchetto" che starà in una sola mano. Per un rapido confronto: è più compatto del pieghevole Samsung, pur con uno schermo di dimensioni superiori. Si chiude piatto senza lasciare vuoti fra le due parti e in tasca sparisce, anche grazie ad un peso di 190 grammi, tutto sommato abbastanza contenuto.

Purtroppo lo smartphone non è impermeabile e abbiamo notato poi come la cerniera si comporti in modo diverso nel tempo. Se lo smartphone è stato chiuso a lungo è più rigida e permette di tenere metà schermo alzato se poggiato su di un piano. Viceversa si ammorbidisce se lo schermo è stato a lungo aperto.

Hardware

Ovviamente questo P50 Pocket Premium è un vero top di gamma a tutto gli effetti. O quasi. Abbiamo il processore Snapdragon 888 4G octa core da 2,84 GHz con GPU Adreno 660 e ben 12 GB di RAM. La memoria interna ammonta a ben 512 GB ed è anche espandibile, purtroppo però solo con memorie NanoMemory proprietarie di Huawei. Avrete però forse già notato il limite di questo smartphone: la connettività 4G. Non è infatti presente il 5G in questo smartphone.

Abbiamo invece il Wi-Fi 6, il Bluetooth 5.2 e il chip NFC. Il lettore di impronte digitali presente sul fianco destro funziona bene ed è molto rapido. L'audio purtroppo è solo mono ed è solo sufficiente. Manca il jack audio.

Fotocamera

Come tutti gli Huawei top di gamma anche questo P50 Pocket si fa valere per quanto riguarda il comparto fotografico. Il sensore principale è un 40 megapixel ƒ/1.8 con la nuova tecnologia XD Optics per un maggior recupero del dettaglio e con la tecnologia True Croma per una resa cromatica impeccabile. E le foto realizzate da questo sensore riescono assolutamente a mantenere le alte aspettative che avevamo per questo smartphone. Immagini definite, con una messa a fuoco rapidissima e con un bilanciamento dei colori ottimale. La fotocamera grandangolare fatica ovviamente a mantenere alti i dettagli, visto la sua risoluzione di 13 megapixel (apertura ƒ/2.2), ma rimane comunque un sensore degno di uno smartphone top di gamma. Purtroppo non troviamo nessuna fotocamera zoom, veramente un peccato considerando il prezzo di vendita dello smartphone.

L'ultima fotocamera da 32 megapixel ƒ/1.8 è molto curioso: è un sensore multi spettro a 10 canali che accoppiato ad un emettitore ultravioletti permette di fare foto estremamente particolari in condizione di buio totale, illumimando tutte le superfici chiare. Non sappiamo sinceramente quante volte però potrete davvero usare un sensore simile e confermiamo l'idea che sarebbe stato forse più interessante avere una fotocamera zoom al suo posto.

Nel foro all'interno dello schermo intero troviamo una fotocamera da 10,7 megapixel pensata principalmente per le videochiamate, visto che per foto e video selfie potrete utilizzare la fotocamera principale a smartphone chiuso, utilizzando lo schermo esterno come mirino. Comodissimo per creare selfie ad alta risoluzione (e in formato pieno rettangolare, al contrario della concorrenza).

I video possono essere registrati in 4K a 60fps, anche dalla fotocamera grandangolare. Sono molto stabili e hanno un buon bilanciamento dei colori. Comodissima la possibilità di realizzare questi video anche in modalità selfie, anche se forse in quel caso il campo non è ampissimo e si rischia di tagliare un po' l'inquadratura.

Display

Huawei P50 Pocket è dotato di uno schermo pieghevole da 6,9 pollici in formato 21:9. Il pannello è di tipo OLED ed è ovviamente in plastica. Supporta il refresh rate a 120 Hz e il touch sampling a 300 Hz. La risoluzione è di 1188 x 2790 pixel e abbiamo un supporto al 100% dello spazio colore DCI-P3. Supporta anche l'always-on display, mostrando anche informazioni sulle notifiche non lette.

Come sempre la piega è visibile quando si guarda lo schermo ad angolazioni non perpendicolari o quando lo schermo non è del tutto aperto. Un compromesso ovviamente accettabile quando si compra uno smartphone di questo tipo.

C'è poi un secondo display circolare esterno OLED da 1,04 pollici con risoluzione di 340 pixel di diagonale. È abbastanza luminoso, ma oggettivamente è un po' piccolo per poter gestire con comodità le notifiche (forse la funzione più utile per uno schermo di questo tipo).

Software

Questo Huawei P50 Pocket è dotato di Android 11 personalizzato con la classica interfaccia EMUI 12 di Huawei. Non troviamo funzioni particolari in questo smartphone e questo è un po' un peccato, come è anche un peccato che la EMUI 12 non ha introdotto novità troppo rilevanti rispetto al passato. Rimane però un software solido, stabile e soprattutto estremamente veloce. C'è una modalità che riduce il mirino della fotocamera nella metà superiore dello schermo se questo viene piegato, ma purtroppo non ritroviamo questa funzionalità "ottimizzata" in nessuna altra app.

Come in tutti gli ultimi smartphone EMUI di Huawei troviamo i servizi Huawei e lo store di app AppGallery. Come già detto ci sono concreti passi in avanti rispetto al passato, con le prime app di pagamento, molti giochi e anche molti servizi localizzati in italiano. Rinnoviamo però l'invito, se fate uso di qualche app molto specifica di fare prima un controllo di corretto funzionamento. L'unico limite più grande è se questa app dovesse aver bisogno dei servizi Google per funzionare.

Qualche nota: ci sono molte app preinstallate da Huawei (non bello in un telefono così costoso) e qualche piccolo bug, come la tastiera virtuale che in certi contesti non vibra.

Autonomia

La batteria ha una capienza di 4.000 mAh ed è ovviamente divisa in due parti per bilanciare il peso e sfruttare tutta la superficie. Si tratta di una batteria molto capiente considerando quanto compatto è lo smartphone. L'autonomia è molto buona, probabilmente grazie anche all'assenza di molti servizi in background solitamente presenti sui dispositivi Android. Si riesce sempre ad arrivare a fine giornata e con un utilizzo moderato ci si avvicina anche ai due giorni di utilizzo con una singola carica. È presente la ricarica rapida a 40W, ma non quella wireless.

Prezzo

La variante Premium di Huawei P50 Pocket ha un prezzo di lancio di 1599€. Tanti, troppi, anche per uno smartphone pieghevole, quando la concorrenza ha proposto prezzi più bassi già molti mesi fa. Come incentivo Huawei offre delle Freebuds Lipstick in omaggio per chi acquista entro il 28 febbraio e anche un anno di sostituzione grautita del display nel primo anno di vendita.

Foto

Giudizio Finale

Huawei P50 Pocket

Huawei P50 Pocket è un concentrato di possibilità: uno smartphone pieghevole, potente, con un buon display e delle ottime fotocamere. Inciampa però su più punti, come l'assenza di 5G, il design molto particolare, l'assenza di una fotocamera zoom, come anche di impermeabilità e ricarica wireless. A tutto si può passare sopra, anche alla presenza dei servizi Huawei (ottimi, ma non per tutti), ma non al prezzo proposto. Troppo alto per il mercato attuale. Anche se lo consideriamo come edizione Premium.

Sommario

Confezione 7

Costruzione ed Ergonomia 8

Hardware 7.5

Fotocamera 8

Display 8

Software 7

Autonomia 8

Prezzo 5

Voto finale

Huawei P50 Pocket

Pro

  • Ottime foto e video
  • Buon display interno
  • Compatto e leggero
  • Software fluido

Contro

  • Prezzo alto
  • Schermo esterno piccolo
  • Niente 5G
  • Manca una fotocamera zoom

Emanuele Cisotti
Emanuele Cisotti Vive nel mondo della telefonia dal Nokia 3210 e nel mondo di linux da Ubuntu 5.04. Se potesse vivrebbe anche in un mondo di Lego e in uno di musica elettronica.
Huawei P50 Pocket

Huawei P50 Pocket

  • Display 6,9" 1188 x 2790 PX
  • Fotocamera 40 MPX ƒ/1.9
  • Frontale 10,7 MPX ƒ/2.2
  • CPU octa 2.84 GHz
  • RAM 8 GB
  • Memoria Interna 256 GB Espandibile
  • Batteria 4000 mAh
  • Android 11
Mostra i commenti